Sta per arrivare la collezione di Dior con Stussy

Il mondo del fashion ha iniziato a investire su collaborazioni inedite e super richieste fra i più importanti luxury brand del momento. Le passerelle hanno fatto sognare milioni di persone in tutto il mondo con intere collezioni di capi d’abbigliamento e accessori che si avvicinano alle nuove tendenze del mercato, in parte caratterizzate dall’influenza musicale del momento, sempre più apprezzata da star e giovanissimi.

(from left to right) Christian: jacket and boiler suit: Givenchy; mesh vest: The White Briefs; cap: model’s own; Gabriel: suit: Dior Homme; shirt: 3.1 Phillip Lim

E così, con l’arrivo di un nuovo anno ricco di innovazione e avanguardismo, Dior ha scelto di far parlare di sé mediante una collaborazione che ha già catalizzato l’attenzione sul noto marchio di alta moda francese. Lo stile è già andato in scena all’Art Basel di Miami: la collezione uomo Pre Fall 2020 targata Dior e disegnata da Kim Jones – direttore artistico dell’ala Homme del brand – ha abbracciato le linee underground e metropolitane di Shawn Stussy. Una reinterpretazione delle forme morbide ed eleganti tipiche della cultura francese che vengono targettizzate e <> dall’esperienza del marchio che si è da sempre fatto portavoce della sotto-cultura urbana e delle sue manifestazioni estetiche.

Una sperimentazione il cui gusto moderno non ha mancato di catalizzare l’attenzione di quanti fossero alla ricerca di suggestioni in cui lettering, scritte, tonalità degradé e le immancabili colorazioni street fanno da padrone. In questo articolo abbiamo scelto di approfondire il legame inedito fra le due maisons, cercando di comprendere l’evoluzione dei luxury brand in attesa di un 2020 da urlo: ecco cosa sapere.

Dior + Stussy: innovazione e avanguardismo ricchi di colore

La collezione si caratterizza per la reinterpretazione inedita di alcuni capi di abbigliamento maschili tipici della casa di moda francese: camicie camp ultra decorate, t-shirts valorizzate da grafiche invadenti e predominanti, maglioni con scollo a V e pattern colorati e immediatamente riconoscibili per la loro influenza street. Un’unione stilistica e visiva che non nasconde la passione che il direttore creativo di Dior Homme provava – fin da giovane – per le tendenze maggiormente sporty e underground del collega Stussy.

Il risultato ha lo scopo di trasmettere la passione per la moda che i due luxury brand hanno cercato di comunicare di fronte agli occhi increduli degli appassionati riuniti per l’occasione all’Art Basel Miami: un mix sapientemente bilanciato di tinte sgargianti ma mai eccessive, linee sicure e ispirate ai murales dal sapore statunitense. Insomma, una sperimentazione progettuale che lascia intendere il desiderio di innovare l’utilizzo di marchi in cui la qualità della manifattura si caratterizza da sempre come il fiore all’occhiello di una fama senza tempo, che anticipa le collezioni stesse.

Collaborazione Dior e Stussy: quando la moda vuole innovare

Una sfilata con cui aprire positivamente il 2020, consapevoli che l’hype dello stile metropolitano non tende a sfiorire; e così, fra le star e i VIPs che hanno assistito alla collezione Pre Fall Man di Dior non possono mancare i volti noti di un mondo in cui il fashion fa da padrone: David Beckham e Kate Moss, passando per Lily Allen e Bella Hadid, senza dimenticare l’immancabile presenza delle sorelle Kardashian.

Un gusto che piace davvero a tutti: una passerella in stile cyber-surf in cui la rievocazione degli ultimi decenni del Novecento permette di creare un’immagine mega-colorata, in cui le sneakers fanno da padrone assieme agli immancabili calzettoni firmati dai brand, simbolo della moda underground che continua a spopolare da tempo. Il punto di forza della proposta targata Dior + Stussy? Un’interpretazione tutta avanguardista in chiave luxury di tendenze che hanno da sempre fatto parte del mondo popolare e pop, con richiami di stile nettamente in linea alla passione per le forme e le tinte di Keith Haring e Jean Michel Basquiat. In attesa dei prossimi sviluppi, non possiamo fare altro che guardare con particolare interesse alla ricerca fashion che ha caratterizzato fin da subito l’anno corrente: un mix sapientemente bilanciato in cui passione, progetto e creatività ci ricordano il valore più puro e alto della moda.

© Riproduzione riservata