Capodanno da Coraje: il ristorante partenopeo-argentino nel cuore di Brera

Milano, si sa, è la città che meglio incarna il concetto di contaminazione di culture, sapori e costumi. In questo contesto mitteleuropeo, in cui ogni realtà trova il suo spazio e nella migliore versione possibile, è Brera che apre le sue porte a un luogo dai sapori inediti e soprattutto autentici. Siamo da Coraje, il ristorante di Agostina Gandolfo, dal concept design e dall’anima partenopea-argentina, in cui i sapori tradizionali della cucina mediterranea si fondono con ingredienti inaspettati e i piatti più sfiziosi di quella sudamericana. A partire dall’aperitivo con i signature cocktail caraibici, firmati e preparati dalle sapienti mani di David Lagos, a base di frutta fresca esotica, come maracuja e pompelmo rosa, spremuta al momento: un viaggio oltreoceano nel caratteristico quartiere degli artisti della città meneghina, reso possibile attraverso una rigorosa selezione di materie prime fatta da Agostina e il suo staff.

ristorante Coraje
L’interno del ristorante Coraje, nel cuore di Milano

Design contemporaneo e un menù aggiornato per un viaggio tra i sapori della tradizione

Dal bancone rosa ai dettagli oro, ai velluti ottanio dei divani, fino alle lampade dal design contemporaneo, la cui luce si fonde armoniosamente con l’ambiente del piano terra e del piano superiore. Coraje ci ospita sotto forma di un accogliente salotto dove trascorrere il proprio tempo dalla colazione alla cena, in cui ogni portata diventa una sorpresa, grazie al menù studiato dallo chef peruviano Ernesto Espinoza.

Ernesto Espinoza chef
Ernesto Espinoza

Coraje Milano
Gli ambienti raffinati del locale

Il menù di Natale: un percorso immersivo tra argentina, Perù e Mar Mediterraneo

Un percorso equilibrato in cui aromi speziati si sposano con i sapori freschi del Mar Mediterraneo, ma con il twist dell’influenza nikkei tipica dell’alta cucina contemporanea peruviana. Si inizia con tris di tartare e paccheri di Gragnano con vongole, cannolicchi e bottarga di muggine; nel filetto di ombrina con bisque di mare all’aji amarillo e manioca si avverte tutta la sua conoscenza del pesce “povero”, in quanto cresciuto in una famiglia di pescatori, che lo porta a creare piatti destinati ad esaltare il suo sapore autentico: un passato che diventa ispirazione e quasi una filosofia, nella scelta dell’utilizzo di tutte le parti del pesce per la realizzazione del brodo e delle salse, parti fondamentali che compongono l’unicità del piatto.

Ogni portata è accompagnata dalle migliori etichette di vini selezionate da Vincenzo Leone, sommelier e direttore di sala, per esaltare sapori ed equilibri, per far vivere al meglio un’esperienza di gusto da vivere tutti i giorni dell’anno, ma in modo particolare in questi di festa.

Coraje menù
Paccheri di Gragnano con vongole, cannolicchi e bottarga di muggine

A seguire il menù di Capodanno, con il panettone artigianale farcito di Coraje che non conosce termini di paragone

Tapas di mare

Sashimi di tonno rosso, tempura di calamaro e “leche de tigre” al peperoncino giallo sudamericano

Tortelli farciti di gambero rosso di Mazara con la sua bisque e tartare in emulsione di zafferano e dragoncello

Ricciola mediterranea servita su purea rustica di patate con cuore di palma e radicchio

Dopo mezzanotte

Cotechino tradizionale con lenticchie

Selva sudamericana

Granadilla, papaya, ananas, maracuja

Panettone Coraje accompagnato da varietà di salse al mascarpone, crema pasticcera e cioccolato

Coraje ristorante Ernesto Espinoza
Pa

Coraje natale
Decorazioni natalizie da Coraje

Nell’immagine in apertura, gli interni del ristorante di via Marco Formentini

© Riproduzione riservata