KNIT ART: LA MAGLIERIA DI ROBERTO COLLINA

Dal loft- laboratorio bolognese, dove è ancora oggi ubicata al sede produttiva dell’azienda, Roberto Collina ingaggia, ad ogni stagione, una sfida alle tendenze di settore: dedicato ad un retail di fascia alta e caratterizzato dal rigoroso impiego di fibre nobili – dal cammello ai merinos super light, dalla sete all´ice cotton – il brand è una celebrazione di artigianalità e tradizioni con quel tocco iconico e di astrattismo classico che rende il Made in Italy fiero di essere definito tale.

Un’anteprima della collezione Spring/Summer 2017 svelata in occasione del Pitti spicca, incontrastato, un girocollo pennellato in 100%lino con trattamento hand paint (dipinto a mano) che è un capolavoro di lavorazione finissima ed elevata creatività: una polo camouflage in punto mouliné, dalla resa fresca e la praticità assicurata, una seconda polo, a righe beige e nero, caratterizzata da un gioco di texture su base di lino e cotone, ed una maglia maltinta realizzata su base indigo/denim, ironica e brillante, completano la preview che si conferma estremamente attenta alla lavorazione delle trame, la ricerca dei materiali e il sapore contemporaneo rendono ogni capo non soltanto legato a un concetto di moda puro ma più a un rigoroso e attento studio design e proporzioni.

Roberto Collina è uno dei knitwear brand più esclusivi e sorprendenti del momento. Presente in Francia, Belgio, Olanda e Germania, il marchio nato nel 1953 a Crevalcore – quella provincia bolognese che è sinonimo di artigianalità e saper fare – sta registrando un ottimo successo anche nei paesi asiatici come il Giappone e la Corea del Sud.

@Riproduzione Riservata

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi