VICKY LAWTON: THE VISUAL FANATIC

Vincitrice lo scorso anno del Creative Circle Award, per la Best New Female Commercials Director, Vicky Lawton è regista, fotografa, lavora al fianco di Rankin in qualità di Creative Director, ha diretto numerosi fashion film per rinomati marchi internazionali, tra cui Elie Saab e Chanel, e ha realizzato video musicali per artisti influenti, come Dua Lipa. Ecco qualche curiosità su questa talentuosa e camaleontica artista.

Ti definisci una “fanatica di elementi visivi”. Quando hai capito che le arti visive sarebbero diventate la tua professione?
Da quando ho iniziato a comprare Vogue a circa 14 anni e strappavo le pagine per utilizzarle come carta da parati. Poi mi sono interessata sia di moda che di fotografia, scattando dei servizi fotografici nella mia stanza e in giardino con i miei amici!

Come hai conosciuto Rankin?
Ho fatto uno stage da Rankin durante il mio secondo anno alla Kingston University, dove studiavo Graphic Design e fotografia. Ho fatto un tirocinio di tre settimane, siamo rimasti in contatto e mi hanno chiesto di tornare una volta completati gli studi.

Quali sono le tue principali fonti di ispirazione?
Mi piacciono da morire Irving Penn, Richard Avedon, Meisel, ma ammiro anche fotografi come Cass Bird ed Ellen Von Unworth, che hanno stili e approcci unici. Cerco attraverso blog, libri, visito più gallerie d’arte possibili, ma la mia più grande ispirazione è il cinema.

Come fotografa di moda, qual è il tuo rapporto con il fashion nella vita quotidiana?
La moda per me è un modo perfetto per riflettere il mio mood. È anche un’opportunità di sperimentare, sono una grande fan degli abiti vintage e mi piace visitare Los Angeles per trovare qualche pezzo unico e irripetibile.

Non ci sono così tante fotografe e registe famose. Credi che sia un ambito prevalentemente maschile?
Non più!

Quali profili social trovi particolarmente interessanti e perché?
Mi piace particolarmente @celestebarber, perché la moda può essere davvero divertente.

Qual è il tuo social media preferito?
È senz’altro Instagram. Rappresenta un’opportunità di vedere nuovi lavori, nuove idee e di mettere orecchie da coniglio sui miei selfie. Come si fa a non amarlo?

The Full Service is a one-stop creative entity that combines the strategic thinking of an advertising agency with the pragmatic problem solving of a production house.

thefullservice.co.uk
thegraft.uk
tonicreps.co.uk
rankin.co.uk

®Riproduzione Riservata

Aston Martin Vantage nel Film di Rankin

La nuova Aston Martin Vantage ha fatto il suo debutto con un portfolio unico di immagini e film di Rankin, uno dei fotografi più famosi di questi tempi; lui celebra la nuova forma dinamica di Vantage e il suo carattere aggressivo. Da un lato, nel film si esplora il tema dei limiti, dall’altro la macchina viene raffigurata come un oggetto artistico; non mancano droni e inseguimenti d’auto che creano una storia dinamica che sfocia nel drammatico. Il modello Vantage, nato letteralmente sui circuiti e realizzato a mano in Inghilterra, è il secondo nato dal 2nd Century Plan, ed è di gran lunga il più improntato a una visione sportiva.
La visione artistica di Rankin è basata sul concetto ‘beautiful won’t be tamed’.       

®Riproduzione Riservata

 

3 NUOVI FILM PER LA FRAGRANZA UNISEX DI RANKIN

Sesso, sensualità e liberazione fungono da ispirazione per l’erotica e voluttuosa campagna S&X #roundtwo di Azzi Glasser e The Full Service, con cui Rankin celebra la sua nuova fragranza unisex, un omaggio erotico all’essere umano, concepito da The Full Service come una nuova serie in tre parti. Rankin cattura il desiderio mutevole tramite un’immagine, mentre Azzi, fragrance designer, lo fa tramite i suoi aromi. La fragranza, intitolata The Perfumer Story, è descritta come: ‘ una sinfonia edonistica di note che raccontano la storia del contatto tra corpi, la bellezza del contatto fisico e più di tutto i ricordi duraturi, persistenti’.
In questi film Rankin si focalizza sull’idea della sessualità universale e questo profumo è sicuramente la modalità perfetta per raggiungere questo ideale.

®Riproduzione Riservata

 

 

IL PESO (PIUMA) DELLA VALIGIA

Come deve essere la valigia perfetta? Leggera, resistente, alla moda. Così ha risposto Samsonite con una campagna globale d’eccezione, scattata dal celebre ritrattista e fotografo di moda Rankin, intitolata The Serious Traveller, dove nove influencer di fama internazionale sono ripresi mentre mostrano con ironia le funzionalità del loro bagaglio, che rende i loro viaggi ancora più confortevoli. Tra i prescelti anche il solista del Royal Ballet e volto della moda Eric Underwood e la modella, presentatrice, DJ e blogger Charlotte De Carle. Samsonite ha incontrato le esigenze di chi, come loro, deve affrontare viaggi frequenti, coniugando funzionalità e stile: la nuova collezione Curv® combina i migliori materiali e le più moderne tecnologie con design innovativi e sempre attuali, che assicurano forza e protezione senza aggiungere ulteriore peso. L’estrema attenzione ai dettagli caratterizza anche l’interno, rivestito da un morbido tessuto extra, e organizzato in pastiglie divisorie con nastri incrociati regolabili, per mantenere tutti i capi perfettamente in ordine. MANINTOWN ha intervistato i due influencer per voi.

Eric:

Qual è la caratteristica più importante che deve possedere una valigia per te?
Considerando che sono spesso in giro, deve essere sicuramente leggera.

Come hai iniziato a ballare? Avresti mai immaginato che sarebbe diventato il tuo lavoro?
Ho iniziato a ballare dopo essermi dimenticato la mia battuta durante un provino come attore. Ho visto alcune ragazze che facevano delle spaccate in preparazione di un provino di danza e ho pensato che avrei provato a ballare. Non avevo idea che ci fosse la possibilità che potesse diventare il lavoro dei sogni.

Che rapporto hai con la moda?
Mi sono sempre interessato alla moda, e lavoro anche come modello. Inoltre apprezzo molto l’abbigliamento da uomo fatto bene!

Chi sono le tue icone di stile?
Sammy Davis jr. e Frank Sinatra

Quali passioni hai oltre la danza?
Ho avuto l’opportunità di lavorare in televisione qualche volta ed è un’attività che mi piace e mi appassiona.

Hai un sogno o un progetto che desideri realizzare?
Ne ho diversi che mi piacerebbe perseguire e spero si realizzino. Restate sintonizzati! (ride. N.d.r.)

Charlotte:

Qual è la caratteristica più importante, per te, che deve possedere una valigia?
Non sono sicura di poterne scegliere una sola sinceramente. Per i viaggi frequenti ci sono molti fattori da tenere in considerazione. Ho bisogno di una valigia resistente, perché tutti sappiamo che negli aeroporti non si occupano dei bagagli al meglio. Ho bisogno anche che sia maneggevole, per poterla trasportare facilmente e che sia bella. È per questo che adoro Samsonite.

Cosa non può mancare nella tua valigia?
Sicuramente il deodorante. Non mi importa di non avere vestiti, di avere il viso sporco o di non avere il mio tè preferito, ma le mie ascelle devono essere fresche (ride. N.d.r.)

Parlando di stile, chi sono le tue icone?
A essere sinceri mia madre è la mia icona di stile. Lei non ha un budget enorme, ma riesce sempre a sembrare elegante. A lei piace anche rischiare, cosa che è ammirevole. I suoi pantaloni in PVC sono una vera sorpresa!

Sembri una persona molto giocosa, qual è il tuo segreto per vedere sempre il lato positivo della vita?
La vita è troppo breve. Non c’è bisogno di preoccuparsi di ciò che gli altri pensano o fanno. Fai ciò che ti piace, che ti rende felice perché alla fine della giornata la vita è un dono, perciò focalizzati sul presente.

Hai un sogno o un progetto che vorresti realizzare?
Sinceramente il mio sogno è sempre stato quello di portare agli altri gioia e una piccola distrazione dalla vita di tutti i giorni. Dunque, lavorare con Rankin a questo servizio fotografico è stato meraviglioso perché amo tutta la creatività e il divertimento che ha messo in questi scatti. Il mio obiettivo finale è, probabilmente, quello di continuare quello che sto facendo, ma su una scala più vasta. Prendere esempio e diventare grande o tornare a casa!

®Riproduzione Riservata

Rankin in mostra alla CAMERA WORK GALLERY

La CWC GALLERY di Berlino ospiterà un’esibizione delle opere di Rankin, uno dei fotografi viventi più rispettati al mondo. La mostra, intitolata semplicemente “Rankin”, include più di 50 opere create dall’artista dal 1995 a oggi. I visitatori sono invitati ad accedere al suo affascinante mondo. I lavori presentati appartengono a progetti differenti- includenti gli iconici nudi di top-model come Heidi Klum, Kate Moss e Gisele Bündchen, ritratti di artisti celebri, per esempio David Bowie. Tutti i capolavori vanno oltre le convenzioni, Rankin ha l’abilità di attraversare le frontiere artistiche, creando la sua idea di bellezza e degli standard al di fuori della consueta ordinarietà insita nelle fotografie.  Le sue opere sono parte di collezioni private e pubbliche e sono state esposte in tutto il mondo, ancge al NRW Forum a Dusseldorf, al Kunsthalle Rostock e al National Portrait Gallery di Londra.
RANKIN
dal 25 Febbraio al 1 Aprile 2017
CWC GALLERY
Augstrasse 11-13
10117 Berlino- Germany
rankin.co.uk
camerawork.de
®Riproduzione Riservata

Pamela Anderson per Coco de Mer

Coco de Mer, il lussuoso marchio di lingerie, in occasione di San Valentino, presenta un film per invogliare le donne a riprendere in mano il controllo di questa giornata. Il video è stato realizato da Rankin e vede Pamela Anderson, Coco de Mer ambassador, come la protagonista di un sovversivo film umoristico. Nelle scene, Pamela Anderson fa ritorno a casa nel suo appartamento. Nel momento in cui l’attrice si sveste e si prepara per la sensuale notte di San Valentino, siamo indotti a credere che lei stia aspettando un uomo. Invece, il film sorprende il pubblico. Basato sull’ironia,  il sentimento dominante è il senso di leggittamazione della donna.  Riguardo a Pamela, Rankin dice che l’attrice sia stata la figura ideale per giocare con la percezione delle persone su San Valentino.  The Full Service agency- con sede a Londra- è stata ideata da Rankin, produce intere campagne in un edificio, dalla creazione alla produzione. Adesso Maruska Mas è stata nominata come  loro Director Managing. Sul progetto la direttrice dice che l’obiettivo dell’agenzia è spingere l’advertising di un brand oltre i limiti, infatti la collaborazione con Coco de Mer è il perfetto esempio di questo e della loro passione per i brands. Questo film è solo l’inizio di una collaborazione che  vede coinvolti insieme  The Full Servive, Pamela Anderson e Coco de Mer.

www.coco-de-mer.com

® Riproduzione Riservata

 Video Credit: The Full Service agency

S&X By Rankin: un profumo che osa

S&X nasce dalla collaborazione dell’iconico fotografo Rankin con la fragrance designer Azzi Glasser, creatrice del proprio brand The perfumer’s Story by Azzi.
Il profumo è la traslazione di immagini e percezioni: ciò che Rankin riesce a fare con l’obiettivo, catturare l’essenza in fotogrammi, Azzi sa farlo col senso olfattivo, racchiudendo in un flacone il desiderio di qualcosa di provocante, misterioso ed eccitante.

 www.theperfumersstory.com

@Riproduzione Riservata

Rankin firma lo spot di The Macallan, brand di Whisky d’eccellenza

Rankin ha collaborato col brand scozzese, produttore di Whisky, The Macallan per il lancio di “Double Cask”, un distillato dal gusto intenso e avvolgente.
Il risultato è uno spot di fortissimo aplomb visivo, al confine fra un film di moda e un cortometraggio surreale: protagonisti sono i modelli Tuuli Shipster e Max Rogers: il regista ci porta in un mondo parallelo, visionario, attraverso un gioco di specchi e sensazioni, come un Alice contemporanea, il protagonista   comincia un viaggio sensoriale fra le identità e il gusto.
Una metafora di circa un minuto sugli strati sottili del double cask, e anche sulle doppie identità, su ciò che ci lasciamo essere quando decidiamo di cambiare: alla fine il protagonista riemerge dal mondo fantastico, è di nuovo in un bar circondato da amici; le immagini e la potenza del brand scozzese, l’elegante bottiglia oggetto della pubblicità, bucano lo schermo.
Double cask: un’esperienza ben più grande di un semplice liquore.

www.themacallan.com

@Riproduzione Riservata

 

Quando meno e più

È uno dei fotografi più famosi al mondo, un editore di magazine di successo da Dazed and Confused ad Hunger, amante dei cani, del cinema e innamoratissimo di sua moglie, la top model Tuuli. Rankin, all’anagrafe John Rankin Waddel, ha raggiunto traguardi di successo ineguagliabili dagli anni 90 ad oggi, delineando uno stile sperimentale, diretto e riconoscibile. Eppure ci dice che è alla scoperta di una nuova forma di fruizione della fotografia, quella che punta sulla spontaneità e sull’impatto che ha sugli occhi di chi la scopre. Ha infatti inaugurato a dicembre una delle sue mostre più radicali: Less is more. Curata da Ulrich Ptak alla Kunsthalle Rostock e concepita come una retrospettiva dei suoi lavori più sperimentali e controversi stampati in maxi scala, la mostra vuole prima di tutto scuotere lo spettatore, costringerlo a riflettere su quello che sta vedendo. Sia che lo ami o che lo odi. Per Rankin non ci sono mezze misure, né mezze emozioni, né mezze risposte. Ecco cosa ci ha detto.

Ci racconti il concept di Less is More?

Il significato è alla base di tutto, si riesce a vedere di più vedendo di meno. Una riflessione sul modo in cui consumiamo immagini ogni giorno, bombardati dai click e condivisioni, dove vedere meno per un attimo può evocare emozioni e significati più profondi. Ho scelto di far stampare le immagini su grande scala in modo che chi entrasse nello spazio avesse la sensazione di essere in presenza di un’installazione. Volevo il fattore “wow”, creando qualcosa che sa magico, che ti rimane impresso.

Cosa ne pensi di tutta questa voglia di apparire?

La trovo davvero una cosa noiosa. È come se tutti volessero creare il brand di noi stessi. Lo trovo davvero triste.

Cos’è secondo te la vera bellezza?

Non ho dubbi: mia moglie.

Cosa ne pensi del fenomeno curvy?

Non penso che sia un fenomeno, forse se ne parla di più oggi ma esiste da un bel po’. Tutto quello che posso dirti è che amo donne e uomini di ogni taglia e forma. La bellezza è negli occhi di chi la guarda.

Qual è la parte del tuo lavoro che ami di più?

Mi piace proprio l’atto in sé, è quello che mi dà la carica, è la mia visione sul mondo.

Quali sono i segreti di un bravo fotografo?

Non rubare l’anima di nessuno. Mi piace giocare con chi ho di fronte all’obbiettivo ma non voglio cambiare l’attitudine di nessuno. La foto è un’espressione di se stessi, deve essere scattata con serietà e allo stesso tempo non va presa con serietà. Ogni scatto deve essere spontaneo, seguo il mio istinto e documento la mia impressione di chi ho di fronte. L’energia di ognuno deve essere percepita in ogni foto.

Qualcuno che non hai ancora fotografato…?

Barack Obama, salterei di gioia se avessi l’opportunità di potergli scattare un ritratto.

A parte la fotografia quale altre passioni hai?

Mi piacciono molto i cani, ho una vera passione per questi animali incredibili. Trovo incredibilmente rilassante guardare film.

Se non fossi stato un fotografo cosa avresti voluto essere?

Un editore di riviste, sono riuscito a fare anche quello!

 

Less is more curata da Ulrich Ptak, fino al 28 Febbraio 2016 presso il Kunsthalle di Rostock – Hamburger Str. 40, 18069 Rostock, Germania.

 

@All Rights Reserved