Gli accessori tech da avere adesso

Il mondo delle cuffie è sempre più in evoluzione, soprattutto negli ultimi anni, portando ad una differenziazione di questi accessori in diverse sottocategorie, sintomo che le esigenze degli utilizzatori finali sono sempre più specifiche. Accessori leggeri, wireless, con ottima autonomia e sempre più funzionali, senza però rinunciare al design ergonomico e un’esperienza d’ascolto più lunga possibile.


HONOR – Earbuds 2 Lite

Un nuovo modello di auricolari dal design ergonomico che offrono un’esperienza d’ascolto senza interruzioni grazie a una durata della batteria fino a 32 ore, capacità di ricarica rapida e alla cancellazione attiva del rumore.



Custodia BOUNCE per Airpods 3 – Cellular Line

Una custodia perfetta per aggiungere un tocco di stile, con i suoi 4 colori – nero, rosa, blu (in foto) e rosso – e il morbido silicone soft touch particolarmente piacevole al tatto e alla vista. È di facile accesso al connettore ed è dotata di un pratico gancio che permette di fissare il case alla borsa, allo zaino o ai passanti dei pantaloni, oltre ad essere compatibile con la ricarica wireless MagSafe.



Auricolari Lisbon – Urbanista

Gli Urbanista Lisbon uniscono funzionalità e personalità, oltre ad essere eleganti, compatti e, soprattutto, funzionali. Hanno una custodia di ricarica portatile e pesano solo 4 g ciascuno. Si adattano comodamente e in modo sicuro per un’esperienza di ascolto quasi impercettibile e offrono ben 9 ore di riproduzione. Sono disponibili in una gamma di cinque colorazioni.



Cuffie Los Angeles – Urbanista

Sono le prime cuffie autoricaricabili al mondo, alimentate a energia solare, wireless e dotate di sistema attivo di cancellazione del rumore. L’app dedicata, sia su Android che su IOS, fornisce informazioni su come ottenere il massimo dal tempo di riproduzione del prodotto, comprese indicazioni visive sui livelli di carica solare e di utilizzo, oltre ad offrire la possibilità di personalizzare i controlli delle cuffie. 

Il Galateo di Clubhouse: istruzioni per l’uso

Il Galateo per utenti gentiluomini e gentildonne, neofiti o esperti: 9 consigli per goderti questa nuova app al meglio

Parliamo dell’app Clubhouse, che probabilmente già’ usi, se hai un iPhone, o magari hai appena ricevuto il desideratissimo invito per unirti al fenomeno social-media audio del momento.

Nelle scorse settimane ho letto molti articoli sull’argomento (per i curiosi, ne ho elencati alcuni alla fine dell’articolo) e ho passato del tempo sulla piattaforma, ascoltando conversazioni su stanze – dette propriamente rooms – italiane e statunitensi. Cosa ho imparato? Che abbiamo l’opportunità’ di fare delle cose per bene e rendere questa app un posto speciale. Abbiamo il potere di sancire il successo, o il fallimento, di questo fenomeno con il nostro comportamento.

Clubhouse e’ un cocktail interattivo di voci in tempo reale, il modo in cui decidiamo di esprimerci potrà’ rendere il mix delizioso o disgustoso.

Le persone sono più importanti della tecnologia e dei processi. Non voglio discutere della user experience, né parlare di monetizzazione o brands. Prendiamoci un momento per capire, invece,  la corretta etichetta da rispettare. Non si tratta di regole infatti, ma di suggerimenti. Questo è il motivo per cui mi piace chiamarli il galateo (non-ufficiale) di Clubhouse.

FUN FACT: Il termine Galateo viene da un trattato scritto da Giovanni Della Casa pubblicato nel 1558. Originariamente creato per condividere le regole del comportamento educato, e delle norme da seguire o evitare nella vita sociale.



0- Prima di parlare, impara le regole

Il miglior modo di partire e’ leggersi le risorse ufficiali di Clubhouse, come l’etiquette, le linee guida della community e la guida per i nuovi utenti. Si’, sono tutte in inglese, ma ne ho trovata anche una semplicissima in italiano.

1- Sii autentico

La tua immagine profile e la bio sono la tua identità su Clubhouse: gioca pure con la creatività, ma non usare nessun logo o richiami a business. Sii te stesso. Nella descrizione, detta anche bio, non fare il venditore dei prodotti o servizi che offri. Nessuno e’ alla ricerca di pubblicita’ aggiuntiva.

E’ importante collegare i tuoi profili Twitter e Instagram per dare veridicita alla tua identità e far conoscere di più su chi sei. Questi saranno anche i veicoli per rimanere in contatto post chatrooms, in quanto Clubhouse non ha (ancora) una feature per mandare messaggi. Ricorda che non devi essere un oratore o un presentatore per goderti questa app, sii te stesso.

2- Ascolta, e poi parla

La dinamica dell’applicazione si basa sulla partecipazione ad un contesto, comprendendo prima cosa viene detto e poi partecipando. Non viceversa. Tieni a mente la regola dei 5+5 minuti:

  • Quando sei in una stanza, rimani almeno 5 minuti in silenzio ad ascoltare e capire se e’ qualcosa che ti interessa. Se non lo e’, cambia stanza.
  • Se sei interessato, allora aspetta altri 5 minuti per essere sicuro di calarti nel contesto e poi “alza la mano”.

Alcune stanze possono essere iniziate ore prima che tu entrassi, ed e’ meglio evitare di ripetere concetti già trattati. Se la room ha dei moderatori esperti, ogni 20-30 min massimo faranno un reset della room ricordando cosa e’ stato discusso e quale topic viene trattato al momento. ovviamente, talvolta, ed e’ normale in CH, provvederanno anche a tagliare corto il tuo contributo se e’ qualcosa di ovvio o ripetitivo o fuori topic.

3- Rispetta la fila

Le conversazioni si muovono velocemente. Quando senti che hai qualcosa di importante da dire alza la mano ma, prima di farlo, controlla chi e’ stato l’ultimo non-moderatore a parlare. Valuta quante persone sono ancora sul “palco” dopo di lui/lei: probabilmente tutti questi speaker hanno qualcosa da dire e potrebbero non aver ancora parlato. Se hai rispettato la regola #2, dovresti saperlo. Dai sempre precedenza alle persone che sono salite sul palco prima di te, rispetta l’ordine, così come se fossi in una fila nel mondo reale.

Non dimenticare che molti moderatori, spesso nel momento in cui fanno il reset della room, limitano il numero di speaker attivi sul palco per evitare confusione e fanno tornare quelli che hanno già parlato nel pubblico. Inoltre, non sai quante persone possano aver alzato la mano ed essere ancora in attesa di salire, quindi sii paziente: la coda potrebbe esser abbastanza lunga, specie se la room e’ popolare.

4- Non distruggere il filo della conversazione

Ok, sei diventato speaker. Hai messo il microfono in muto e stai aspettando il tuo turno. Il moderatore ti nomina e 3,2,1, azione! Ammalia tutti con una breve introduzione (se e’ ok con le linee guida della room) ma vai dritto al punto. E’ ideale riuscire a condividere i tuoi pensieri in non più’ di 2 minuti, senza monopolizzare l’attenzione, per tenere gli ascoltatori interessati e dare spazio agli speaker dopo di te.

Se il flusso della discussione e’ mutato verso un altro topic, non riportarlo verso quello che era prima. Niente è peggio di una conversazione che va avanti e indietro e non si evolve.

Un’altra cosa per niente simpatica e’ parlare e lasciare la room dopo un secondo, dando l’impressione che volevi solo parlare e farti vedere invece che contribuire e ascoltare cosa ne pensano gli altri.

5- Ricordati i nomi

Sentire espressioni come “Quello che ha detto quella persona” o “Il ragazzo / la ragazza il cui nome non ricordo” non e’ una bella esperienza. Rende lo speaker debole e fa sentire la persona in oggetto poco importante. E’ un piccolo gesto che vale molto, ma prova a ricordarti  il nome di chi dice qualcosa che ti ha davvero colpito e menzionalo/a quando ne parli. Tantissimi professional speakers utilizzano questa tattica per creare connessione. Ricordare il nome della persona e’ una forma di rispetto.

6- Non parlare di Clubhouse

Specialmente agli inizi, e’ molto difficile non farsi prendere dall’entusiasmo e iniziare a discorrere per ore sulle meraviglie di Clubhouse e come potrebbe evolvere in futuro, indifferentemente dall’argomento trattato. Cerca di non perdere la deriva e continua a contribuire valore nella conversazione.

7- “Leave quietly” esiste per un motivo

Dopo il tuo contributo, puoi tornare nel pubblico anche se il moderatore non lo fa per te. Basta premere sulla tua immagine profilo e poi “Move to audience”. Se invece preferisci rimanere sul palco per interagire ancora, non dimenticarti di sostenere gli altri speaker applaudendo (facendo click ripetutamente sul tasto muto). Ma la cosa piu’ importante, ed anche particolarmente difficile per noi Italiani, e’ quella di lasciare la stanza senza bisogno di annunciare la propria dipartita. Non preoccuparti, non e’ assolutamente maleducazione. Anzi, evitare di interrompere quello che sta succedendo e’ un altro segno di rispetto, evitando di farti sembrare narcisista.

8- Non partecipare nei “silent groups” per aumentare i followers

Ultimo suggerimento, non per importanza, e piuttosto controverso. Stanno nascendo tantissimi gruppi definiti silenziosi o di networking, che alla fine mirano solo al mero  aumento di followers. In questi spazi si deve solo entrare e non dire nulla, visitare le varie bio dei partecipanti e poi seguirli, in modo che loro possano fare altrettanto. Questa dinamica e’ totalmente contraria allo scopo primario di Clubhouse, e cerca di forzare l’attenzione su una metrica di vanita’  che poco e’ legata alla crescita reale. Per favore, nascondi questi gruppi facendo uno swipe verso destra quando li vedi nel feed dell’app.

Conclusione

Se utilizzato correttamente Clubhouse e’ uno spazio incredibilmente promettente dove gli utenti possono sviluppare un senso di appartenenza davvero genuino. Sappiamo che probabilmente le pubblicità’ arriveranno presto, e anche nuove ondate di utenti via Android, come da aggiornamento da Townhall di oggi, ci stanno ancora lavorando, ma è confermato l’accesso tra qualche mese. Ma se rimaniamo fedeli a questo galateo, vinceremo tutti insieme!
Se vuoi manifestare il tuo entusiasmo per essere diventato un moderatore professionista o semplicemente supportare la diffusione dello stile di vita leave quietly, qua sotto abbiamo trovato un paio di capi che potrebbero fare al caso tuo.


Text by Federico Francioni – Principal Experience Designer @ Facebook ( su clubhouse @fedino82)

curato da Francesca Romana Riggio, Editor and co-founder @mintcreativeagency

seguimi su clubhouse @francescainnyc

Best of e-store nostrani

La situazione pandemica in atto, il tratto più peculiare di questo 2020 da dimenticare, ha portato lo shopping online ad essere uno dei bisogni fondamentali dei consumatori. La industry non è certamente rimasta a guardare, potenziando gli e-store e i servizi online. Di brand e retailer ce n’è per tutti i gusti, noi di Man in Town ve ne segnaliamo due da tenere sott’occhio e vi spieghiamo sotto anche il perché.

UPDF

UPDF (https://updf.shop/) nasce nel 2019 dalla tenacia di un team di imprenditori bergamaschi, specializzati in graphic design guidati dall’agenzia RZ STUDIO MILANO di Iside Pellegrino Preite e Roberto Zampiero (www.robertozampiero.com). Appena lanciato sul mercato grazie all’apertura dell’e-store, il brand sta attualmente lavorando alla presentazione di alcune co-lab ancora top secret. Nel dna del brand c’è una maniacale attenzione allo studio dei volumi, modellistica e fit. Il taglio infatti dei capi non è over ma “cozy”, quindi molto morbido ma allo stesso tempo viene mantenuto sempre uno sguardo attento alle proporzioni del corpo femminile e maschile. 



La produzione di felpe e tee prevede l’uso di jersey made in Italy. Mentre per la collezione prettamente donna si divide tra una collezione 100 % cotone e una prodotta con la tecnologia LYCRA SPORT, tessuto generalmente utilizzato per la produzione di prodotti activewear. L’attitdude cosmoplita del brand ci ha rapiti: vibes californiane, colori scandinavi e manifattura Made in Italy.



Come dice l’acronimo UPDF, urban people fucking dreamer, la collezione nasce proprio per giovani sognatori di tutto il mondo. Un cozy wear da un’identità forte, caratterizzata da colori e messaggi. UPDF ci piace perchè rappresenta la risposta perfetta alla crescente richiesta di “infit” (contrario di “outfit”), la tendenza di stile nata a seguito del lockdown per gli outfit casalinghi che la quarantena e lo smart working hanno imposto. Comfy sì, ma sempre stylish! 



FOLLI FOLLIE E TheDoubleF

Il 2020 segna il 50mo anno di attività di uno dei più importanti retailer italiani, trainato con successo da Lucia Schiavi e Giuseppe Galli. Negli anni Settanta la coppia apre a Mantova una boutique che lascia il segno, seguendo la loro innata passione per lo stile. Intensificano i rapporti con le più prestigiose case di moda, tra cui la famiglia Prada. In seguito il branding si amplia, portando all’apertura di boutique a Riccione, Brescia, Verona e Bologna. Il segreto del loro successo? Un’esperienza unica di shopping, pensata ad hoc in base alle esigenze del consumatore. Nel 2016 si passa alla seconda generazione: viene nominato Ceo dell’azienda il figlio della coppia di imprenditori, Francesco Galli. Siamo nell’era digitale, Francesco lancia l’e-commerce TheDoubleF.



L’e-shop, con headquarter a Milano, ospita oltre 180 marchi di abbigliamento, scarpe, borse e accessori, e il digital magazine The Rooster con fashion news e articoli sempre aggiornati. La selezione dei prodotti presente su TheDoubleF è curata dai buyer secondo osservazioni di mercato e tendenze stagionali. Il 2020 per il gruppo Folli Follie significa un cambiamento meno visibile dei precedenti ma sicuramente efficace e duraturo: il consolidamento dell’omnicanalità. Saranno impiegate nuove tecnologie così da migliorare l’esperienza dei clienti e rafforzare la presenza nei mercati europei, asiatici, americani e mediorientali. A Mantova è stato recentemente inaugurato un grande polo logistico, fortemente voluto dalla famiglia Galli, strutturato e organizzato per essere quanto più efficiente nella gestione della merce dell’intero gruppo. Un nuovo progetto legato al CRM sarà introdotto in tutte le boutique così da curare il rapporto con i clienti e meglio rispondere alle loro esigenze. 

Folli Follie festeggia così mezzo secolo nel retail haute de gamme.

Cuffie wireless cosa sapere prima di comprarle

In commercio ci sono tante versioni di cuffie wireless, è più difficile comprare quelle giuste per le proprie esigenze. Le cuffie wireless sono auricolari senza fili e hanno costi e caratteristiche diverse. Per un non esperto non è facile scegliere il modello per questo in questa mini guida vi vogliamo dare alcune informazioni utili da sapere prima di comprarle.

4 cose da sapere prima di comprare le Cuffie Wireless

Qualità audio

La prima cosa da considerare nell’acquisto di cuffie wireless è la qualità audio, in fondo le cuffie con o senza fili nascono per riprodurre, suoni, musica e chiamate. Per chi è amante delle cuffie coi fili la prima cosa da considerare è che le cuffie coi fili hanno una qualità audio maggiore, rispetto alle cuffie wireless, quindi per avere la stessa riproduzione audio e non rimanere delusi, evitate di considerare un prodotto a basso costo. Puntate su un modello più costoso e con prestazioni più alte.

Controllo delle cuffie wireless

Un aspetto molto importante per le cuffie wireless sono i controlli. Se siamo abituati a cambiare canzone, a rispondere a una chiamata o ad aumentare volume con un semplice tocco è importante scegliere una cuffia senza fili che abbia queste funzioni. Spendendo un po’ di più si può comprare un modello con sensori touch.

Compatibilità con altri dispositivi

Un altro aspetto fondamentale è la compatibilità delle cuffie con altri dispositivi. Ovvero quelli con i quali si potrà connettere tramite Bluetooth. Alcune cuffie, più moderne, usano anche l’NFC per collegarsi a uno smartphone.

Autonomia delle cuffie

Passiamo ora a un aspetto fondamentale che varia in base alle nostre esigenze: la durata della batteria. L’ideale è un modello che abbia autonomia dalle 4 alle 7 ore, in particolare se le usate per lavorare tutto il giorno. Le cuffie wireless con una durata superiore alle 10 ore di autonomia rientrano nelle top di gamma.

Tipo di connessione

Nel momento in cui si valuta l’acquisto di cuffie senza fili è fondamentale sceglierle in base al tipo di connessione. Vi sono quelle a infrarossi che non permettono molta capacità di movimento, di solito entro 10 metri. A seguire vi sono quelle a radiofrequenza e quelle Bluetooth. Quindi valutate di quanto vi dovete spostare mentre le utilizzate e sulla base di questo parametro selezionate quelle che farebbero al caso vostro.

Valutazioni personali da fare prima di acquistare le cuffie wireless

Infine vi ricordiamo di porvi queste domande e di rispondervi sulla base delle vostre risposte sarete indirizzati ancora meglio all’acquisto delle cuffie wireless che vi possono servire:

  • per cosa vi servono le cuffie? Ascoltare musica, lavoro, scuola, gaming, conferenze online sport …
  • dovete collegarle alla TV? Al PC? Smartphone?
  • Cuffia tradizionale o auricolare?
  • Budget a disposizione?

Mobilità sostenibile: monopattini ed e-bike , la linea Ducati

Il mondo é in forte cambiamento in seguito alla grande pandemia che ha attanagliato l’intero globo. Oggi il mondo chiede il nostro aiuto e ci invita a  una collaborazione affinché possa essere un mondo migliore. Ecosostenibilità la parola chiave, sopratutto nel settore dei trasporti.

Sette nuovi prodotti e un nuovo modo di percepire gli spostamenti: é così che Ducati realizza in partnership con MT Distribution, una gamma composta da quattro monopattini elettrici e tre e-Nike pieghevoli a maschio Ducati, Ducati Corse e Scrambler®. Il design è moderno, accattivante. 

Questo potrebbe essere una svolta per chi cerca una soluzione sostenibile ai mezzi tradizionali che inquinano l’ambiente. E per incentivarne l’acquisto anche il Governo mette a disposizione dei fondi: “nei comuni superiori a cinquanta mila abitanti – si legge nel comunicato stampa del Consiglio dei ministri – é riconosciuto un buono mobilità , pari al 60% della spesa sostenuta e comunque non superiore a cinquecento euro”.

In particolare il bonus si riferisce all’acquisto di biciclette , segway, hoverboard, monopattini e monowheel. Alcuni modelli di monopattino ed e-bike saranno disponibili anche presso i concessionari Ducati e nel Ducati Shop Online. Per maggiori informazioni su acquisto e reperibilità dei prodotti visitare il sito www.mtdistribution.it.

É arrivato il momento di pensare e vivere sostenibile, una volta per tutti. Soprattuto spostarsi, oggi, farà la differenza.

Seiko compie 60 anni

Nato nel 1960, creatori orologiai si posero l’obiettivo di creare il  “re” degli orologi progettando un esemplare che superasse la media dei concorrenti per facilità d’uso, resistenza, leggibilità e design. Ecco che nacque il Grand Seiko, chiamato così perché rispecchiava le caratteristiche di un orologio importante. 

Il mondo Seiko, da sempre legato ad alti livelli di precisione, leggibilità e design, lancia un reStyling dell’iconico Grand Seiko, quest’anno al suo sessantesimo anniversario.

Due modelli per l’occasione: uno che rende omaggio al famoso 44GSdel ’67, simbolo dello stile iconico giapponese del celebre segnatempo della casa, il 9S85 caratterizzato da una precisione da +5 a -3 secondi al giorno è una riserva di carica di ben 55 ore. Le Lancette dei secondi rosse e logo in oro. L’altro, invece, appartiene alla collezione sport con indici e lancette rivestiti in LumiBrite che favorisce l’alta leggibilità in condizioni di luce scarsa. Un orologio “user friendly” dal carattere sportivo . 

Abbiamo pensato a una selezione di stile perfetta per il vostro leisure time, per le vostre future passeggiate primaverili o semplicemente per il tempo libero.

Da un lato il classicismo del Grand Seiko, dall’altro lato, invece, stile casual e capi trendy per un total look a contrasto che non passa inosservato. 

GIACCA IN DENIM – The Workers Club 

CAMICIA IN COTONE CON STAMPA FANTASIA  – Givenchy 

T-SHIRT IN COTONE BIANCA – Acne Studios 

PANTALONE TESSUTO TECNICO BLU – Theory

SNEAKERS CON LOGO RICAMATO – Gucci 

GIFT GUIDE PER LA FESTA DEL PAPÀ

I nostri papà, sebbene vadano celebrati tutti i giorni dell’anno, in  questa ricorrenza speciale meritano un’attenzione in più. Un regalo beauty, un piccolo accessorio o un oggetto tech per esempio, ogni spunto è buono per dimostrargli tutto il nostro affetto. Di seguito alcune idee, per ogni tipo di budget, di gusto e ovviamente di papà.

Men’s Code Cells Swiss Power

Dalla collaborazione tra Swiss Prestige Cosmetic e Lamborghini  una linea di cinque cosmetici: dopobarba idratante, il detergente viso, il siero energizzante, la crema anti age e la crema contorno occhi.  Ciò che determina l’unicità di questi prodotti è la presenza di sostanze biotecnologiche e ingredienti totalmente naturali, che formano di conseguenza una miscela di principi attivi decisamente innovativa.

Terre d’Hermès “Flacon H”  Limited Edition 2019

Firmata da Liubov Edwards, illustratrice e designer inglese, trasporta, ancora una volta, in un viaggio simbolico attraverso gli elementi.  Quest’edizione limitata si articola nelle due declinazioni olfattive di Terre d’Hermès: Eau de toilette e Parfum.

 

FOREO Luna 2 for Men

Questo fantastico dispositivo di bellezza garantisce una superficie di pulizia più ampia del 50%, punti di contatto il 26% più lunghi, motore due volte più potente per una pulizia ancora più efficace e un’esperienza di rasatura ultra-confortevole.

 

FOREO Iris Black

Pensato per agire sul contorno occhi, rimuove i segni evidenti dell’invecchiamento come linee d’espressione, zampe di gallina, borse sotto gli occhi e occhiaie. Si adatta perfettamente al contorno occhi effettuando un massaggio ringiovanente con un design smart e travel-friendly.

Braun Series 9

Realizzato con sistemi tecnologici all’avanguardia, si adatta alle caratteristiche del viso, con la speciale tecnologia intelligente SyncroSonic™, brevettata da Braun, che analizza la densità della barba durante la rasatura e la adatta automaticamente 160 volte al minuto.

Hemp Care Styling Gel e Matte Hair Wax

Il gel è adatto a chi cerca uno styling definito, mantenendo la naturale brillantezza del capello. È arricchito con Olio di Cannabis Sativa Italiana Bio, Pantenolo e Vitamina E, dalle proprietà idratanti e antiossidanti.

La cera opaca invece dona al capello un effetto naturale senza appesantirlo e senza lasciare residui. La sua formula è arricchita con Olio di Cannabis Sativa Italiana Bio, Burro di Karitè Bio, estratto di Semi di Lino, Olio di Cocco Bio e Glicerina vegetale: nutre il capello, donandogli forza e lucentezza.

SkinLabo

Una linea composta da tre prodotti dermatologicamente testati, paraben free, allergen free e gluten free. Lo shampoo fortificante anti-forfora consente di ottenere una cute sana e idratata, lo shampoo rinforzante anti- caduta trasforma i capelli in forti e vigorosi; infine la lozione rinforzante anti-caduta rinforza i capelli fragili e diradati attraverso un trattamento intensivo.

Excape Eyewear

Ispirate alle tendenze architettoniche delle metropoli moderne, forme geometriche si incontrano generando una combinazione equilibrata di vertici e linee gentili: questa è l’essenza di Excape Eyewear. L’estetica essenziale è arricchita da cromie a contrasto per uno stile contemporaneo e chic.

Cuffie Pioneer DJ HDJ-X10 C

I materiali speciali utilizzati in questo modello unico non solo vantano un look di gran pregio, ma consentono anche di ascoltare i br, anche nelle maratone di set. La fibra di carbonio negli alloggiamenti riduce le vibrazioni indesiderate, filtrando i rumori inutili, mentre la placcatura metallica aggiunta offre un suono di risoluzione superiore a frequenze più ampie.

Ingersoll

The Swing è il nuovo timepiece della collezione SS19 e si distingue per la particolarità delle anse oscillanti. Oltre ad essere un particolare meccanico della cassa, le anse facilitano la vestibilità adattandosi alla diversa grandezza dei polsi. Disponibile in due versioni, cassa placcata in oro rosa con cinturino in pelle nera o cassa e bracciale in acciaio inox. Rresiste all’immersione nell’acqua fino a 5 ATM e il suo quadrante, con indici in rilievo, è in vetro minerale antigraffio, finiture guilloché e bilanciere a vista.

 

 

 

Alessandro Enriquez

Una capsule speciale, pensata in collaborazione con Universal, in cui viene celebrato il famoso personaggio dei cartoon Woody WoodPecker, sottolineando nuovamente la sensibilità del designer nei confronti delle storiche property che hanno reso immortali le icone del cinema animato.

 

 

 

 

®Riproduzione riservata

Wild Tech – Special Items for Your Getaway

Se fino ad ora avete abbandonato l’idea di poter ascoltare musica durante una sessione di rafting estremo, Megaboom di Ultimate Ears vi farà ricredere. Per tutti gli appassionati di vacanze fuori porta, “wild and free”, la progettazione di questo amplificatore portatile è ciò che mancava: un rivestimento waterproof, che resiste all’immersione in acqua per 30 minuti e la possibilità di connettersi a più dispositivi contemporaneamente, per un effetto dolby sorround. Grazie al design cilindrico la diffusione avviene a 360° e restituisce un suono perfetto, anche agli uditi più esigenti.

Che sia in città, in campagna, o in mezzo al deserto, una vacanza non è tale senza la valigia perfetta. Super accessoriata e altamente tecnologica come quella proposta da Arlo Skye per la sua Carry- On, che già dal nome svela la sua anima versatile e assolutamente pratica. Carica smartphone incorporato, ma invisibile, smart lock a sostituire le noiose zip e una leggerissima lega di alluminio per una scocca ultra light.

Un brand giovane e decisamente ambizioso, che in poco tempo ha scalzato la concorrenza con items performanti, accattivanti e soprattutto affordable. Huawei celebra il suo successo occidentale, con l’uscita del nuovo smartphone P10 e P10 plus greenery, in collaborazione con PANTONE che, appunto, dichiara questa tenue sfumatura di verde, “Color of the year 2017”. Tra le innumerevoli speci che tecniche, la collaborazione con Laica per una qualità fotografica d’eccezione.

Un tuffo nel profondo blu, la barriera corallina e un respiro a pieni polmoni. H2o ninja propone una maschera da snorkeling, ispirata alle immersioni in profondità dei professionisti, ricca di piccoli dettagli ingegnosi che permettono, a chi la indossa, di respirare liberamente, come sulla terra ferma. Per godere al meglio le proprie scoperte subacquee, la sua conformazione restituisce una visuale a 180°, che vi farà dimenticare le scomode maschere da sub dilettanti.

®Riproduzione Riservata

Un emoji al giorno: Con Comme des Garcons ora si può

Comme Des Garcons, il famoso brand giapponese che si contraddistingue per fantasia ed innovazione, ha lanciato pochi giorni fa la nuova App Emoji Comme Des Garcons per iMessage.
L’applicazione, disponibile su Apple Store, comprende un pacchetto di 24 espressioni originali e divertenti per rendere i messaggi uno scambio di tempo estremamente piacevole.
Fra le varie faces, ovviamente, non poteva mancare quella di Babbo Natale con tanto di cappello rosso in testa.

www.comme-des-garcons.com

@Riproduzione Riservata

NIKE SPORTSWEAR presenta NIKE TECH FLEECE AEROLOFT

La fusione tra le due innovative tecnologie Nike Tech Fleece e Aeroloft dà vita a capi che si adattano alla temperatura del corpo grazie a fori a taglio laser ed elementi imbottiti in piuma d’oca. Nike Tech Fleece AeroLoft presenta un collo alto – modulabile grazie a due cerniere – e un corpo più ampio per proteggere il busto dalle condizioni climatiche avverse tipiche dell’inverno. La collezione presenta un nuovo strato DWR, resistente e impermeabile, e la combinazione di uno strato Niek Tech Fleece con Elementi Aeroloft imbottiti.

nike.com

@Riproduzione Riservata