IF! 2022: un successo da record per la nona edizione del festival

È calato il sipario sulla nona edizione dell’IF!Italians Festival, l’evento organizzato e promosso da ADCI – Art Club Directors Italiano e UNA – Aziende della Comunicazione Unite, con la partecipazione del main partner Youtube e del comitato IF!, sotto la direzione artistica di Alessandra Lanza. L’attesissimo appuntamento annuale si è svolto, come di consuetudine, presso i palinsesti di BASE Milano, dal 7 al 12 novembre.

L’ingresso dell’IF!Italians Festival 2022

In particolare, dal 7 al 10 novembre si è tenuto l’IF!DIGITAL PREMIÈRE: il format dedicato alla formazione digitale, con iscrizione gratuita, al quale hanno partecipato oltre 35 professionisti del settore. Erano 16, in tutto, gli appuntamenti previsti, andati letteralmente sold out con più di 1700 iscrizioni. L’11 e il 12 novembre, invece, si è tenuto l’IF!LIVE, con numerosi incontri dal vivo. Sono stati 8200 i partecipanti all’evento, un numero da record che ha confermato il desiderio di ritornare a vivere la magia del palco e della condivisione. Un’edizione dal successo senza precedenti, quest’ultima, che ha ospitato ben 63 ospiti nazionali e internazionali, per un totale di 31 incontri.

Un calendario colmo di eventi e ospiti per un focus sul multi-sfaccettato tema della gentilezza

Il primo importante concetto emerso è stato quello di Nudge, o “spinta gentile”, trattato nel workshop di Nicola Zanardi, CEO Hublab, Marco Giovannelli, direttore di Varese News, e Maria Croci, assessore alla Gentilezza del Comune di Malnate. Il tema, usato come trampolino di lancio per altre importanti riflessioni, è strettamente connesso all’impellente e necessario cambiamento culturale da attuare nelle aziende. Un obiettivo, questo, raggiungibile attraverso comportamenti sempre più sostenibili, in linea con l’ambiente e l’evoluzione umana.

Il Creative Business Partner Giorgio Ferretti ha illustrato invece, il significato della parola SHIFT, un termine che supporta i brand nel dialogo fra le tematiche di CSR (Corporate Social Responsability) e le strategie comunicative.

Il pubblico in sala (ph. courtesy of IF!Italians Festival)

Nella presentazione online, dal titolo Il POP, la rivoluzione gentile dei brand, Samantha Giuliani, Stefano Pagani e Antonio Incorvaia hanno delineato le nuove dinamiche dei brand, sempre più dipendenti dai racconti delle persone. Gentilezza, trasparenza e comunicazione si coniugano, pertanto, come i mezzi vincenti per imboccare la giusta via della sostenibilità.

Il talk A Piedi Nudi

La gentilezza è anche sottrazione, come hanno raccontato nel dibattito live A Piedi Nudi Elio Germano e Folco Terzani. A guidarli sul palco la giornalista Paola Maugeri, che con loro condivide e promuove uno stile di vitato talmente distaccato dalle attitudini di massa.

L’IF! Talk con Aurora Ramazzotti e Valeria Locati

Ma non è tutto, gentilezza vuol dire anche relazioni che funzionano. Valeria Locati e Aurora Ramazzotti, infatti, sono partite proprio da questo concetto, per poi fare un affondo da un punto di vista psicoterapeutico e generazionale. Giuseppe Morici, invece, intervistato da Giuseppe Mastromatteo, ha parlato del suo nuovo libro Leader ma non troppo, spiegando come è riuscito a fare di questo principio un vero e proprio stile di leadership.

Giuseppe Morici all’IF!Italians Festival 2022

IF! 2022 è poi riuscito a trovare, nella personalità di Omar Hassan, il connubio perfetto di forza e gentilezza. Il pugile e artista di fama internazionale, nell’intervista L’arte in pugno, firmata da Giuseppe Mastromatteo, ha raccontato al pubblico l’origine delle sua arte, realizzata colpendo le tele con i tanto amati guantoni da boxe intrisi nella vernice.

L’artista e pugile Omar Hassan

In seguito, i partecipanti hanno avuto modo di valicare i confini del mondo dell’hard con l’intervento de I Parlamondo, il trio composto da Saverio Raimondo, Diletta Parlangeli e Valentina Nappi. Nello specifico, i tre ospiti hanno parlato del ruolo della creatività nel mondo del porno.

Il trio I Parlamondo

Tuttavia, anche la gentilezza e la creatività dimostrano spesso di avere limiti. A questo proposito, IF!Italians Festival 2022 ha cercato di scardinarli, attraverso l’intervento di Guia Soncini, giornalista e scrittrice, e Davide Boscacci, membro del comitato organizzativo dell’evento. Nel loro talk, i due hanno analizzato pregi e difetti delle campagne pubblicitarie, spesso al limite del “tragicomico”, per cercare di rispondere allo spinoso quesito: “non possiamo davvero più dire nulla?”

Guia Soncini e Davide Boscacci

Marco Cappato, attivista politico, ed Edoardo Camurri, ci hanno messi di fronte a un tema estremamente delicato quanto visionario, quello della depressione; i dati in merito, pubblicati dall’OMS, sono infatti sconcertanti. Attualmente, 300 milioni di persone nel mondo sono affette da questa grave malattia, e tra questi circa il 20 % è resistente a qualsiasi tipo di cura consentita dal sistema. Pertanto, i due hanno voluto lanciare, sul palco di IF!, una nuova sfida comune: trovare terapie alternative che non inibiscano le capacità cerebrali dell’individuo di provare emozioni positive.

IF!Italians Festival 2022, La scommessa psichedelica

Inoltre, a calcare il palco di IF! ci sono stati anche due attesissimi intellettuali contemporanei: Umberto Galimberti e Roberto Saviano. Il primo ha tenuto un intervento dal titolo La creatività abita l’incerto confine tra ragione e follia, mentre Saviano ha chiuso in bellezza l’ultima giornata del festival con un’illuminante e sentita intervista, guidata da Giacomo Zanni, sul legame odierno tra brand e gentilezza.

Infine, l’IF!Italians Festival 2022 si è concluso, come da tradizione, con l’assegnazione dell’ADCI Awards, il riconoscimento dell’Art Directors Club Italiano che premia il talento di artisti emergenti in ambito pubblicitario. Quest’anno, ad aggiudicarsi la vittoria è stata la famosa agenzia Publicis Italy, con la campagna Bottega for Bottegas, realizzata per la griffe del lusso italiano Bottega Veneta.

In apertura, una foto del profilo instagram ufficiale del festival

© Riproduzione riservata