Viaggiare nello spazio: ecco quando e come sarà possibile

Sin da quando l’essere umano ha scoperto che esiste altro oltre al pianeta sul quale vive, la curiosità e il sogno di viaggiare nello spazio lo accompagna e lo spinge a rendere reale questo desiderio. I primi biglietti per viaggiare sino alla luna, infatti, furono venduti addirittura nel 1954, dall’agenzia di Thomas Cook, ancora prima che il primo lancio nello spazio fosse realizzato.

Dopo quasi 70 anni dalla vendita di quei biglietti, SpaceX ha in programma l’organizzazione della prima vacanza nello spazio per la fine del 2021.

Viaggiare nello spazio già dal 2021

Sono sette fino ad oggi i “comuni cittadini” che sono riusciti a realizzare il sogno di viaggiare nello spazio. Il primo fu mister Tito Dennis, il quale nel 2001, grazie ad un investimento di circa venti milioni di dollari, riuscì a raggiungere la Stazione Spaziale a bordo di una navetta russa rimanendo in orbita per otto giorni.

Ovviamente la possibilità economica non è l’unico requisito, il viaggio nello spazio richiede anche una preparazione fisica e psicologia adeguate affinché non si verifichino reazioni indesiderate all’esperienza, di per sé particolare e impegnativa.

Nel 2019, però, la NASA ha dichiarato che la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), sarebbe stata aperta per missioni private con finalità commerciali spendendo circa 60 milioni di dollari. I visitatori potranno restare in orbita per un mese, non potranno recarsi alla stazione per più di due volte nell’arco di un anno, per un massimo di dodici persone per volta.

Ecco quindi che la SpaceX, azienda aerospaziale fondata da Elon Musk, ha dichiarato negli ultimi mesi, che sono in fase di collaudo, Dragon e Falcon 9, rispettivamente capsula e razzo che avranno il compito, già dalla fine del prossimo anno, di trasportare, i primi fortunati “turisti spaziali”. Per un totale di 10 giorni, due dei quali passati a viaggiare tra la Terra e la Stazione Spaziale Internazionale, potranno soggiornare per circa otto giorni proprio all’interno della Stazione, in orbita nello spazio.

L’imprenditore Richard Branson, il fondatore della Virgin, ha previsto anche un sensibile ribasso dei prezzi nel giro di poco tempo, promettendo, con la sua Virgin Galactic, voli spaziali della durata di 90 minuti al prezzo di 200 mila dollari tra pochi anni.

Ma anche in Europa, la francese ApoteoSurprise, azienda specializzata in proposte di matrimonio, si sta attrezzando per non rimanere indietro, e sta già progettando entro fine 2021, proposte in orbita attorno alla luna, alla modica cifra di 125 milioni di euro.

Buon viaggio nello spazio!

© Riproduzione riservata