99objects:il collezionismo si fa arte da collezionare

99OBJECTS è il nuovo progetto di ricerca di Luciano Paselli e Matteo Tommaso Petri, conosciuti come i PetriPaselli, duo artistico bolognese nato nel 2007 le cui ricerche artistiche sono, da sempre, improntate sul collezionismo in tutte le sue varianti. Accumulare, raccogliere, catalogare sono forme diverse di una stessa passione, spesso ai limiti della patologia, attraverso cui approcciarsi al mondo e affermare se stessi. Il progetto, presentato il 26 ottobre al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, si sviluppa in tre direzioni diverse, nei mezzi e nelle modalità.

99OBJECTS-ON PAPER è il cuore di tutto: una proposta editoriale completamente autoprodotta, consistente in una collana di 99 libri, con cadenza quadrimestrale, ognuno dei quali avrà come protagonista una sola tipologia di oggetto da collezione. Si va dai posacenere ai portachiavi, passando per i bolli chiudilettera (simili ai francobolli, ma senza valore) scelti perché riflesso di una determinata area geografica o di un periodo storico. Il collezionismo selezionato dai PetriPaselli può essere definito minore, popolare, in cui l’oggetto viene collocato in un’asettica pagina bianca al fine di poter esprimere il proprio corredo estetico ed evocativo, a cui fanno eccezione alcune pagine in cui lo stesso interferisce con un contesto, producendo un corto circuito visivo. Il libro è esclusivamente fotografico, nessuna parola o carattere tipografico ad eccezione del titolo: 99Objects – issue 1/99 – Souvenir ashtrays. I posacenere, protagonisti del primo numero, erano tipici degli anni ’60/’70, prodotti a scopo pubblicitario o turistico. La collezione presentata è quella degli ultimi vent’anni di Rossella Ricci e conta più di 300 pezzi con soggetti turistici italiani, tra località di punta e altre minori. 99 soggetti diversi: 93 su sfondo bianco e 6 ambientati, rielaborando le storiche copertine della Domenica del Corriere, firmate dal noto illustratore Walter Molino.

99WORDS, al contrario, si sviluppa esclusivamente in forma digital e testuale, attraverso un blog in cui verranno pubblicati testi, già editi o realizzati da collaboratori, inerenti alla tematica del numero, al collezionismo storico, ai materiali, alle fabbriche che hanno fatto la storia del prodotto, ai collezionisti, alle fondazioni e collezioni private, all’antropologia. Una parte che rivela realtà parallele e vicine, indagando i contatti e l’esperienza dei due artisti.

99ART&DESIGN è invece la parte di produzione e vendita pensata in occasione dell’uscita dei nuovi numeri. Su www.99objects.it sarà infatti possibile, oltre a visitare la sezione blog/experience, acquistare i numeri pubblicati, opere d’arte a tiratura limitata, poster e oggetti di design pensati con grafici e designer.

Collezionismo, accumulo ed estetica del quotidiano tornano ad intrecciarsi nell’arte dei PetriPaselli al valore simbolico degli oggetti, fungendo da ispirazione e mezzo comunicativo e venendo espressi attraverso ricordi, raccolte e un enorme archivio di oggetti, decontestualizzati e capovolti, che divengono catalizzatori di esperienze ed emozioni. La loro arte è in grado non solo di suscitare epifanie, ma di rendere pubblica e condivisibile la memoria privata e personale di ognuno, provocando cortocircuiti visivi e di senso.

La presentazione del progetto avverrà giovedì 26 ottobre, alle 18:30, al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna.

®Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata

x

x