Trentino, 4 esperienze da fare d’estate a Madonna di Campiglio

Canyoning nelle acque cristalline dei fiumi trentini, ferrate in alta quota sulle Dolomiti, raccolta di funghi porcini (con regolare permesso e corrette modalità di raccolta), degustazione di prodotti tipici: il Trentino-Alto Adige d’estate è meraviglioso, tanto quanto d’inverno, e vanta la possibilità di realizzare numerosissime experience uniche, adatte per tutte le età.

Trentino canyoning 2022
Ph. Anselmo Prestini

Il canyoning nei fiumi della Val Brenta

A pochi passi da Madonna di Campiglio, nella bellissima Val Brenta, sarà possibile tuffarsi nelle fredde acque di montagna e percorrere tutta la valle grazie al canyoning, ai piedi delle mitiche Dolomiti. Quello che serve è solo una muta e un casco, per tenere la temperatura del corpo tiepida durante l’avventura. L’esperienza dura circa due ore, si può fare anche in gruppo: una guida preparerà il percorso e sarà sempre con voi durante il cammino. Nonostante quest’attività possa spaventare molti, in Trentino è davvero semplice e divertente: ci si può anche sbizzarrire con tuffi ed abbandonarsi ai colori unici dell’acqua estiva, un blu cobalto o turchese che si fonde nel verde del bosco. I paesaggi mozzafiato faranno da contorno al tutto, sembra di essere in una valle incantata. I più fortunati potranno vedere anche diversi animali lungo la riva, come camosci e cerbiatti.

Il panorama mozzafiato del sentiero delle Bocchette

Dolomiti Trentino escursioni 2022
Il sentiero delle Bocchette Centrali

Per i più avventurosi consigliamo la ferrata delle Bocchette Centrali: ci troviamo nel gruppo delle Dolomiti di Brenta, conosciute in tutto il mondo per l’inconfondibile profilo che creano le guglie slanciate e verticali contro l’azzurro del cielo. La via delle Bocchette attraversa il gruppo da nord a sud, collegando i rifugi e le svariate valli con un itinerario di più giorni senza eguali, passando tra i campanili, le pareti verticali e gli stretti valichi, ovvero le cosiddette “bocche” che danno il nome a questo sentiero attrezzato.

Il percorso racchiude una delle più panoramiche vie ferrate della regione, le Bocchette Centrali, un must per chi vuole trascorrere più giorni nel cuore della catena montuosa, senza mai scendere a valle e rimanere sempre a contatto con la natura. Per fare quest’avventura bisogna essere preparati, appassionati di montagna e avere tutto il necessario, soprattutto casco e moschettoni.

Passeggiare nei boschi della zona, in cerca di funghi

funghi porcini guida raccolta

Se volete invece optare per una bella passeggiata nel bosco in totale relax vicino Madonna di Campiglio, consigliamo la famosa raccolta di funghi porcini, soprattutto nel mese di agosto. In questo periodo la zona è ricca di funghi, se ne possono raccogliere fino a 2kg ciascuno. Tuttavia, è fondamentale essere consapevoli di cosa si raccoglie, senza sbagliare: il fungo sbagliato potrebbe essere letale. Nei momenti di “buttata” il bosco è un paradiso: centinaia di funghi di varie specie tappezzano il sottobosco. In Trentino, inoltre, è facile imbattersi nell’Amanita muscaria, spesso un segnale che indica proprio che nelle vicinanze ci saranno dei porcini.

Benessere, relax e buona cucina a Madonna di Campiglio

residence Hotel Ambiez
La piscina del Residencehotel Ambiez

Infine, per chi ama il relax e la buona cucina, a Madonna di Campiglio consigliamo la Spa del Residencehotel Ambiez e la cucina dell’Home Stube. Il primo, a soli 50 metri dal Grostè e dal Fortini, offre infatti una spa accogliente e una piscina panoramica affacciata sulle cime rosa delle Dolomiti.
In Trentino il benessere è una vera e propria filosofia di vita, per questo anche l’hotel non  rinuncia a regalare un angolo dove rilassarsi e rimettersi in forma, dimenticando lo stress. Ne è la prova la Spa Alpes Wellness, dall’atmosfera accogliente, intima e ricercata, con mosaici Bisazza multicolore che contrastano con il pavimento in pietra e legno di abete.

Home Stube Trentino
Un piatto dell’Home Stube

Terminata la fase relax, si possono degustare i tipici prodotti del trentino all’Home Stube, un luogo accogliente e allegro che, attraverso i suoi dettagli, racconta l’amore di una famiglia per la storia del paese, proponendo tutti i giorni piatti tradizionali e birre artigianali. Le portate vengono preparate in casa con gli ingredienti tipici del luogo, ricco di sapori, per un menù variegato che propone una vasta gamma di piatti, dai più leggeri a quelli più ricchi e sostanziosi, come stinco, polenta, e canederli. La passione per la birra, poi, ha portato il locale a dar vita a un piccolo birrificio; l’idea nasce dal desiderio di creare prodotti che racchiudano al loro interno un po’ di Madonna di Campiglio, attraverso l’impiego di acqua locale ed ingredienti del territorio.

Madonna di Campiglio ristoranti
Un’altra portata dell’Home Stube

Nell’immagine in apertura, la vista offerta dalla ferrata delle Bocchette Centrali

© Riproduzione riservata