Trasversale e sfaccettato il Gay Village mette in scena nuove sorprese

Cultura e romanticismo, intrattenimento trasversale e appuntamenti d’impatto, ballo, divertimento e riflessione. Il Gay Village allestito anche per questa sedicesima edizione estiva 2017 al Parco del Ninfeo con un concept ideato da Simone Tulli e realizzato dall’Architetto Aldo Capalbo, è pensato come un percorso nel Regno della Libertà, alla scoperta del magico mondo di Fantàsia. Quasi fosse una fiaba da raccontare o ascoltare, dove ognuno può cercare e trovare la propria dimensione. Gay Village Fantàsia sfonda il muro del pregiudizio, per trovare il cuore pulsante di un regno incantato, dove gli uomini e la natura convivono. Tra loro corrono liberi gli unicorni, mitologiche figure con le quali si è scelto di identificare il popolo dei diritti. La campagna pubblicitaria vede proprio un unicorno cavalcato da un paladino che a sua volta porta con sé una storia fantastica, come quella di nascere in una famiglia malavitosa, per poi scegliere una via di salvezza, dando vita al Teatro Equestre Cimarosa, a Castelvetrano. E’ dunque Giuseppe Cimarosa il primo cavaliere del Regno di Fantàsia, figlio di un pentito legato al boss di Cosa Nostra, tale Matteo Messina Denaro, da cui Giuseppe prende le distanze a cavallo del suo bianco destriero. .Inaugurata da Elenoire Casalegno beniamina del pubblico gay friendly e sensibile interprete delle tematiche LGBT la manifestazione ha finora registrato l’adesione e la partecipazione di Veronica Pivetti, Orietta Berti, Patty Pravo, l’immancabile Vladimir Luxuria che ha presentato il libro ‘Il coraggio di essere una farfalla”, Arturo Brachetti, Pino Strabioli, Eva Grimaldi, Enrico Lucherini e il cantautore Mario Venuti. Molto attesi fra la musica fragorosa delle danze nelle varie piste del villaggio della fantasia e dell’arte e nel tripudio delle performance di musica e cabaret Barbara Palombelli, Fiamma Satta e Imma Battaglia, Chiara Francini, Antonello Dose, Luca Zingaretti e Ornella Muti. Attesissimi anche i concerti di Nancy Coppola, di Arisa e il gran finale con i Planet Funk. Per la sezione teatro e cabaret insieme alle invenzioni della poetica Maria Laura Annibali con i suoi ‘Beerbanti’ merita una segnalazione speciale il sipario sull’ultimo spettacolo dal titolo La Più Meglio Gioventù, con testo scritto e diretto da Alessandro Bardani, in scena con Francesco Montanari, lanciato dalla ben nota serie televisiva di Stefano Sollima ‘Romanzo Criminale’. Da non perdere per i più eruditi le proposte dell’area riservata alla presentazione di libri con gli incontri letterari moderati dal giovane Eugenio Durante. Fra le attrazioni delle notti firmate Gay Village non mancherà l’esilarante Drag Factor-The italian race che raccoglierà oltre 100 drag queen da tutta Italia. Chi lo vorrà potrà rifocillarsi fra cultura e intrattenimento nel ‘giardino delle delizie’ area dove è aperta la sperimentazione di varie forme di ristorazione, fino alla Confraternita, zona esclusiva riservata al pubblico dei privé che potrà godersi al meglio il grande spettacolo della kermesse estiva, solo per happy few.

®Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata