Veneta Cucine ospita un talk per celebrare il valore dell’eccellenza diffusa

Cosa s’intende, oggi, per Eccellenza? E come questo concetto può relazionarsi con le tante ed operose realtà produttive italiane?
Al talk promosso e ospitato da Veneta Cucine nello showroom di Foro Bonaparte a Milano, moderato da Maria Luisa Pezzali di Radio 24, hanno partecipato diverse realtà provenienti dal mondo del design, della cosmetica e del food, provando a tracciare un bilancio del rapporto fra Eccellenza, intensità e competenza.
Le parole di Dionisio e Daniela Archiutti, Vicepresidente e Art Director di Veneta Cucine, hanno voluto enfatizzare il ruolo della collaborazione fra aziende, le cosiddette partnership, ma anche l’importanza di valori semplici come la trasparenza, la vocazione manifatturiera e artigianale e la famiglia, vere e proprie cellule del Dna dell’azienda fondata nel trevigiano ben quarant’anni fa.
L’eccellenza, contrapposta al concetto di lusso, settoriale per definizione, deve essere inclusiva, democratica e accessibile a tutti: come hanno sottolineato i discorsi di alcuni manager e imprenditori presenti, fra cui Alberto Alemagna, co-fondatore del brand di alta pasticceria T’A, diffondere la qualità significa trovare una sintesi fra tradizione e innovazione, qualità e raffinatezza. In un mondo veloce, iper-connesso, dove il dinamismo produttivo sembra il tratto distintivo della perfezione, l’esigenza di eccellere è parte integrante dello sviluppo: dalla materia prima, alla filiera, al consumatore, la competenza è ciò che davvero distingue le aziende, l’elemento da raccontare, la caratteristica in più che crea empatia col consumatore.
L’Italia è un patrimonio di piccole, medie e grandi eccellenze: esaltarle è un dovere.

www.venetacucine.com

@Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata

x

x