Proteggere il telefono: quale cover scegliere per lo smartphone?

Oggi utilizziamo il nostro smartphone nei contesti più vari: proteggerlo da eventuali cadute è fondamentale per preservarne le funzionalità ed evitare di spendere soldi per la sostituzione di display o scocca posteriore. Ecco alcuni consigli per comprare una cover che non scende a compromessi con il design

Acquistare una cover per il proprio smartphone e, magari una pellicola protettiva per il display, attutisce il colpo in caso di cadute accidentali. A fronte di una spesa minima è quindi possibile limitare i costi esosi per l’assistenza tecnica. C’è però un aspetto da prendere in considerazione: gli smartphone sono sempre più un concentrato di design e linee innovative. La cover dovrebbe dunque proteggere il telefono ma anche esaltarne lo stile. Per fortuna è possibile conciliare le due necessità spendendo poco: ecco tutto quello che c’è da sapere.

Perché acquistare cover in TPU?

Le cover in TPU sono in genere le più diffuse nell’ambito di fasce prezzo medio-alte. Il TPU è un materiale plastico, per l’esattezza un poliuretano termoplastico. Il vantaggio di queste cover è che sono trasparenti, e quindi esaltano i colori e le sfumature degli smartphone, non appesantendone la linea.

A differenza delle cover in plastica, inoltre, non ingialliscono nel tempo e non perdono mai il loro grip antiscivolo. Questa soluzione è da preferire anche per i telefoni ultraleggeri, in quanto il peso ridottissimo della cover sarà praticamente ininfluente. 

Perché scegliere una cover in fibra di carbonio?

L’altro materiale molto utilizzato per le cover è la fibra di carbonio. Si tratta di un materiale leggero, ma soprattutto ultra-resistente. È veramente difficile che uno smartphone protetto da fibra di carbonio possa rompersi. Il design massiccio è parimenti molto elegante, specialmente per smartphone come iPhone in colori neutri. Una novità da poco lanciata sul mercato è l’ibridazione tra fibra di carbonio e TPU, in modo da ottenere una cover assolutamente perfetta.

Cover in silicone: pro e contro

Molto gettonate anche le cover in silicone, infinitamente personalizzabili e abbastanza leggere. Il silicone, infatti, è un materiale molto elastico che permette di attutire le cadute violente. Essendo un materiale lavorabile è spesso venduto stampato o monocromatico. Il silicone, per definizione, è inoltre, anallergico. Tuttavia bisogna stare attenti alla qualità dell’acquisto: non conviene comprare cover in silicone a prezzo stracciato, potrebbero essere molto poco resistenti.

Bumper per i bordi: proteggono dagli urti?

Si utilizzano, anche se abbastanza in disuso, le cover bumper: delle “cornici” che proteggono i bordi dello smartphone da danni e cadute. Il vantaggio dei bumper è la loro quasi “invisibilità”, rendendo facile maneggiare lo smartphone. Offrono anche un’ottima protezione per gli urti laterali. Tuttavia il centro dello schermo e della scocca rimangono sostanzialmente scoperti.

© Riproduzione riservata