“Belvedere Vodka”, la vodka di lusso e le ricette da star

Perché Belvedere Vodka è definita la vodka da degustazione e speciali ricette da rifare a casa


L’angelo più elegante del cinema lo sorseggiava con noia sfiorandolo con lunghi guanti in raso: è la Audrey Hepburn di “Breakfast at Tiffany’s”, e il cocktail in questione è il “White Angel”, un preparato di vodka e gin in parti uguali. Bisogna avere personalità per berne senza esitare, e la stramba Holly ne aveva da vendere! 

In “The Blues Brothers”, durante il concerto al Palace Hotel, ormai circondati dalla polizia i ragazzi si esibiscono e lo sceriffo, interpretato da John Candy, si gode lo spettacolo ordinando un “Orange Whip”, un mix di vodka secca, rum ambrato, succo d’arancia e panna. Uno show per il palato!

L’“Atomica bionda” impersonata da Charlize Theron ha lanciato la “vodka alla Lorraine”, un drink anarchico in cui aggiungere alla coppa vodka e ghiaccio a piacere! Per vere ribelli! 

E nella stagione più divertente della serie di tutti i tempi, “Peaky Blinders”, la terza per l’esattezza, una frizzante contessa dal nome Petrovna strappa gli equilibri ed entra prepotentemente nella vita del protagonista, Thomas Shelby, coinvolgendolo in piccanti festini a suon di vodka e donne dalla dubbia moralità. 

Insomma la vodka vuol farsi sentire al cinema come nei bar, modificando gusti e preferenze degli amanti del bere bene. Ma se fino ad oggi l’immaginario collettivo ha sempre ricordato la vodka come un distillato utile alla miscelazione di altri ingredienti, c’è qualcuno che ne cambia le sorti: Belvedere Vodka! Il primo marchio al mondo che inserisce il concetto di “terroir” nel mondo della vodka! Un concetto che ben si sposa alla storia dello champagne, ma che nel distillato vodka ha una nuova strada tutta in salita. 

Belvedere Vodka infatti vanta l’appellativo di “Polska Vodka”, un fregio similare al DOC esteso ai vini. Caratteristiche fondamentali sono l’uso della segale coltivata esclusivamente in Polonia, la totale assenza di zuccheri e additivi aggiunti, la presenza di acqua sorgiva di proprietà di Belvedere Vodka. 

A rendere Belvedere Vodka non più un distillato come altri inodore e insapore, è proprio la presenza della segale che conferisce un aroma naturale al liquido, che le regala un retrogusto di pepe bianco e vaniglia grazie al quale può essere utilizzata come alcolico da degustazione
Non ultimo, il package, un’elegante bottiglia trasparente che permette di vedere la freschezza e la chiarezza del distillato e l’effetto tridimensionale del disegno: il Palazzo Reale da cui prende il nome. A tutti gli effetti Belvedere Vodka è definita la vodka di lusso, da sorseggiare sola o per rendere preziosi i vostri drink. 

Nella nostra diretta Instagram (@manintowofficial), insieme al brand ambassador di Belvedere Vodka, Paolo Viola, ne abbiamo selezionati due per voi, che potrete riproporre a casa ai vostri amici o per un brindisi à deux

1 – Il Cosmopolitan di Miriam

E’ il cocktail preferito da Carrie Bradshaw, che in Sex and the City lo ordina ad ogni party, evento o serata di gala. 
La ricetta originale, dal sapore agrumato, prevede succo di cranberry, il mirtillo rosso americano, e una base classica di vodka, triple sec (aromaticità e dolcezza) e succo di lime.

La rivisitazione “Cosmopolitan di Miriam”: 

Belvedere Vodka Pure 50ml 
Liquore all’arancia 20 ml 
Succo di Pompelmo Rosa 
Ghiaccio

Utensili:

1 Shaker (o barattolo) 
1 Jigger (o tazzina)
1 Spremi Agrumi (o a mano)
1 Tagliere 
1 Coltello 
1 strainer (o colino)
1 Cucchiaio 
1 Pela patate

Bicchiere di servizio: Coppa Martini

Procedimento:

Dopo aver sistemato la postazione con tutti gli ingredienti, bisogna preparare il succo di pompelmo rosa: tagliare dunque il pompelmo a metà e con uno spremi agrumi ottenere il succo. 
Versare poi gli ingredienti nello shaker: prima il succo di pompelmo rosa fresco, poi il liquore all’arancia e infine Belvedere Vodka. Riempire ora lo shaker con ghiaccio, chiudere e shakerare energicamente. Versare il liquido in una coppa martini precedentemente rinfrescata con un passaggio in congelatore e procedere con una doppia filtrazione (strainer dello shaker + colino). Come decorazione possiamo fare un peel di pompelmo rosa con un pela patate e coltello. 
La struttura del drink è data dall’utilizzo di Belvedere Vodka, a base di segale, che lo rende un drink con ancora più carattere. 

2 – Belvedere Vodka Sour aromatizzato al basilico

Nel mondo della miscelazione, “sour” allude all’utilizzo di una parte dolce (Sciroppo di zucchero) e una acida (agrume). 
Curiosità: a dare voga a questo tipo di drink è il whisky, con la nascita del whisky sour. Oggi qualsiasi utilizzo di base alcolica che viene miscelato con succo di lime e sciroppo di zucchero è considerato un “Sour”, ed ecco il Vodka Sour con Belvedere Vodka. 
Ricetta Originale: Vodka, succo di lime e sciroppo di zucchero. 

Rivisitazione al basilico: 

Belvedere Vodka 50ml 
Succo di lime 15 ml 
Sciroppo al basilico fatto in casa
Basilico fresco
Ghiaccio
Utensili:
1 Shaker (o barattolo) 
1 Jigger (o tazzina)
1 Spremi Agrumi
1 Tagliere 
1 Coltello 
1 Colino 
1 Cucchiaio 

Bicchiere di servizio: Tumbler Basso 

Procedimento:
Dopo aver sistemato la postazione con tutti gli ingredienti, preparare il succo di lime fresco. Tagliare dunque il lime a metà, spremerlo e versare il succo dentro lo shaker, insieme allo sciroppo al basilico e infine Belvedere Vodka. Riempire lo shaker con ghiaccio e shakerare con tanta energia per almeno 10 secondi, versare poi il liquido in un tumbler basso, facendo una doppia filtrazione con un colino. Riempire il bicchiere di ghiaccio e come decorazione una fogliolina di basilico. 

Preparazione Sciroppo al Basilico: 
1KG Zucchero
500ml Acqua 
10\15 foglie Basilico

Procedimento:
In una pentola metti a scaldare l’acqua. Appena l’acqua inizia a scaldarsi, versa lo zucchero. Mescola in continuazione per evitare che lo zucchero si attacchi alla pentola. Porta ad ebollizione. Lascia bollire per almeno 2\3 minuti e spegni il fuoco. A fuoco spento metti dentro la pentola le foglie di basilico e mescola bene affinchè liberi tutti gli aromi. Togliere poi le foglie di basilico una volta che lo sciroppo si è raffreddato. 

E buon divertimento! 

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi