Ramadam: 8 regole importanti da rispettare

Per tutti i fedeli musulmani il Ramadan è un mese sacro, la tradizione vuole che proprio durante questo periodo Maometto ricevette la rivelazione del Corano. La celebrazione di questa tradizione avviene il nono mese del calendario Islamico, varia perché è un calendario Lunare è ha una durata inferiore di 10 giorni rispetto all’anno solare.

Il Ramadam per essere seguito in maniera corretta deve rispettare delle regole importanti che vi elenchiamo a seguire.

8 regole del Ramadam

Il Corano indica di seguire alla lettera diverse regole per tutti i musulmani alcune delle quali sono fisse nel Ramadam e sono:

1) La preghiera in più notturna il Taraweeh

Durante il Ramadan ogni musulmano deve recarsi ogni giorno, lasciando le sue abituali faccende quotidiane a pregare in moschea. In questo periodo oltre alle consuete cinque preghiere giornaliere si deve recitare una preghiera speciale, il Taraweeh, la preghiera notturna.

2) Divieti e tempi delle pratiche a cui astenersi durante il Ramadan

Il digiuno è il primo divieto, prima dell’alba e termina dopo il tramonto. Non bisogna mangiare o bere nulla nelle ore di luce. Tra gli altri divieti del Ramadan prevedono che ci si astenga dall’ avere rapporti sessuali, mentire, fumare, usare un linguaggio scurrile e fare la guerra.

3) Chi è esentato dal digiuno durante il ramadan

Il Corano prevede che siano esentati dal digiuno i bambini, i malati, le donne incinte e coloro che il nono mese devono intraprendere lunghi viaggi.

4) Cosa succede se non si rispetta il digiuno?

Se una persona non è in grado di digiunare può decidere se recuperare i digiuni durante l’anno, prima dell’arrivo del prossimo Ramadan, o se dare un pasto a un povero per ogni giorno di digiuno che salta.

ramadam

5) Come viene recitato il Corano nelle preghiere collettive

Il Corano è diviso in 30 parti uguali chiamate juz’, e molti fedeli ne leggono una al giorno durante il Ramadam periodo in cui bisogna essere più devoti possibile, fare beneficenza e passare molto tempo a leggere il Corano e meditare.

6) Cosa mangiare al temine del digiuno?

Dopo aver recitato una brevissima preghiera, si è soliti mangiare datteri o bere acqua per aprire il digiuno, come faceva il profeta Maometto. Segue poi un pasto abbondante da consumare durante le ore notturne.

7) Cosa si fa alla fine del Ramadan?

Alla conclusione del mese sacro il Ramadan, viene indetta una festa chiamata Eid ul Fitr, durante la festa i musulmani, partecipano alle processioni, si scambiano regali augurandosi Eid mubarak, ovvero “buon Eid”, e la maggiori parte dei fedeli fa delle donazioni per i poveri.

8) Cosa succede se non si rispetta qualche regola?

Se qualcuno di propria volontà, contravviene a qualche regola, ha l’obbligo di atti di carità verso i bisognosi, o continuare l’astinenza dai divieti carnali dall’alba al tramonto per altri 60 giorni dopo Il Ramadan.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi