Prosecco o Spumante? Due vini – cugini – molto diversi

Estate vuol dire giornate che si allungano, aria più o meno fresca – a seconda delle città – ma sicuramente tanta voglia di stare all’aperto, magari sorseggiando un calice di vino e perché no, di bollicine. Sembrano tanto facili da ordinare, invece nascondono un universo complicato e dalle mille sfumature. La tendenza di scegliere un prosecco, pensando alle più generiche bollicine ha colpito un po’ tutti, ma attenzione perché le differenze ci sono eccome.

In primis, il prosecco è un vino spumante (ha ottenuto il marchio DOC nel 2009) e viene prodotto solo e soltanto in alcune aree del Veneto e del Friuli Venezia Giulia e soprattutto con vitigni come il Glera, il Verdiso, il Pinot bianco, grigio o nero, ma vinificato in bianco con metodo Charmat. Produzioni come quelle del Consorzio di Valdobbiadene spiccano sicuramente nel panorama. Lo spumante invece è un vino che, grazie all’anidride carbonica, si presenta sempre con la caratteristica spuma. Non ha un’unica zona di produzione e può essere realizzato sia con il metodo classico o champenois, che prevede che la presa di spuma avvenga in bottiglia, che con quello Charmat, ove la presa di spuma avviene invece in autoclave.

Proprio in quest’ultima famiglia spicca Altemasi, un vino spumante TRENTODOC dalla personalità inconfondibile. La cantina Altemasi è regno indiscusso di una produzione attenta e votata all’eccellenza: sviluppata su 4 livelli, ospita sia le zone di maturazione dello spumante TRENTODOC, sia quelle per tutte le lavorazioni successive (remuage e dégorgement), quelle con le autoclavi per il metodo Charmat, mentre al piano terra si trovano le linee di imbottigliamento e confezionamento. Riserva Graal, Brut Millesimato, Rosé e Pas Dosé, il segreto di questi spumanti è legato alle colline più alte del Trentino (tra i 450 e i 600 metri s.l.m), dove maturano le uve Chardonnay e Pinot Nero. Per tredici volte dal 1998 Altemasi Riserva Graal si è aggiudicato l’ambito premio “Tre Bicchieri” della Guida Vini d’Italia 2017 edita da Gambero Rosso. Le cantine Cavit sono sinonimo anche dello spumante Müller Thurgau, prodotto nelle due versioni Brut e Millesimato: una produzione tipica trentina che sottolinea ulteriormente il rapporto con il territorio grazie alla denominazione “Dolomiti IGT”.

La prossima volta, quando ordinerete, non avrete più scuse!

®Riproduzione Riservata 

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi