Latte di riso: proprietà benefiche

Il latte di riso è una bevanda vegetale caratterizzata da un’alta digeribilità, particolarmente indicata per sostituire il latte vaccino. È molto usato anche in cucina, proprio per le sue innumerevoli proprietà, scopriamole insieme!

Cos’è il latte di riso

Il latte di riso ha origini vegetali, quindi non presenta lattosio né proteine del latte, sostanze cui diverse persone sono intolleranti o addirittura allergiche. Rispetto ad altri tipi di latte vegetale, come quello di cocco, di avena, oppure di mandorla ha un sapore più leggero e delicato. Inoltre, al contrario del latte di soia, più blasonato, non contiene fitoestrogeni, che sono delle sostanze vegetali molto simili agli ormoni femminili, che a volte interferiscono con il normale funzionamento dell’apparato ormonale.

Si ottiene facendo macerare i chicchi di riso nell’acqua, pressandoli ed aggiungendo degli enzimi. Infine, viene arricchito di addensanti e macronutrienti, dopo essere stato filtrato.

È abbastanza facile trovarlo nei supermercati, anche nei discount ad un prezzo competitivo e solitamente più basso di altre tipologie di latte vegetale.

Composizione del latte di riso

Grazie alla presenza di zuccheri semplici è altamente digeribile ed adatto agli sportivi ed alle donne in gravidanza. Alta è la percentuale di carboidrati e fibre, mentre minimo è l’apporto di grassi e proteine.

Per chi è adatto

Essendo altamente digeribile e non contiene lattosio è particolarmente adatto per chi è intollerante al lattosio, per chi segue una dieta vegetariana o vegana, e per chi soffre di disturbi gastrointestinali, proprio perché non appesantisce lo stomaco e non crea acidità. Anche chi soffre di celiachia spesso lo preferisce al latte vaccino, proprio per la composizione vegetale. 

Può essere consumato anche dalle donne in dolce attesa, a patto che non sia presente una patologia di diabete gestazionale, a causa della facile assorbibilità degli zuccheri. Per lo stesso motivo è molto apprezzato dagli sportivi o da chi effettua lavori molto pesanti a livello fisico.

Contenendo un basso livello di calorie è spesso inserito all’interno di diete ipocaloriche, 100ml infatti, contengono circa 40 calorie, meno della metà di quelle presenti nella stessa quantità di latte intero.  

Infine assieme a tapioca e semolino può essere utile per lo svezzamento dei neonati, poiché privo degli allergeni derivati dalle proteine del latte.

Controindicazioni del latte di riso

Se ne sconsiglia l’utilizzo in presenza di diabete o intolleranza glucidica, a causa dell’indice glicemico elevato, oppure se si soffre di candidosi, perché un’alimentazione ricca di zuccheri facilita la prolificazione dei batteri che la causano.

Consigli di utilizzo

Il latte di riso può essere a tutti gli effetti utilizzato come sostituto del latte vaccino, sia per la prima colazione, sia per la preparazione di dolci o di ricette salate, soprattutto se decidete di prepararlo home made, limitando il livello di zuccheri.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi