A WEEKEND OF LOVE: A MILANO, IL FESTIVAL DELL’AMORE

Un vecchio proverbio recita «l’amore non si trova al mercato». Di certo, se ne troverà molto a Milano, questo weekend. Da venerdì 9 a domenica 11 febbraio e di nuovo, mercoledì 14, va in scena, infatti, negli spazi di BASE Milano, la prima edizione del Festival dell’Amore. Quello con la A maiuscola, come luogo della propria epica personale. Un grande evento dedicato al sentimento capace di «muovere il sole e l’altre stelle», messo in scena in tutte le sue forme, sia grazie all’intervento di personaggi famosi, sia dando un ruolo attivo a chiunque vorrà partecipare.

Organizzato dall’agenzia PianoB, in collaborazione col brand di moda donna Motivi e con la società di marketing specializzata in ambito culturale H+, il Festival è nato per affermare la potenza dei sentimenti e della passione, e si pone come una sorta di battaglia culturale contro il disincanto, il cinismo e la disillusione. Il programma è molto ricco: ci saranno musica, letture e talk e, poi, proiezioni di film, installazioni, riti d’amore, party. Artisti, filosofi, musicisti si alterneranno sul palco della sala Talk, pronti ad alternarsi per raccontare storie sul palcoscenico, trasformato in un luogo interattivo in cui dichiararsi e giocare col sentimento più straordinario che ci sia: tra gli ospiti Bebe Vio, Ambra Angiolini, Melissa P, Stefani Boeri, Luca Bianchini, Matteo Caccia, Simon & The Stars, Morgan, Boosta, Emis Killa e Arisa e molti altri. All’interno della location sarà allestito anche uno spazio arredato con 20 letti matrimoniali, per creare una platea romantica dalla quale vedere, per una notte intera, film e serie tv d’amore. La seconda sala è denominata Riti d’Amore, non a caso. Oltre a set fotografici, tattoo corner e spettacoli (come le performance del duo americano The Bumbys e quella partecipativa di Animanera, Try Creampie – Vuoi venire a letto con me?) sarà possibile, infatti, sposarsi per davvero. La Pina, Diego e La Vale, storici conduttori di Radio Deejay, celebreranno matrimoni liberi e unioni pagane. I tre, inoltre, si alterneranno con Franco Bolelli, ideatore del Festival, alla conduzione dei talk, mentre Paola Maugeri dialogherà con i grandi artisti della musica italiana, per scoprirne la personale love playlist. I partecipanti potranno diventare parte di una video-installazione caricando sulla pagina Facebook o Instagram dell’evento (@ilfestivaldellamore), un video (di massimo tre minuti) in cui si raccontano tre motivi per amare, corredato dall’hashtag #3motiviperamare o scrivendo, sull’apposito form presente sul sito, una lettera d’amore da leggere (o far leggere, per i più timidi) sul palco del Festival. Si sa, l’amore è bello, ma lo è ancora di più se condiviso.

Qui il programma completo.
Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, fino a esaurimento posti.

© Riproduzione riservata

x

x