Come fare yoga a casa: 3 posizioni facili da fare

Per avvicinarsi allo yoga servono solo un tappetino e una guida che indichi quali movimenti fare e in che modo. Certo, sarebbe sempre opportuno farsi seguire da un professionista per evitare movimenti azzardati o sbagliati, ma le posizioni base, possono essere eseguite con facilità.

Le Asana

Di stili di yoga ce ne sono davvero molti, ma tutti hanno in comune l’intento di collegare spirito, respiro e corpo in un movimento (che aiuti a riconnettersi con sé stessi con il proprio corpo e con l’ambiente circostante) e le posizioni, chiamate Asana. Ogni Asana ha una specifica funzione e un determinato livello di difficoltà sia in ambito muscolare che di flessibilità, ma con la costanza e con il rispetto del proprio corpo e dei propri tempi, se ne possono eseguire la maggior parte.

La pratica dello yoga, prevede il susseguirsi degli Asana con ritmi e modalità diverse, a seconda dello stile che si è scelto di praticare, allineando movimento e respiro.

3 asana da fare a casa

Se volete provare a fare qualche Asana da soli, senza il rischio di farvi male, provate queste tre posizioni base, e mentre le eseguite effettuate dei respiri profondi inalando dal naso ed espirando dalla bocca, cercando di mantenere lo stesso ritmo.  

1 Tadasana, la posizione della montagna

Tadasana, o posizione della montagna, è forse la più semplice da fare, perché in pratica richiede solo di stare in piedi seguendo delle accortezze. Innanzitutto talloni ed alluci devono restare uniti, tutta la pianta del piede deve essere salda a terra. Per trovare il proprio centro, potete dondolare avanti e indietro sui talloni e sulle punte. Il bacino non deve sporgere indietro, le spalle devono aprirsi verso l’esterno e gli addominali devono essere ben tesi. Le braccia possono essere stese lungo il corpo, con i palmi che “guardano in avanti”, oppure verso l’alto, con i palmi giunti. Cercate di mantenere l’equilibrio, aiutandovi guardando un punto fisso per almeno 30 secondi, e poi aumentate via via il tempo.

Con questa posizione, si migliora la postura, si equilibra il primo chackra, si tonificano gli arti inferiori ed i glutei. 

2 Sukasana, posizione facile

Sukasana è letteralmente la posizione facile! Si pratica semplicemente sedendosi a gambe stese. Una volta che sentite la schiena ben distesa, potete provare a piegare le gambe, fino a mettere, se ci riuscite, ogni piede sotto il ginocchio opposto. Cercate di mantenere la posizione, magari iniziando con un minuto e via via aumentate il tempo.

Questa posizione aiuta ad alleviare la tensione sulla schiena, favorisce la meditazione ed al contempo aiuta ad abbassare i livelli di stress. Se praticata con costanza aiuta a migliorare la postura e a riequilibrare il secondo chakra.

3 Balasana, posizione del bambino

Questa posizione viene eseguita ogni qual volta il corpo ha bisogno di fermarsi durante la pratica. È ottima per chi soffre di mal di schiena e per poter rilassare corpo e mente. Basta poggiarsi con le ginocchia sul tappetino con gli alluci che si sfiorano, ci si siede sui talloni, e si stendono braccia in avanti. Lasciando andare il busto, si può poggiare, se ci si riesce, la testa a terra o fin dove si arriva, mantenendo una posizione comoda e senza sentire dolore.

Questa posizione riduce la fatica fisica e lo stress, allevia i dolori cervicali, il mal di schiena e distende gli arti inferiori.

BORGO PIGNANO, IL LUSSO DELL’AGRITURISMO

Quando si parla di agriturismo la mente corre a una cascina spartana dove gli ospiti vengono risvegliati alle 5 di mattina dal muggire delle mucche, dove le attività extra contemplano passeggiate nei campi, raccolta delle uova o riassetto delle stalle. Si fa quindi fatica ad associare una struttura come Borgo Pignano (in provincia di Pisa fra Volterra e San Gimignano) al concetto di agriturismo. È vero ci sono i campi dove vengono coltivati il grano, la frutta e la verdura che si ritrova in cucina ma l’atmosfera di stanze, suite e maisonette è quella di un boutique resort. Insomma un agriturismo 2.0. molto lontano dall’insediamento dei cavatori di pietra di Volterra etruschi che fondarono il borgo ma sicuramente elegante e raffinato come la villa signorile del XVIII secolo che sorse sulle rovine del villaggio.

Borgo Pignano

Oggi, la tenuta si estende per più di 300 ettari fra boschi incontaminati, panorami fiabeschi con stagni e laghetti, orti coltivati secondo regime biologico e biodinamico. Dopo quindici anni di importanti interventi di recupero, architettonico e paesaggistico, condotti seguendo rigorose tecniche di restauro conservativo, la villa è stata suddivisa in quattordici eleganti stanze e suite, alcune delle quali presentano affreschi originali, tutte con bagno privato in marmo e travertino.

Adiacente alla villa c’è la Canonica, ovvero “la casa del prete”, che presenta alcuni elementi originali del XIII, come la costruzione in pietra, le arcate e le colonne, i soffitti a volta, i pavimenti in terracotta e gli affreschi perfettamente restaurati. In alcune camere si ritrovano anche particolari della prima edificazione della chiesa romanica del borgo dedicata a San Bartolomeo Apostolo, che è ancora consacrata anche se non viene più usata per le celebrazioni che si svolgono invece nella vicina Volterra. Buona parte degli edifici del Borgo sono stati convertiti a spazi adibiti all’ospitalità. Così si può scegliere di dormire nelle maisonette ricavate dalle antiche stalle, o nelle camere ottenute dalle case dove abitavano i contadini o ancora dai locali del casale. Ogni maisonette è indipendente e dispone di balconcini o terrazze private, camere da letto con bagno en-suite e cucina completamente attrezzata. L’arredamento e le decorazioni sono curati nei dettagli, mantenendo lo stile rustico toscano. Il grande casale “La Fonte”, è perfetto anche per ospitare retreats di vario tipo (yoga, pittura, musica e cucina).

Borgo Pignano in Tuscany

Una delle ultime novità è la SPA, un centro benessere dove i prodotti utilizzati sono totalmente biologici e creati appositamente dall’erborista del Borgo, Lisabetta Matteucci, esperta di piante officinali. Alla base di questi cosmetici ci sono le piante, aromatiche e officinali e gli ingredienti biologici prodotti nella tenuta. Il Borgo ha anche una propria galleria d’arte che ospita, oltre alle opere di artisti e scultori della zona, anche talenti emergenti nazionali e internazionali. Il Borgo infatti offre ospitalità a giovani artisti talentuosi, grazie al mecenatismo del proprietario sir Michael Moritz e alla collaborazione con la Royal Drawing School di Londra, fondata nel 2000 dal Principe Carlo d’Inghilterra.

Nell’ala ovest della villa c’è il ristorante Villa Pignano. Qui tutto esprime il concetto del “chilometro 0”. Non solo le pietanze, che lo chef Vincenzo Martella prepara utilizzando sole materie prime biologiche di stagione e provenienti dal territorio circostante, ma anche la mise en place vede protagonisti bicchieri e candelabri di cristallo, realizzati a Colle Val d’Elsa e portapane in alabastro di Volterra.

®Riproduzione Riservata

THE INSIDERS: CASTELLO DEL NERO

Un fine settimana nelle campagne fiorentine è la migliore soluzione per fare rifornimento di energia. Giochi di olivi chiari e di cipressi scuri accolgono la vista in un concetto di bellezza rigorosa, tra antico e moderno.

Il Chianti, tra vigneti e tradizione è la zona perfetta per rigenerarsi. Questo luogo situato tra Firenze e Siena ha il fascino della vacanza bucolica a pochi passi dal rinascimento. Al centro di esso sorge il Castello del Nero Hotel & Spa, aristocratica residenza di campagna del XII secolo, un hotel dal lusso discreto, perfetto per un soggiorno romantico, un tour eno-gastronomico o una ricorrenza speciale.

Circondato da 300 ettari di colline è considerato il primo hotel ad offrire un’esclusiva “destination Spa” con massaggi all’olio di oliva e trattamenti personalizzati oltre a poter vantare un ristorante One Star Michelin.

All’interno del Castello del Nero Hotel & Spa tutto parla di storia: arredi, affeschi, stemmi araldici e levrieri rampanti, simbolo della famiglia che lo costruì.

All’esterno, invece, la campagna toscana, forte e dolce insieme.

®Riproduzione Riservata

Beauty break: 4 indirizzi per la pausa di bellezza

Lo sappiamo bene, il benessere richiede tempo e dedizione, ma girando per il centro di Milano esistono spazi dove possiamo ricaricarci. Anche in 20 minuti. Siamo costantemente alla ricerca di luoghi in cui conciliare mente, corpo e spirito, ma nella quotidianità degli impegni e della routine lavorativa non sempre è possibile farlo. Sulla filosofia degli experiential store, eccovi delle oasi di relax e di bellezza, ideali per chi desidera concedersi una pausa dalla vita frenetica, ma ha poco tempo a disposizione.

Aveda Store – (Via Fiori Chiari, 12)

Il richiamo alla natura è il tema principale, che ha ispirato la creazione di questo spazio. Al centro della sala, il caratteristico Community Table di Aveda, tavolo realizzato in legno sul quale è posizionato un lavandino in pietra, circondato da quattro poltroncine per far accomodare i clienti e vivere un’esperienza con servizi dedicati, testando i prodotti del brand. Le Beauty Expert vi offriranno gli inconfondibili Aveda Rituals: un Aroma Sensory Journey con l’esclusiva collezione di aromi Pure-Fume™ per offrire un momento di benessere attraverso un viaggio sensoriale tra le essenze e un’Esperienza Anti-Stress, come i massaggi per testa, collo, spalle e mani per rilassare il corpo e alleviare le tensioni del giorno. Infine lo Styling Express, 5-10 minuti per rinvigorire e ridare forma alla propria acconciatura.

Blend Milano – (Via Marghera, 26)

In questo saloon boutique di tendenza possiamo scegliere tra servizi di Hair and Barber Styling, Beauty e Benessere. Infatti, convivono armonicamente una sezione dedicata ai capelli e l’altra ai rituali spa nelle ampie cabine di trattamento, una combinazione perfetta per chi è sempre di fretta e vuole ottimizzare. Il salone fornisce esclusivamente trattamenti e prodotti della massima qualità, ecofriendly, biologici e rispettosi sia della persona, che della natura.

Tonsor Club – (Via Palermo, 15) 

È il ritrovo per i veri gentlemen di Milano, uno spazio completamente dedicato alla cura maschile in cui genio del taglio e creatività dadaista si incontrano per rendere protagonista assoluto l’uomo contemporaneo. Ispirato al nome latino “tonsor”, che significa “barbiere” e che nell’antichità rappresentava per il mondo maschile un punto di ritrovo e condivisione della vita quotidiana, il Club non solo offre un servizio professionale, ma una vera e propria esperienza a 360°. È un luogo dove è possibile staccare dalla quotidianità, sorseggiare un drink, sfogliare un buon libro, mentre si ascolta un brano jazz e si vive l’antica tradizione della barberia italiana.

Clarins Skin Spa – (c/o Virgin Active Collection, Corso Como, 15)

Da un lato la boutique, dall’altro l’Istituto: uno spazio tutto Clarins dove poter scoprire segreti di bellezza e benessere che, associati ad un’attività sportiva costante, ne ottimizzano i risultati. La Spa offre la possibilità di evadere dai ritmi frenetici della routine quotidiana, tuffandosi in un universo unico, dove pulsa il DNA del brand. Oltre alle cabine di trattamento, lo spazio accoglie un inedito concept retail: Skin Beauty Express, look prêt-à-porter takeaway, veri e propri menu di bellezza completi per esaudire desideri specifici, racchiusi in accattivanti packaging da asporto!

®Riproduzione Riservata

La Sky Spa si prende cura dell’uomo

Nell’ottica della bellezza che non ha genere, all’Hotel Terme Merano, nella nuovissima, Sky Spa, ci si prende cura anche del benessere e della bellezza dell’uomo grazie agli esclusivi trattamenti studiati appositamente per il viso maschile. Per avere un viso rilassato, luminoso e giovane ci si può affidare a tre trattamenti: lo Scalp Treatment Men, un massaggio alla testa, il Radiant Eyes Men, che agisce sul contorno occhi, e infine il Men Power che ha una funzione idratante.

®Riproduzione Riservata

Il benessere gourmet delle vacanze nel sud Italia

Il sud Italia ha sempre un fascino misterioso e regioni come la Puglia o la Calabria, negli ultimi anni, hanno visto un incremento esponenziale delle presenze durante la stagione estiva. Luoghi rinomati per la bontà del cibo possono essere anche mete per il benessere del corpo: un viaggio tra le strutture più belle dove trovare entrambi i piaceri nel sud Italia.

La prima tappa del viaggio è la Puglia: ci troviamo al Vinilia Wine resort, a Manduria in provincia di Taranto. Il ristorante Casamatta è capitanato dalla chef Valeria Piccini, che fa scoprire una Puglia del gusto che riunisce i sapori di questa terra all’eleganza della cucina due stelle Michelin. Nel prato della dimora, al tramonto, le lezioni di tai ji con esercizi di Qi Gong coinvolgono i cinque elementi della natura. Ci si può tuffare, poi, nella piscina realizzata con cemento osmotico, che riproduce un fondale marino. Inoltre, è attesa l’apertura, per l’autunno, di una mastodontica spa con i trattamenti, a base di vino, che ora vengono fatti direttamente nelle camere.

Dalla Puglia un salto in Calabria: era chiamata nell’antichità “acqua disgustosa”, ma ora, nell’epoca del benessere, l’acqua delle Terme Luigiane è super ricercata, anche se impregna i vestiti e la pelle di zolfo, avendone la percentuale più alta d’Europa. Ogni due settimane prende vita la serata calabra: antipasto con salumi e formaggi tipici, la bruschetta con la ‘nduja, la marmellata di cipolle rosse di tropea e le polpette di carne sono solo alcuni degli spuntini proposti, per concludere con una serata danzante a tema calabrese nell’Hotel Terme Lunigiane della struttura.

Dalla Calabria basta attraversare uno stretto per trovarsi in Sicilia, nella splendida Taormina, qui al Belmond Grand Hotel Timeo si gode il “Sicilian Ritual”, all’interno del centro benessere della struttura: massaggi ai fiori di Neroli e trattamenti per i piedi, con la lava vulcanica della vicina Etna. Per chi vuole godere delle gioie del palato lo chef Roberto Toro, siciliano verace, riscopre la semplicità della cucina tipica sicula e propone, tra i piatti signature, la pasta alla Norma o con le sarde e il tonno in crosta di quinoa, con zucchine e salsa all’arancia.

Poco distante, a Castiglione di Sicilia e ai piedi dell’Etna, il Pìcciolo Etna Golf Resort & Spa offre un completo relax nel cuore del parco dell’Alcantara e dei Nebrodi: una spa di 1.000 mq con sauna, bagno turco, idromassaggio, water paradise, piscina idroterapica. Due ristoranti propongono una cucina ispirata alla tradizione siciliana, con la filosofia dello chef stellato Andrea Ribaldone: “Fresco, Italiano e Semplice”.

®Riproduzione Riservata

Milano e Benessere: nasce Elite Spa & Wellness

Elite Spa & Wellness integra i servizi estetici e i trattamenti corpo con l’attività fisica in palestra e l’alimentazione per garantire alla propria clientela un servizio di prim’ordine legato ad un concetto di wellness a 360°.
Con tecnologie all’avanguardia, Elite Spa & Wellness propone soluzioni che combinano l’allenamento, i trattamenti manuali e la depurazione dell’organismo dal suo interno: massaggi relax, drenanti, sportivi, tutti i servizi di estetica, percorsi benessere e radiofrequenza per ringiovanire, rassodare e modellare; epilderma laser, dinamic wave e in più trattamenti personalizzati in base alle esigenze di ognuno.
La splendida cornice dell’hotel 5 stelle Melia, presente anche a Capri, sono sono le prime location ad ospitare questa nuova realtà e a breve se ne aggiungeranno altre, a partire da Campione d’Italia.

www.elitewellness.it

@Riproduzione Riservata