Sfilate Uomo 2022-23, il meglio delle collezioni di Milano, tra classico e streetwear di lusso

Parola d’ordine streetwear. A Milano, le sfilate uomo 2022-23 continuano a coniugare comodità al tailoring tradizionale. Questa è la tendenza per la prossima stagione invernale che mette d’accordo tutti gli stilisti. In passerella una successione di volumi over, spesso indefiniti, con sovrapposizioni esagerate ma che danno il senso di unicità al periodo di confusione che anche la moda sta attraversando, a causa della pandemia in corso.

K-Way presenta la sua collezione fall/winter 2022-23 al Talent Garden di Milano con un segno identitario, grafico, distintivo. La collezione R&D concentra design, ricerca tessile e innovazione tecnica. La silhouette over flette su lunghezze abbreviate e compattate. È un gioco di sovrapposizioni che suggerisce libertà. L’assenza di mezze misure e dettagli in metallo dall’aspetto futuristico sono il fil rouge della linea che accentua i volumi attraverso rombi e jacquard, che intarsiano maglioni dal sapore anni Cinquanta. I tessuti sono naturali, come le lane COVER e STORM SYSTEM di Loro Piana, oppure sono realizzati con processi di produzione sostenibili, come AMIABLE, nato dal riciclo di scarti di nylon, o RECALL.


Rombo intarsiato per K-Way

Lusso estremo per Brett Johnson, lo stilista africano che sceglie la vetrina di Milano per il lancio della nuova linea. Indubbia la bellezza dei capi proposti per la collezione autunno/inverno 2022-23, realizzati con tessuti di altissimo pregio come il cachemire. La palette di colori è sofisticata con tendenze alle sfumature del sottobosco. Per linee educate alla tradizione sartoriale con un tocco di modernità.


Si ispira all’Art Decò la collezione presentata a Milano da Canali con l’obiettivo di far ritrovare la voglia di vestire con gusto, eleganza e ricercatezza. Quello di Canali è un gentiluomo moderno che indossa linee sobrie ispirate agli anni Trenta. Ogni capo è stato concepito per essere indossato durante ogni occasione della giornata. Il gessato riscopre una nuova modernità attraverso silhouette che ci accompagnano lungo un viaggio nel tempo sino agli anni Trenta. I dettagli fanno la differenza. Le asole degli ampi revers, infatti, sono realizzate a mano con fili di seta a sostenere l’impegno sartoriale del marchio. Tornano in passerella i completi spezzati, cappotti vestaglia in morbido cachemire, peacot con collo a goccia e parka in pregiato mélange alpaca-cashmere. Anche gli accessori sono lussuosi come le slip-on in velluto e i beatles con suola carrarmato.


Canali, maglione collo a goccia

Tradizione è la parola chiave per Santoni, che per la collezione autunno/inverno 2022-23 rimane fedele al suo heritage classico. L’uomo Santoni indossa calzature moderne, dall’estetica vintage, calzate anche dagli sportivi che amano distinguersi per gusto. I volumi sono audaci, formali, caratterizzati da accenti sporty e hi-tech. I dettagli fanno la differenza. La gomma arancio accende i booties, le sneakers esprimono l’attitude effortless dell’uomo moderno. Non mancano, inoltre, i modelli dallo spiccato spirito outwear caratterizzati da materiali puffed e high-tech, con elementi shearling. Pregiati i pellami utilizzati, come i vitelli, il suede morbido, il nabuk e i tessuti in nylon e lana.


La suola in gomma arancione di Santoni

Durante le sfilate uomo autunno/inverno 2022-23, Han Kjøbenhavn presenta il suo short movie titolato Sculpting Darkness; lo stilista si affida al fotografo e regista danese Casper Sejersen, per un corto dal gusto noir. I contrasti, come evidente, sono netti. Linee dritte e silhouette aderenti sono elegantemente combinati con forme voluminose che enfatizzano la direzione creativa voluta da Jannik Wikkelsø Davidsen. La pelliccia ecologica e la pelle dominano la collezione, con dettagli in titanio realizzati in 3D. La palette di colori è tenue, ma improntata ai toni scuri che dominano la collezione. “Il buio evoca emozioni. E poi si tratta di dare forma a queste emozioni in oggetti affascinanti e interessanti”, dice Jannik Wikkelsø Davidsen.


Han Kjøbenhavn

In apertura, un look della collezione K-Way autunno/inverno 2022-23

© Riproduzione riservata