DENIM IS ALWAYS A GOOD IDEA

alessio guadagnuolo e jin seng

Ultimo appuntamento con la Lee Jeans tribe. Per concludere, MANINTOWN propone l’intervista con il mixologist Alessio Guadagnuolo, che, in occasione dell’evento organizzato al TOM- The Ordinary Market a Milano, ha preparato cocktail ricercati e raffinati, e con il DJ della serata Jin Seng, un cacciatore di ritmo appassionato di vinili.

Come ti descriveresti?

AG: Mi ritengo un ottimista di natura, determinato, curioso, sempre a caccia di “conoscenza”.
JS: Positivo, energico, curioso e spontaneo.

Come descrivi il tuo lavoro? 

AG: È un lavoro dinamico, creativo, artistico, in continua evoluzione.
JS: Non lo vivo come un lavoro, quanto piuttosto come qualcosa che stimola la mia empatia e la mia creatività e che mi permette di trasmettere un’emozione, qualsiasi essa sia, attraverso musica rigorosamente in vinile.

Come indossi il denim?

AG: Io con la moda ho un feeling semplice, mi piace vestire comodo. Un jeans abbinato alla più BASIC T-shirt bianca, per me è perfetto.
JS: Mi piace indossarlo abbinandolo a t-shirt bianca, occhiali da sole e sorriso smagliante.

Quando e quanto lo indossi?

AG: Lo utilizzo in molte occasioni, ma lo preferisco nel tempo libero.
JS: Praticamente sempre, ma lo indosso più facilmente nelle giornate di sole, non chiedetemi perché.

Che tipo di jeans preferisci?

AG: Personalmente preferisco jeans scuri e di taglio REGULAR. Sono un evergreen per me.
JS: Decisamente skinny, anche se in consolle o quando vado a ballare preferisco indossare dei regular per stare più comodo.

Come si lega il denim al tuo lavoro? 

AG: In modo perfetto! Noi del TOM utilizziamo il DENIM in gran parte del nostro “abbigliamento da lavoro”.
JS: Mi viene in mente la copertina di uno dei miei primi dischi “Revolution of the mind”, concerto live del maestro James Brown, dove lui veste interamente jeans con il suo stile inimitabile. È per me fonte di ispirazione costante e mi capita di immaginarlo vestito come in quella foto.

Cosa ti è piaciuto, in particolare, di questo progetto Lee? 

AG: L’atmosfera artistica e l’unione di diverse attività, tutte legate, però, da un unico scopo: sentirsi liberi.
JS: La cosa che più mi ha piacevolmente sorpreso di questo progetto è stato capire quanto il denim sia intramontabile: appartiene a tutti, indipendentemente dal tipo di lavoro e stile di vita, proprio come la musica.

www.lee.it

®Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata