I piedi dell’architetto: il balcone perfetto anche in inverno

Inverno in città? No problem, se riusciamo a creare un’atmosfera calda e accogliente anche sul nostro balcone di casa! Anche al freddo dell’inverno milanese, possiamo goderci qualche momento di relax sui nostri balconi, ma dobbiamo sistemarli e arredarli per bene.



Durante la stagione fredda, anche se gli spazi esterni vengono utilizzati molto meno rispetto alla stagione estiva, è importante renderli accoglienti e ordinati, scegliendo le giuste decorazioni e i giusti arredi. In un balcone invernale non mancheranno lanterne e candele a rendere l’atmosfera confortevole e suggestiva. Sulle sedute saranno invece posizionate coperte e morbidi cuscini, per riscaldarsi durante le ore più fredde.


Per ricreare l’atmosfera rilassata e accogliente di una baita di montagna in poche e semplici mosse sono interessanti questi dettagli firmati Westwing! Candele, cuscini, coperte calde e morbidose, proprio quello che ci vuole per rilassarsi mentre si legge un libro e si sorseggia una cioccolata calda!


A chi non piace l’idea di una serata davanti al camino acceso con un buon libro in mano e la mente rilassata? Questo fantastico scenario, vero e proprio elisir detox per il corpo e lo spirito, può essere vissuto anche… in terrazzo. Per riuscirci servono però un comodissimo divano per esterni, coperte e cuscini, e magari un caminetto. In quest’ultimo caso ci si può divertire trovando degli abbinamenti con la cromia degli altri elementi d’arredo o con il colore principale della casa.



Se disponi di uno spazio riparato posiziona in un angolo del terrazzo un tavolino con due sedie: per tutto l’inverno sarà il punto in cui prendere una boccata d’aria, leggere e pensare. Usa un vaso colorato per coltivare il cavolo ornamentale, che resiste anche alle basse temperature e necessita di poche cure: grazie alle sfumature intense dal bianco al viola darà un tocco di poesia. Crea una decorazione romantica con rami sempreverdi, ginepro e bacche: puoi intrecciare i rami e posizionare al centro una candela colorata. Biancospino, dalle tenere bacche bianche sfumate di porpora e agrifoglio, utilizzato fin dall’antichità durante le celebrazioni del solstizio d’inverno, porteranno colore e allegria. Sul tavolo o negli angoli del balcone aggiungi due lanterne, per avere una calda luce accogliente nelle buie sere invernali.

Non ti sembra di essere già più rilassato, solo a vedere queste immagini?

DESTINAZIONI PER L’INVERNO

Nell’eterna indecisione su come programmare le vacanze invernali, tra lontane mete esotiche o le affollate capitali europee riscopriamo le nostre Dolomiti, montagne che tutti nel mondo ammirano e che sono capaci di regalarci skyline suggestivi e atmosfere mozzafiato in ogni stagione. Anche le strutture non scherzano, molti hotel alpini ormai non hanno più nulla da invidiare ai nomi più chic di città. Questi hotel hanno tutto ciò che ci si aspetta da una struttura di montagna: sono sulle piste per cominciare subito la giornata, oppure lontani da tutto per sentire solo il silenzio delle, hanno spa e piscine sensazionali con vista bosco, ristoranti gourmet o stellati.

Questo inverno, in Alto Adige scopriamo alcune novità dal lusso irresistibile, perfetti per le coppie, per le famiglie oppure per un detox retreat in solitaria.  Insomma se amate questa regione ecco dove andare assolutamente per una vacanza al top, in tutti i sensi.

 

Alpina Dolomites Health Lodge & Spa

A 1860 metri della località Compatsch, sorge l’Alpina Dolomites Health Lodge & Spa, hotel a 5 stelle della catena Leading Hotels of the World la cui struttura, costituita da tre unità collegate fra loro e da un edificio circolare a sè stante, è stata edificata secondo criteri ecologici finalizzati a ottenere il minimo impatto ambientale e un basso consumo energetico, secondo un innovativo concept architettonico che ha fatto suoi i suggerimenti della natura circostante: edifici in legno, pietra e vetro, inseriti perfettamente nell’ambiente coniugano design accattivante e vocazione eco, all’insegna di una sostenibilità a 360°.  Se oltre allo sci e ai paesaggi siete alla ricerca del benessere è la scelta più giusta, grazie alla proposta olistica dell’Alpina SPA, fiore all’occhiello dell’hotel, premiata nell’ambito degli Spa Traveller Awards come Best Spa Hotel / Resort e per il miglior Programma Detox.

Hotel Lamm

Incastonato alle pendici dell’Alpe di Siusi, al centro di un paesino medievale, l’Hotel Lamm di Castelrotto è tornato finalmente a splendere. Dopo un attento restyling che ha saputo conciliare il fascino della tradizione, leggermente rivisitato, con un design moderno, elegante e unico.

Tra i punti forti della struttura,  il ristorante Zum Lampl che è il tempio dello chef Marc Oberhofer, che ogni giorno regala specialità della tradizione altoatesina reinterpretate e create usando esclusivamente ingredienti locali, di stagione e di alta qualità provenienti dall’Alto Adige. Il bar annesso invece è il vero punto di riferimento per ospiti e non: dotato di grandi vetrate affacciate sulla piazza di Castelrotto è un punto eccezionale per osservare la vita del paese. Spettacolare, all’ultimo piano dell’hotel l’oasi spa: un’ampia e raffinata area wellness.

PURMONTES Private Luxury Chalet

Il Purmontes è un meraviglioso complesso di chalet con 5 suite di recentissima apertura. La contemporaneità è sapientemente legata alla tradizione, mentre il benessere è interpretato in un modo totalmente nuovo dove il rapporto stretto con la natura e la scoperta della sua varietà e delle sue meravigliose caratteristiche giocano un ruolo fondamentale. La luce è protagonista degli spazi dei 5 chalet-suites, ognuno dei quali ha un’ infinity pool privata, grande terrazza o giardino e camino; accanto troviamo il maneggio dove cavalcare ed esplorare i panoramici dintorni.

 

®Riproduzione riservata

RIPARARSI DAL FREDDO CON STILE

Maglione o cardigan? La scelta è ardua. Il primo è sinonimo di comfort e di uno stile rilassato, mentre il secondo è indubbiamente più funzionale, perché permette di giocare con diverse sovrapposizioni, senza mai scompigliare i capelli. Senza sottovalutare la comodità delle piccole tasche laterali.
Elemento irrinunciabile in questa stagione è il maglione. I capi in lana o cashmere sostituiscono, anche in ufficio, il tradizionale abbinamento giacca e camicia. Scegliendo il tessuto e le proporzioni adatte, è un capo che si adatta a tutti i tipi di fisico, slanciando le corporature più robuste e valorizzando i fisici più asciutti.
I modelli a tinta unita sono più formali ed eleganti, quelli colorati o a fantasia, invece, diventano i veri protagonisti del look, per cui vanno abbinati a elementi più semplici e monocromatici, come suggerisce, ad esempio, Prada. Molto di tendenza anche le lavorazioni a coste o intrecciate con un filato più robusto che interrompono la monotonia del capo senza alterarne la vestibilità. Sulle passerelle di questo autunno/inverno i brand hanno puntato anche su diverse allacciature, asimmetriche e laterali, e sull’introduzione di parti in materiali diversi.
Il dolcevita, soprattutto di colore scuro, si può indossare sotto la giacca di un abito, oppure da solo abbinato a un semplice jeans. Il maglione con scollo a V, invece, è preferito in abbinamento a una camicia o una polo, se si vuole apparire più ordinati. Questo modello fa apprezzare il nodo ben fatto della cravatta, messo in evidenza dallo scollo, che non deve essere eccessivamente profondo. Per occasioni più casual, si può optare per la classica t-shirt a scollo tondo. Nel caso del maglione girocollo si pone un quesito: il colletto della camicia va messo dentro o fuori? Sia con una camicia botton down sia con una classica, il colletto deve essere sempre infilato sotto il girocollo.
Da una sciabolata sferrata alla maglia d’ordinanza dell’Esercito Inglese ad opera del conte di Cardigan nasce il capo che noi tutti conosciamo. Dimenticate gli anonimi cardigan associati alle persone di una certa età, oggi questo capo è di gran tendenza, grazie a dettagli che lo rendono un passe-partout indispensabile dello stile informale.
Sono tanti i modi in cui il cardigan può essere interpretato: dal modello con allacciatura asimmetrica indossato da Steve McQueen, allo stile più classico di Paul Newman, a Woody Allen, che gli ha conferito un’aurea intellettuale, fino ad arrivare a Kurt Cobain, che lo ha trasformato in un must dello stile grunge, portandolo aperto con sotto una semplice t-shirt.
Che presenti la classica fila di bottoni o la più moderna cerniera, il cardigan può essere indossato direttamente come maglia per un look casual o come sottogiacca in occasioni più formali. Inoltre non va mai abbottonato del tutto, ma lasciato leggermente aperto sul torace o in corrispondenza della cinta. Brunello Cucinelli lo propone in proporzione over da indossare come soprabito con camicia e cravatta sottile, mentre Hermès predilige lo slim fit, inserendo intarsi in pelle scamosciata da sovrapporre a una t-shirt e da portare dentro i pantaloni. American Vintage opta per il morbido collo sciallato, così come Drumohr, in versione oversize, che gioca con colori e fantasie.

®Riproduzione Riservata

 

Le nuove UltraRange Hi della Vans

Vans affronta l’inverno con un rifacimento dell’UltraRange, la nuova UltraRange Hi dal design innovativo: una nuova struttura high-top. Questo modello offre supporto e ammortizzazione alla caviglia, nonché estremo comfort e versatilità. Le principali caratteristiche sono la fodera calda e una tomaia in pelle scamosciata con trattamento idrorepellente antipioggia, un’intersuola stampata a compressione e una costruzione senza cuciture.
La collezione UltraRange sottolinea la mentalità ancora più aperta del marchio nel creare modelli che offrono comfort superiore, leggerezza, aderenza e maggiore flessibilità, il tutto combinato allo stile senza tempo di Vans.

®Riproduzione Riservata

 

LA POCHETTE IN CACHEMIRE DI EYELET MILANO

Eyelet Milano dà il benvenuto all’inverno vestendo le nuove pochette double face di cachemire 100%. Sono disponibili in 7 colori, uno per ogni giorno della settimana, inoltre, con un semplice gesto è possibile invertire il colore magari per un outfit particolare o per adattare la pochette al proprio umore. In bella mostra appare il bottone cucito a mano, l’immancabile firma del brand.

®Riproduzione Riservata

 

K-WAY: capi-spalla per tutti i gusti

La collezione Q3Q4 2016 di K-Way® rappresenta un ulteriore progresso del brand verso una proposta sempre più varia, per un mercato in continua evoluzione, senza mai tradire i valori che hanno decretato il successo del marchio. Una collezione completa, in grado di soddisfare ogni esigenza di stile, protezione e funzionalità.
La proposta K-Way® per l’inverno 2017 si arricchisce di tre famiglie di prodotti: i capi Wool Padded, realizzati in lana 2 strati con l’aggiunta di una calda imbottitura interna, la famiglia Wool 3Layers, caratterizzata dall’utilizzo di un tessuto brevettato in lana 3 strati, e la famiglia Bonded. con tessuto interno in pile ed esterno impermeabile, traspirante e antivento.
K-Way® propone anche i modelli Gastone, Jonas e Hugo che coniugano efficacemente il look cittadino con la tecnicità di capi sportivi, grazie alla funzionalità del Micro Twill, del Thermo Super, Thermo Heavy, e al design urban.
Completano la collezione i capi della linea R&D Direct, haute couture del marchio: pezzi da collezione tra cui giacche ispirate alle divise di Buckingham Palace, capi dagli inserti supertecnologici in Nylon laserato, lane sfrangiate a mano.

www.k-way.com

@Riproduzione Riservata

 

Ecco le Winter Jacket di Sergio Tacchini

Sergio Tacchini propone una selezione di capispalla da indossare per l’inverno, giacche pensate per sfidare le giornate più fredde sia in montagna che in città.
Il design prende ispirazione dal mondo dello sport, le forme e i volumi sono infatti studiati per garantire la massima vestibilità e comfort, mentre i tessuti performanti spaziano da materiali tecnici in micro ripstop e interni in softshell. I colori stagionali sono sulle tonalità del nero, dei grigi e del blu. Sono giacche dall’anima sportiva, rivisitate in chiave urbana, che ben si adattano ad un uso cittadino.

www.sergiotacchini.com

@Riproduzione Riservata

Black Camo firmato Hydrogen e Duvetica

Black Camo, by Hydrogen e Duvetica, è un piumino unisex realizzato in nylon trattato idrorepellente con l’originale stampa mimetica total black Hydrogen, effetto ton sur ton lucido su opaco, con imbottitura in piumino d’oca francese.
L’altissima qualità e il design contemporaneo di Duvetica si uniscono perfettamente allo stile inconfondibile di Hydrogen. Il camouflage e l’applicazione sul braccio sinistro del teschio logo di Hydrogen, con tecnica a microiniezione, caratterizzano l’iconica full-zip jacket Duvetica.

www.hydrogen.it

@Riproduzione Riservata

Gli scud-à-porter DEEJAY per combattere l’inverno

Quest’anno, in scooter, non temere pioggia e freddo! Su DEEJAY Store, vetrina virtuale su piattaforma Amazon, è disponibile una line-up unica e super cool di coprigambe che ti proteggono, per non abbandonare mai la tua passione di sempre!
Gli scud-à-porter DEEJAY realizzati in collaborazione con Tucano Urbano, brand leader nella produzione di abbigliamento e accessori per le due ruote sono un indispensabile must-have della stagione in limited edition.
Gli scud-à-porter DEEJAY sono compatibili con tutti i modelli di scooter a pedana piatta e sono dotati di montaggio semplificato a due punti d’ancoraggio. L’esterno è realizzato in nylon pesante mentre la membrana interna 100% impermeabile e l’imbottitura termica in ecopelliccia removibile assicurano massima difesa contro le basse temperature.
Tutto questo senza rinunciare al tocco personale! Gli scud-à-porter DEEJAY sono infatti disponibili in tre differenti versioni tra cui scegliere quella che più si avvicina al proprio stile.

www.deejay.it

@Riproduzione Riservata

Goodyear cambio stagionale

Le tipologie di automobilisti sono tante e difficili da elencare; sono un universo eterogeneo che va da chi vive l’auto come un proprio “avatar” e per lei è disposto a sacrifici al limite del razionale fino a chi invece la considera un semplice strumento per spostarsi da un luogo all’altro.
Esiste però un denominatore comune che dovrebbe valere per tutti; l’effettiva sicurezza del mezzo che stiamo guidando. In quest’ottica scegliere il giusto pneumatico per la nostra auto è il regalo migliore che possiamo fare a noi stessi.
La fine della stagione invernale ci ha dato l’occasione perfetta per provare il sito www.letuegomme.it. Qui Goodyear ha realizzato un test che in pochi passaggi ci aiuta a capire quale sia la scelta di gomme migliore in base al tipo di auto e all’uso che ne facciamo.
Il test è semplice ma preciso; nel mio caso infatti ha confermato il doppio treno di gomme, invernali ed estive, che da sempre è la scelta che ho fatto per l’auto di tutti i giorni.

@Riproduzione Riservata