Miguel Gobbo Diaz alla Mostra del Cinema di Venezia con ‘Il tempo è ancora nostro’

L’attore Miguel Gobbo Diaz, di origine dominicana ma naturalizzato italiano, è un volto conosciuto grazie a diverse serie di successo, su tutte Nero a metà, che lo ha consacrato presso il grande pubblico.
Non nuovo al Festival del Cinema di Venezia, anche quest’anno è approdato in laguna direttamente dalla sua Vicenza, per un ottimo motivo: la presentazione del film di Maurizio Matteo Merli Il tempo è ancora nostro, presso lo Spazio Hollywood Celebrities Lounge, che vedremo in sala nel 2023.

Miguel Gobbo Diaz
Miguel Gobbo Diaz, ph. by Cosimo Buccolieri

Come racconta Miguel, non è la prima volta che si trova a collaborare con il regista, li accomuna anzi un rapporto di stima ed affetto reciproco.

Come ci sente il giorno prima dell’arrivo alla Mostra del Cinema di Venezia?

Direi molto bene, è un qualcosa che ogni attore ama e aspetta in ogni occasione in cui ci sia da presentare un nuovo progetto, in più sono in Veneto, a casa mia quindi, e indubbiamente mi sento in una zona di comfort che mi rende felice.

Nero a metà attori
Miguel Gobbo Diaz, ph. by Cosimo Buccolieri

“Questo progetto è un’ottima opportunità per dimostrare che Maurizio Matteo Merli è davvero un talento”

Cosa puoi dirmi riguardo il film appena presentato, Il tempo è ancora nostro?

Si tratta di un’opera prima, ma il regista, Maurizio Matteo Merli, ha una grandissima esperienza e tanti altri progetti in lavorazione; a mio parere, inoltre, è un bravissimo scrittore, non è la prima sua sceneggiatura che leggo, devo dire che sono sempre state tutte di ottimo livello, in più abbiamo un bellissimo rapporto. Ci conosciamo dal lontano 2014, quando abbiamo girato La grande rabbia di Claudio Fragasso; questo progetto è un’ottima opportunità per dimostrare che è davvero un talento.

Miguel Gobbo Diaz Instagram
Miguel Gobbo Diaz, ph. by Cosimo Buccolieri

Raccontami del personaggio che interpreti.

Il mio è un giovane antagonista che darà filo da torcere al protagonista Tancredi. Posso dirti che ruota tutto intorno all’ambiente del golf; molto bello quindi, perché parla di uno sport che fino a qualche anno fa era praticamente inaccessibile per le persone comuni, a causa dei costi elevati delle strutture ospitanti. Ora invece le cose stanno un po’ cambiando, è una disciplina che si sta avvicinando anche alle classi meno abbienti, dando delle opportunità a persone che potenzialmente potrebbero diventare dei campioni.
Il servizio che può fare il film è proprio quello di sensibilizzare il pubblico nei confronti di questa disciplina sportiva. Il mio personaggio, che si chiama Paco ed è veneto, è un campione al top sia a livello nazionale che internazionale, e allo stesso tempo riesce a riscattare la propria vita, sarà bello proprio per tutti gli intrecci che si sviluppano.

E tu? Sei appassionato di golf?

La verità è che mi sto avvicinando adesso a questo sport, anche se già qualche anno fa, mentre ero a Roma per girare Nero a metà, mi ero ritrovato a guardare alcune partite; devo dire che mi ha appassionato da subito, quindi ho provato, ho giocato e forse adesso mi allenerò. È una passione che potrebbe crescere.

Miguel Gobbo Diaz film
Miguel Gobbo Diaz, ph. by Cosimo Buccolieri

Credits

Talent Miguel Gobbo Diaz

Photographer Cosimo Buccolieri

Styling and production Romina Piperno

Grooming Kim Gutierrez @Studio Repossi

Press office Lorella Di Carlo

Agency TT Agency

Nell’immagine in apertura, Miguel Gobbo Diaz ritratto da Cosimo Buccolieri

© Riproduzione riservata

x

x