BRAND ALERT: NIKE YOGA COLLECTION

Molti atleti professionisti, dagli skateboarder ai velocisti, per ottenere migliori performance sportive completano il loro allenamento con un’arma segreta: lo yoga. Lo skateboarder  Korahn Gayle, Alana Beard, giocatrice WNBA, Dennis Hartmann, atleta di fitness professionista, Scout Bassett, atleta paralimpica americana di atletica leggera hanno raccontato come lo yoga ha permesso loro di “aver una marcia in più” nella pratica della loro disciplina. Tra i buoni motivi per cui svolgere questo tipo di allenamento ricordiamo infatti che lo yoga:
 

Conferisce una sensazione di calma anche nel corso di un allenamento intenso

Migliora la coordinazione ed equilibrio

Le sue posizioni a basso impatto favoriscono la circolazione sanguigna e riducono rapidamente i tempi di recupero

Aumenta il raggio di movimento e la flessibilità

Insegna a controllare le pelvi, componente fondamentale ed essenziale per gli atleti di tutti gli sport

Ecco perchè Nike ha lanciato la sua prima collezione di abbigliamento realizzata appositamente per questo sport e questa volta anche per l’uomo . La Nike Yoga Collection di Nike Training comprende capi di abbigliamento che garantiscono facilità di movimento, versatilità e sostegno sia durante l’esecuzione di complesse verticali che di un tranquillo rilassamento, meglio noto come savasana. Perfetti da indossare prima dei vostri “oom”.

®Riproduzione riservata

ALLENARSI CON STILE

Corsa all’aperto, pesi e aerobica sono ormai protagonisti della settimana di molti di noi. L’appuntamento fisso in palestra è d’obbligo, per tornare o rimanere in forma, ma anche per ridurre lo stress e le tensioni del lavoro. Il look quindi deve essere necessariamente sportivo, senza rinunciare ai dettagli cool. Va bene allenarsi, ma il dictat è quello di farlo con stile. Ecco una selezione di capi imperdibili per essere sempre sul pezzo anche durante i nostri workout.

ODLO

T-shirt “strato base” che offre un comfort ottimale in qualsiasi situazione e in qualsiasi clima, per tutto l’anno.

Pantaloncini 2 in 1 il cui strato interno integrato oltre a garantire un effetto rinfrescante, dona maggiore sicurezza e comfort durante l’attività fisica.

PEAK PERFORMANCE

Gilet leggermente imbottito realizzato in tessuto idrorepellente, antivento, traspirante e isolante, ideale per il running e attività all’aperto.

Leggings ideali per il running realizzati in tessuto tecnico idrorepellente, antivento, traspirante ed elasticizzato con dettagli riflettenti.

UNDER ARMOUR

Giacca da running impermeabile grazie alla tecnologia UA Storm interamente riponibile nella propria borsa dentro la tasca per la mano sinistra con chiusura a zip.

Maglia da running in tessuto ultra leggero con esclusivo motivo a forma esagonale e traspirante durante la corsa.

NIKE TRAINING

La maglia Nike Tech offre una morbida copertura per dare forza alla corsa. Il motivo a griglia ultraleggero garantisce una traspirabilità ideale, mentre il tessuto traspirante assicura pelle fresca e asciutta.

La felpa con cappuccio Nike Sportswear Tech Pack combina design tecnico e stile Windrunner. Realizzata in un confortevole tessuto dal peso medio, assicura un calore ideale per tutti i giorni dell’anno.

®Riproduzione riservata

NON SOLO FITNESS: IL PERCORSO DI GIORGIO MERLINO

La “storia fitness” di Giorgio Merlino parte dal suo primo ingresso in palestra. La passione per lo sport e il benessere fisico c’è sempre stata, ma grazie ai molti mesi trascorsi a Los Angeles ha potuto comprendere che l’attività che lui riteneva fosse solo un hobby, si stava evolvendo in un vero e proprio stile di vita. Ha così iniziato a dedicare molto del suo tempo a questa disciplina, sotto ogni componente fondamentale – training, alimentazione e recupero – capendo che voleva poter dedicare tutto il suo tempo allo studio di questi aspetti. La sua passione si è così trasformata nel suo lavoro, con l’impegno di trasmettere sempre il messaggio di “non arrendersi” alle persone che lo seguono. Seguire i propri sogni è la giusta via per dare il meglio di se stessi. Attualmente ambassador di Nike e trainer in una delle più esclusive palestre di Milano, ecco l’intervista di Man in Town al talent del fitness.

– Come e ̀ nata la tua passione per lo sport e il training?
Quando racconto di come ero, nessuno mi crede! Ero una persona completamente diversa: molto introverso,
pigro, il classico bambino “imbranato” che preferiva saltare la lezione di educazione fisica per paura di fare
figuracce. Mi era stato anche diagnosticato un principio di obesità!̀ Si dice che siano proprio gli avvenimenti
più̀ toccanti a scatenare cambiamenti profondi ed è stato così anche per me. Mi sono detto che era giunto il
momento di cambiare: non solo la mia vita ma, cosa ancora più̀ difficile, cambiare me stesso.

– Come si articola la tua giornata tipo?
La mattina mi alzo dal letto abbastanza presto. Anche nel weekend la sveglia non suona mai dopo le 7:30.
Una bella doccia, colazione dei campioni (caffè, uova, avena e frutti di bosco) e si corre in palestra dove
trascorro gran parte della mia giornata. Se fino a poco tempo fa mi dedicavo solo ad allenare me stesso, da
qualche tempo ho sentito la necessità di trasmettere la mia passione per il Training non solo sui social ma
anche come Personal Trainer. Sono abitudini che mantengo sempre, ovunque mi trovi, a Milano come in
qualsiasi altra città. Ho infatti la fortuna di poter viaggiare molto spesso anche grazie al lavoro di mia moglie
Veronica.

– Raccontaci tua esperienza come primo Nike Training Ambassador italiano
Non mi sarei mai immaginato qualcosa di simile! E ̀ quindi più̀ di un “sogno diventato realtà”. Che si siano
appassionate di sport o meno, intere generazioni sono cresciute con un claim ben chiaro in testa: “Just Do
It”. Non è solo il nome della collezione che indosso, ma ci ispira a dare sempre il meglio di noi stessi.
La mattina in cui sono entrato per la prima volta al JDI HQ di Los Angeles, mi sono quasi commosso. È tutto
testimoniato anche in un video su YouTube.

– Training sportivo ma anche mentale come si può raggiungere un’esperienza di benessere
a tutto tondo?
Come dico sempre, il modo migliore per raggiungere un obiettivo è quello di creare una propria routine,
soprattutto nel fitness. Ci vuole veramente poco affinché qualcosa diventi una vera abitudine. È come un
circolo che può essere vizioso o vincente. Se siamo abituati a uscire dal lavoro e sederci sul divano per
mangiare un sacchetto di patatine, basta invertire il cerchio. Prima che ce ne si possa accorgere, lasceremo
l’ufficio con uno shaker proteico in mano, pronti per correre in palestra con gli amici.

– Come hai integrato nella tua esperienza e vita i 5 aspetti del training movement, mindset,
recovery, nutrition and sleep?
Tutti questi aspetti sono imprescindibili l’uno dall’altro. Alcuni possono essere più divertenti, ma nessuno più
importante.
Non potrei mai immaginare di allenarmi senza almeno sette ore di sonno alle spalle – è necessario dormire le
giuste ore di sonno perché aiuta il raggiungimento degli obiettivi, soprattutto nel fitness. Dormire risulta infatti
fondamentale sia che l’obiettivo sia la perdita di grasso corporeo, sia lo sviluppo muscolare.
È importante avere aver ben chiaro l’obiettivo fisico del periodo, ma cerco sempre di dare il massimo e
superare i miei limiti. Senza questo pensiero, mi sarei già annoiato da tempo. Penso di essere una persona
dotata di una grande forza di volontà, ma cerco di impegnarmi ogni giorno per migliorare questa mia
caratteristica. Il mio suggerimento è sempre quello di impostare e mantenere una routine.
Quando vado ad allenami non posso uscire senza essermi portato in sacca il mio pasto post-workout o
senza avere a portata di mano un foam roller o il numero del mio massoterapista di fiducia.

– Che obiettivi si possono raggiungere con il giusto training?
Tutto ciò che si vuole. Non ci sono limiti se non genetici, ma sono più marginali di quanto le persone
possano pensare. Non smettero ̀ mai di ripetere, e spero prima o poi di poter convincere chiunque, che il
fitness è come la matematica: 1+1= 2. Non ci sono scappatoie e pochissimo margine di errore.

– Cosa significa per te il claim “Just don’t quit”
E’ la risposta a tutti coloro che mi dicono che non riusciranno mai a fare uno squat, a cambiare le proprie
abitudini alimentari o che non troveranno mai il coraggio di abbandonare il lavoro che odiano per seguire la
passione di una vita. Conosco molte persone che hanno fatto tutto questo. Io sono una di quelle!

– Sui social sei molto seguito, che messaggio vuoi lanciare con la tua storia?
Ad un primo sguardo, può sembrare che sul mio profilo Instagram io parli solo di come mi alleno, di quanti kg
ho preso, perso o sollevato quel giorno. Avendo un po’ di pazienza a conoscermi meglio, potrete capire che
tutto ciò in cui credo veramente è di porsi un focus ben chiaro, non avere alcuna paura di raggiungerlo e
circondarsi di persone che tengono veramente a te. Nulla è più forte e contagioso della positività.

Il talent Giorgio Merlino indossa NIKE.

®Riproduzione riservata

Sneakers. I 5 modelli da non perdere

Sneakers, sneakers e ancora sneakers. Le iconiche scarpe da ginnastica, rivisitate dalle collaborazioni più cool del momento, continuano sempre più a fungere da tela per moltissimi designer. Noi ne abbiamo selezionate cinque, ma la stagione non è ancora finita e la caccia alle novità è ancora aperta. 

ADIDAS BY RAF SIMONS
Rosso scarlatto e ruggine; blu cobalto e nero; nero e bianco crema; sono tre le varianti di RS Replicant Ozweego, proposte per la primavera/estate 2018 da Raf Simons. Il designer lancia sul mercato una sneakers caratterizzata da forme geometriche, decise e contemporanee, che guardano da un nuovo punto di vista le precedenti rivisitazioni. La nuova running dà spazio al calzino, enfatizzato da pannelli ritagliati che lo fanno diventare parte integrante della scarpa. La limited edition, infatti, è presentata in una confezione personalizzata, nella quale ogni paio viene venduto con tre set di calzini abbinati che reinterpretano il design della sneaker.

 Y-3 BYW BBALLJAMES HARDEN INSPIRED CAPSULE COLLECTION
Ispirata all’iconica silhouette da basket degli anni ’90 e caratterizzata dalla moderna tecnologia BOOST™, studiata da adidas, la Y-3 BYW BBALL è l’utima novità firmata Y-3. BYW sta per “BOOST you wear” e fa parte della capsule collection dedicata a James Harden, superstar degli Houston Rockets. adidas e Yoji Yamamoto hanno voluto rendere omaggio al campione, disegnando una collezione dove il fiore botan, simbolo nella tradizione giapponese, di coraggio, nobiltà e onore, diventa protagonista, sottolineando le qualità di Harden. La sneakers oltre che per il design esclusivo, la firma di Yoji Yamamoto impressa sulla scarpa e l’allacciatura a zig-zag, presenta una tomaia in neoprene altamente flessibile capace delle più alte prestazioni.

ICOSAE FW18 BY CHRISTIAN LOUBOUTIN
Le sneakers dall’animo streetwear, caratterizzate dalla più alta manifattura italiana e disegnate da Christian Louboutin, hanno fatto il loro debutto a Parigi sulla passerella che ha visto sfilare la collezione fall/winter 2018 firmata ICOSAE. Un perfetto connubio tra i due brand, che vede protagonista il rosso, dettaglio icona per Louboutin, e colore che lega tutta la collezione ICOSAE. Una collaborazione imperdibile già alla seconda stagione; e noi, fiduciosi, aspettiamo la terza, perché, come si dice, non c’è due senza tre.

Nike Air VaporMax Moc 2 x ACRONYM®
Applicazioni grafiche e colori a contrasto, come nero e giallo fosforescente, sono i primi dettagli che conferiscono alla nuova Nike Air VaporMax Moc 2 un aspetto dinamico, aggressivo e veloce. La quarta silhouette Nike firmata da Errolson Hugh, co-fondatore di ACRONYM® nasce proprio da questo approccio, creare qualcosa di assolutamente innovativo e pieno di dettagli nascosti. Il risultato finale, infatti, è frutto di vari tentativi di mimetizzazione ispirato al nome del marchio; la grafica nasce proprio dall’intersezione e dalla rielaborazione della “A” di ACRONYM®.

https://www.youtube.com/watch?v=BdPxKPpb63A

 J.W. Anderson x Converse
Simply_Complex è l’ultima interpretazione delle iconiche scarpe Converse firmata J.W. Anderson; una collezione che riflette l’attenzione ai dettagli in un continuo gioco tra elementi moda e dettagli street style. Lo stesso Anderson definisce questa collaborazione: un lavoro di amore e ossessione. Un racconto che mostra come una scarpa si possa evolvere nel tempo, attraverso dettagli innovativi, pur continuando a essere indossata tutti i giorni da persone di tutte le età. Thunderbolt e Chuck 70’s non smettono di essere i modelli principali con cui Anderson dialoga, per creare rivisitazioni provocatorie frutto di approfondita ricerca nello stile e nei materiali.

 

®Riproduzione Riservata

NIKE JUMPS HIGHER

 

La sfida era quella realizzare la prima sneakers Air, creata al 100% per il lifestyle, ma con la stessa precisione richiesta dalle performance sportive.

Il percorso dal concept al mercato, durato due anni, ha dato vita alla Air Unit più alta di sempre – ben 32 mm – anima delle Nike Air Max 270, valorizzata da un design minimal e materiali leggeri, che si adattano al movimento naturale del piede.

L’altezza della air-unit della Air Max 270 offre il più grande spostamento di volumi sul tallone, per garantire la massima ammortizzazione e la maggiore comodità, tanto da essere descritta dai tester di prodotto come una sneakers dall’effetto-trampolino. I dettagli che definiscono l’innovazione sono la nuova tomaia tecnica in mesh a zone, per garantire flessibilità e traspirazione, una schiuma a doppia densità, sagomata per la transizione morbida dal tallone all’avampiede e un’unità Max Air nuova dal punto di vista tecnico e a pieno volume, per un maggiore assorbimento dell’impatto.

Una comodità scelta anche da chi di sneakers e ammonizzazione se ne intende; la più grande Air Max 270 – SIZE 18 US! – è stata indossata da Kevin Durant il 22 Novembre, prima di sfidare Oklahoma City Thunder e poi il 5 Dicembre durante un giorno di riposo.

La Air Max 270 sarà disponibile su SNKRS dal 1 febbraio e, per il 2018, è attesa l’uscita di una varietà di numerose silhouette e colorazioni della air-unit. Siete pronti a saltare più in alto?

®Riproduzione Riservata

NUOVA EVOLUZIONE DELLA SCARPA DA TRAINING: NIKE METCON 4

Ogni modello di Nike è testato dagli atleti più esclusivi, tra cui Josh Bridges, che ha testato proprio la nuova scarpa da training Nike Metcon 4. Dopo la Nike Romaleos, la Metcon è la training shoe più resistente: questa quarta versione ha subìto infatti importanti upgrade che l’hanno resa ancora più performante. Gli elementi che non sono cambiati sono la suola e l’imbottitura, entrambi studiati per gli allenamenti più intensi. Tra le novità principali, invece, riscontriamo: una resistenza senza precedenti, un’imbottitura dell’avampiede più avvolgente, nuovi occhielli per regolare meglio le stringhe, una linguetta imbottita e infine il nuovissimo sostegno per il tallone che è un elemento dai connotati anche estetici.
La Nike Metcon 4 sarà disponibile dal 19 dicembre su nike.com e dal 4 gennaio in selezionati punti vendita.

®Riproduzione Riservata

La Partnership tra Apple e Nike

Dalla partnership tra Apple e Nike sono nati diversi progetti all’avanguardia tra cui il nuovo Apple Watch Nike + Series 3 che si prefigge l’obiettivo di essere massimamente funzionale per tutti i runner grazie anche all’ app Nike Run Club aggiornata.
La collaborazione si spinge oltre; i due brand hanno ideato un’edizione limitata dedicata in esclusiva a tutti i runner: Midnight Fog edition con tecnologia GPS e NIKE AIR VAPORMAX.
Tutti questi nuovi modelli saranno disponibili a partire dal 24 novembre.

®Riproduzione Riservata

LEGGI ANCHE -> La svolta di Apple

NIKE PRESENTA LA COLLEZIONE AF100

Le Air Force, che nascono propriamente sul campo da basket, tagliano il traguardo del 35esimo anniversario. Per celebrare questa occasione e per dare il giusto riconoscimento al white-white della Air Force 1, Nike ha collaborato con cinque grandi personaggi: Don C . Crawley,  Kareem  “Biggs” Burke, Erroolson HughTravis Scott Virgil Abloh. L’anima della collezione prevede di mantenere la riconoscibilità dell’iconica scarpa ma allo stesso tempo di inserire elementi dello stile di vita di ognuno. In particolare Don C Crawley, Con la sua Air Force 1 Hi Just Don, ha optato per un mix di pelle di prima classe e di materiali di prima qualità con elementi della Air Force 2 e della Air force 3. La Air Force 1 Roc-A-Fella di Kareem “Biggs” Burke rende omaggio alle origini newyorkesi della scarpa con un design strettamente ispirato all’originale. La Lunar Force 1/Acronym ‘17 By Errolson Hugh rimane fedele all’iconico modello ma spinge il design oltre i confini concepiti. La Air Force 1 Low Travis Scott By Travis Scott ha la giuntura riflettente così che, colpita dalla luce, si colori delle sfumature che genera il sole. Infine la Air Force 1 ’07 Off White di Virgil Abloh modifica il bianco su bianco senza però sconvolgere: rivoluziona mantenendo però la tradizione.

®Riproduzione Riservata

JORDAN BRAND – HOLIDAY ’17 COLLECTION

La HOLIDAY ’17 di JORDAN BRAND riprende sotto una luce diversa le icone del passato per dare forma al futuro della performance, spaziando dallo sportswear al training.
Vengono proposti una serie di modelli, per esempio le Air Jordan XI Win Like ’82 di un blu accattivante, che insieme alla Air Jordan XI Win Like ’96 in un rosso acceso, sono un riferimento alla carriera di Michael Jordan. La collezione propone anche le Air Jordan XXXII che prendono spunto dalla Air Jordan II, la prima sneaker di lusso nel mondo del basket. Una scarpa che rende l’atleta leggero, quasi capace di volare come Mike. A completamento della collezione troviamo il Jordan 23 Tech Vest, un gilet sportivo ma anche streetwear.

www.nike.com

@Riproduzione Riservata

PRONTI PER LA DEEJAY TEN?

Il 27 settembre tutti i più grandi appassionati di corsa hanno partecipato a ‘Break Through With Raw‘, uno dei due eventi esclusivi promosso da Nike. I partecipanti hanno assistito alla proiezione del documentario Breaking2, realizzato in collaborazione con National Geographic, e hanno poi corso per un tragitto di 3 km tagliando il traguardo con un super party il cui Djset è stato curato da Sarah Von H e Forevhair Miss Humanroot. Il secondo evento, domenica 1 ottobre, ha invece visto gli atleti testare la propria resistenza, cimentandosi in un training ad alta intensità composto in totale da 30 minuti cardio e 30 minuti a terra, con tre livelli di allenamento modulati sulla differente preparazione dei partecipanti, guidato dal team di trainer di Barry’s e della Nike Running Coach durante “BARRY’S IN THE PARK – POWERED BY NIKE”, realizzato in collaborazione con Barry’s Bootcamp all’Arena Civica di Milano.
Due eventi imperdibili realizzati per preparare i runner ad affrontare la sfida della prossima edizione della DEEJAY TEN. Nata da un’idea di Linus come una semplice corsa tra amici, è cresciuta fino a diventare una delle 10km non competitive più corse a livello nazionale.
L’appuntamento per la tredicesima edizione della DEEJAY TEN è per domenica 8 ottobre, in piazza Duomo.
Noi abbiamo già allacciato le scarpe, voi siete pronti? Vi aspettiamo al traguardo!

®Riproduzione Riservata

Nike lancia la nuova app

Novità in casa Nike. Il gruppo ha infatti appena lanciato un’app personalizzabile che servirà per restare sempre aggiornato sulle novità di prodotto, sugli eventi ed esperienze esclusive.
Per utilizzarla basta registrarsi gratuitamente, chi ha già un account Nike+ può usare le proprie credenziali per accedervi, e scegliere tra una serie di interessi, che vanno dagli sport, alle squadre di calcio, agli atleti, in questo modo si creerà un identikit più preciso del cliente per fornire notizie, consigli e prodotti esclusivi. Le preferenze degli utenti serviranno a Nike non solo per venire meglio incontro ai loro bisogni, ma forniranno all’azienda un feedback prezioso sulla direzione che stanno prendendo i gusti del suo pubblico.
L’applicazione Nike è ora disponibile per Android e iOS in Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Regno Unito.

www.nike.com
®Riproduzione Riservata 

Rivisitazione e restyling

Rivisitazione e restyling. Non è la prima volta che a prefigurare lo stile futuro si propone una rielaborazione di quelli passati.
Ora più che mai questo trend suggestiona la maggioranza dei brand, soprattutto quelli di streetwear. Tuttavia, questa volta, la storia è un po’ diversa: non si tratta tanto di nostalgia o di illusione di ritorno a momenti ritenuti più felici, semmai è la voglia di abbracciare tutto nella molteplicità di un unico presente, senza rinnegare nulla. In questo 2017 l’attenzione dei marchi di caratura sportiva, infatti, è rivolta a scandagliare gli archivi e ha finito con il lanciare sul mercato, rivisitati, quegli item considerati oramai intramontabili. Chi non ricorda le mitiche Pony o le tanto agognate Air Max?
Parliamo proprio di quei pezzi classici che hanno fatto la storia di marchi come Pony, Wrangler, Nike, New Balance e di molti altri che, in svariate sfaccettature, hanno guardato indietro nel tempo, per restare protagonisti di una nuova stagione all’insegna, non della nostalgia, ma di un inevitabile processo secondo cui il nostro passato definisce chi siamo nel presente e suggerisce anche che la qualità elevata può resistere alle scosse della crisi. Economica e non.

Novità e sguardo al passato in casa Lacoste, che sceglie il campione Novak Djokovic come nuovo “coccodrillo” per i prossimi cinque anni. Il tennis torna a essere protagonista in onore del fondatore René Lacoste, il tennista che ha rivoluzionato l’abbigliamento sportivo negli anni ’30 creando l’iconica Polo Lacoste L.12.12, in petite piqué di cotone. Il brand dedica una collezione a Novak che lo accompagnerà durante i tornei; prova del link con la memoria sono le immagini di campagna scattate da Jacob Sutton, dove vengono affiancati presente e passato, testimoniando l’eleganza senza tempo del marchio.

Protagoniste sui ring e sui campi da tennis, viste ai piedi dei più famosi atleti degli anni ’80 e sulle strade di tutto il mondo, le Pony, in particolare le City Wings High, tornano a completare i nostri look casual, conferendo uno stile vintage e allo stesso tempo cool e moderno.

A sua volta Eden Park, brand parigino fondato nel 1987 dall’ex campione di rugby Franck Mesnel e noto per avere come logo un papillon rosa, ripropone, in occasione del suo trentesimo anniversario, l’iconica maglia da rugby, il capo da cui tutto ebbe inizio nello stadio Eden Park di Auckland.

Anche New Balance ha un animo vintage. Lo ha dimostrato quest’anno rilanciando sul mercato le CRT300, che erano comparse per la prima volta sui campi da tennis negli anni ’80. Oggi il remake è disponibile in pelle scamosciata e mesh, nelle nuance dal sapore rétro.

C’è chi, come Wrangler, festeggia i settant’anni e, come brand famoso per il denim, ha deciso di celebrare il proprio successo riproponendo la coloratissima collaborazione con l’artista Peter Max, che ha rilanciato in chiave moderna e contemporanea le tasche multicolor. Le stesse che avevano stregato i giovani nei primi anni ’70.

Tommy Hilfiger, per la per la collezione primavera/estate 2017, Tommy Jeans, attinge dagli anni Novanta, celebrando i capi iconici di quel periodo e riportando in vita le vibrazioni degli esordi del brand. A interpretare lo spirito del marchio sono Lucky Blue Smith, Anwar Hadid e Sofia Richie, protagonisti della campagna.

Nike, tra i suoi tanti modelli di successo, sceglie di rileggere le indimenticabili Air Max 1, le scarpe icona di chi negli anni ’90 era un teenager o poco più. Ecco che ora, nuove e rielaborate, tornano in auge, pronte a calzare i piedi delle nuove generazioni.

@Riproduzione Riservata

NikeLab collabora con Stéphane Ashpool per la nuova collezione NikeLab x Pigalle

NikeLab, per la nuova collezione in vendita dal 24 giugno nei negozi, ha collaborato con Stephane Ashpool, fondatore e direttore creativo di Pigalle, marchio francese di grande appeal, per una linea completa di scarpe e abbigliamento ispirata al mondo del basket, sport amatissimo dal fondatore del marchio. Lo scopo del designer è stato unire ad un passato di tradizione una tecnica che guarda al futuro, passando da giacche in tessuto forato a tute dotate di polsini a scatto, a polsi e caviglie in colori non troppo forti, berretti, cappelli a visiera, t-shirt. Due le proposte di calzature NikeLab Shake Ndestrukt x Pigalle e la NikeLab Benassi Duo Ultra Slide, binomi che uniscono con equilibrio elementi maschili e femminili.

www.nike.com/nikelab

®Riproduzione Riservata

Nike Air Vapormax: il tempo migliore per correre…

Saranno in vendita dal primo giugno le nuove Nike Air Vapormax “Day to Night” destinate  principalmente ai cultori del runner. Le colorazioni di queste Nike presentano sfumature intonate alle ombre del cielo, a seconda delle diverse ore del giorno in cui ognuno sceglie di correre.
Dall’alba al tramonto,ogni ora è quella giusta per correre. La collezione è abbinabile all’Apple Watch Nike, nelle varie tonalità di azzurro e rosa viola con cinturino traforato per un perfetto look sportivo coordinato. La Nike Air Vapormax è una sneakers che ha conquistato un enorme numero di persone e con il new pack composto da 5 colorway: Glacier blue, Blue Orbit, Light Violet, Violet Dust e College Navy avrà sicuramente un’accoglienza strepitosa degna di Nike.

www.nike.com
®Riproduzione Riservata

BREAKING2: SFIDA LA VELOCITA’ CON NIKE

Domani venerdì 5 maggio, Nike scende in Piazza Duomo a Milano ed esorta tutti i runners a sfidarsi e a superare i propri limiti, nello stesso weekend in cui Eliud Kipchoge, Lelisa Desisa e Zersenay Tadese correranno sul circuito di Monza per abbattere definitivamente il muro delle 2 ore sulla maratona. Per l’occasione la piazza si trasformerà in una pista d’eccezione su cui 334 runners si cimenteranno in una staffetta di 42 km, sulle note inedite dell’Infinity Orchestra, diretta dal produttore milanese Gadi Sassoon. A incitarli e ispirarli con il loro esempio, oltre alla guida spigliata e frizzante del presentatore Alessandro Cattelan, ci saranno campioni sportivi del calibro di Carl Lewis, Paolo Maldini, Marco Belinelli, Bebe Vio, Gianmarco Tamberi, Alessia Trost e l’attore Kevin Hart. Just Do It!

www.nike.com

®Riproduzione Riservata

Monza circuito perfetto per Nike’s Breaking2

Una maratona di 42 km in meno di due ore? É un’ inusuale gara di velocità che si è svolta ieri, 7 Marzo 2017, nell’autodromo di Monza. Protagonisti della performance gli atleti Eliud Kipchoge  e Zersenay Tadese, entrambi campioni olimpionici e a Lelisa Desisa, vincitore di numerose maratone. Insieme, i tre runner, formano il team Breaking2. L’inusuale esperimento ha dimostrato il valore dell’innovativo abbigliamento da running ideato da Nike e testato per l’occasione nell’autodromo italiano di Monza. Prima di selezionare lo storico anello, il circuito monzese è stato tenuto sott’osservazione per ben 6 anni, monitorandone le condizioni di temperatura intorno ai 12C°, di pressione atmosferica inferiore a 12mmHg, cielo tendenzialmente nuvoloso, correnti d’aria omogenee, suolo pianeggiato. Una volta accertata l’idoneità del circuito, Nike ha sfidato gli atleti a scendere sotto il tempo record di 2 ore sulla classica distanza dei 42 km. I corridori hanno calzato Nike Zoom Vapor Elite con la suola intermedia Nike Zoom X. La scarpa è stata ideata con criteri di aerodinamicità, leggerezza e morbidezza che la rendono più reattiva della tradizionale sneaker da corsa. Oltre alle calzature, il brand ha previsto anche una canottiera ultra traspirante senza cuciture e shorts aderenti – diversi dagli standard – perché offrono un livello di compressione personalizzato. I manicotti aiutano i maratoneti a ripararsi dal freddo, mentre le calze sono high tech, per una migliore traspirazione e un maggiore supporto all’arco plantare.
nike.com
®Riproduzione Riservata

 

 

NIKE+ RUN CLUB: PRENDONO IL VIA A MILANO E ROMA LE JDI SUNDAY

Nike + Run Club a Milano e Roma si arricchiscono di una speciale sessione domenicale. La domenica è il giorno giusto per allacciare le scarpe e correre, non ci sono scuse che tengono. Un’ora o poco più da dedicare completamente a se stessi, grazie al supporto di Esperti Coach, Trainer, Pacer e Atleti in grado di ispirare e supportare i runner – principianti e maratoneti – a correre sempre meglio e sempre più lontano. La prima Just Do It Sunday Run a MILANO è in programma domenica 19 febbraio, con una Long Run (è possibile scegliere tra 5 /7 e 10km) che costeggerà i Navigli. Al termine un brunch rifocillerà tutti i runner. A ROMA, invece, l’appuntamento è fissato alle 11.34 presso Cisalfa Sport Roma Eur. Inoltre Nike ha dato via al progetto “Nike Hoodwaves Sessions” per guardare la città con nuovi occhi, con la possibilità di vivere il training in location inaspettate e di scoprire o riscoprire i diversi quartieri di Milano, instaurando un nuovo rapporto con il luogo in cui si vive dominando lo spazio urbano con la propria training crew.
Per conoscere tutti gli appuntamenti e prenotarsi per la corsa:
nike.com/milano
nike.com/roma

nike.com

®Riproduzione Riservata

Nike presenta la LunarEpic Flyknit 2

Nike ha presentato la Flyknit LunarEpic 2, la nuova scarpa da running con tomaia Flyknit leggerissima, aderente e senza cuciture che garantisce supporto, flessibilità e traspirabilità.
L’intersuola Lunarlon è morbida e sagomata, con intagli al laser sui lati che si piegano all’impatto del piede. Grazie alla suola tagliata al laser l’ammortizzazione è amplificata e l’impatto si disperde sull’intero piede.
La nuova Nike Flyknit LunarEpic 2 sarà disponibile a partire dal 16 febbraio online e nei migliori punti vendita.

www.nike.com

® Riproduzione Riservata

UP IN THE SKY

Sporty vibes and technical apparel to champion in the city.

Photographer| Julien Boudet (Bleu Mode)
Stylist| Giorgia Cantarini
Model| Thomas Barry @2morrow models
Stylist Assistant| Orsola Amadeo
Photographer Assistant| Andrea Benedetti

®Riproduzione Riservata

NIKE SPORTSWEAR PRESENTA TECH KNIT COLLECTION

La collezione Nike Sportswear Spring 17 Tech Knit è stata sviluppata da un team di esperti per creare il perfetto equilibirio tra sport e stile, considerando sia le proprietà del materiale che l’essenza dei capi che sono alla base di ogni guardaroba. La collezione è disegnata per affrontare il cambiamento climatico tipico della stagione e ingloba al meglio tutti gli elementi di comfort, eleganza e performance tipiche dello sport brand più famoso al mondo. La collezione Spring 2017 Nike Tech Pack è disponibile per uomini e donne a partire dal 26 Gennaio 2017 su nike.com e in selezionati punti vendita Nike Sportswear. Atleta Nike della collezione è lo schermitore due volte campione olimpico Miles Chamley-Watson, il quale sia nello sport sia nella vita di tutti i giorni si dichiara “iperattivo” ma comunque attento allo stile.

®Riproduzione Riservata

Nike sfida i limiti della corsa con Breaking2

Abbattere il muro delle due ore nella maratona dei 42,195 km. È questa la sfida, mai tentata prima e dal sapore quasi impossibile, lanciata da Nike. Il team Breaking2, composto da esperti appassionati e con esperienza di biomeccanica, coaching, design, ingegneria, sviluppo dei materiali, alimentazione, psicologia e fisiologia dello sport, sta lavorando meticolosamente già dal 2014 allo sviluppo di una calzatura che permetta agli atleti selezionati di affrontare qualsiasi variabile contingente della gara e di esaltare il loro grande potenziale. Il keniano Eliud Kipchoge, l’etiope Lelisa Desisa e l’eritreo Zersenay Tadese sono i tre idonei e coraggiosi atleti che tenteranno l’impresa, prevista nel 2017. La competizione è aperta.

www.nike.com

@Riproduzione Riservata

AIR MAX 97: “LA SILVER” E LA NASCITA DI UNA ICONA

Dopo la sua presentazione nel 1997, Air Max 97, la mitica e ineguagliabile Silver, è diventata un elemento imprescindibile del guardaroba italiano: con il 20°anniversario della Air Max 97 ormai imminente e in vista dei festeggiamenti esclusivamente dedicati all’Italia che seguiranno la riedizione limitata del mese scorso, alcuni di coloro che ne sono stati affascinati fin dall’inizio hanno condiviso i loro ricordi e pensieri su questo modello iconico.
Per celebrare i 20 anni di Air Max 97, lunedì 28 novembre al Teatro Vetra, a Milano, ci sarà un Beat Contest che vedrà sfidarsi diversi giovani, al termine del quale verrà eletto il beat vincitore di 97 BPM, si alterneranno artisti italiani e internazionali come il rapper britannico SKEPTA e i giovani della scena italiana tra i quali Sfera, Ghali, Charlie Charles, Dark Polo Gang, Sick Luke, Rkomi. Per avere accesso alla celebration e a vivere questa experience con Nike, occorre registrarsi al seguente link gonike.me/AM97Silver.

www.nike.com

@Riproduzione Riservata

NIKE SPORTSWEAR presenta NIKE TECH FLEECE AEROLOFT

La fusione tra le due innovative tecnologie Nike Tech Fleece e Aeroloft dà vita a capi che si adattano alla temperatura del corpo grazie a fori a taglio laser ed elementi imbottiti in piuma d’oca. Nike Tech Fleece AeroLoft presenta un collo alto – modulabile grazie a due cerniere – e un corpo più ampio per proteggere il busto dalle condizioni climatiche avverse tipiche dell’inverno. La collezione presenta un nuovo strato DWR, resistente e impermeabile, e la combinazione di uno strato Niek Tech Fleece con Elementi Aeroloft imbottiti.

nike.com

@Riproduzione Riservata

NIKE SPORTSWEAR presenta i modelli sneakerboot

Con l’inverno alle porte, Nike re-interpreta le silhoulette dei modelli più apprezzati della linea Sportswear ed il risultato è una capsule accattivante, dalle geometrie futuristiche ed estremamente innovative, una grinta tutta tipica del brand col baffo più famoso nel mondo e un confort estremo, per qualsiasi occasione della giornata.
La capsule è composta da:
– NIKE LUPINEK FLYKNIT
– NIKE LUNAR FORCE 1 FLYKNIT WORKBOOT
– NIKE AIR PRESTO MID UTILITY
Nike Lupinek Flyknit sneakerboot, modello unisex, presenta una tomaia impermeabile Flyknit, rifinita in DWR, un comodo collo in memory foam e la suola SFB ispirata a Nike Free.
La Nike Lunar Force 1 Flyknit Workboot, sneakerboot nelle due versioni da uomo e da donna, combina la tomaia impermeabile della Air Force 1 Flyknit con una suola lunar con trazione potenziata.
La Nike Air Presto Mid Utility è costituita da una tomaia morbida e impermeabile, una calda imbottitura interna e una suola con maggiore trazione.
nike.com

@Riproduzione Riservata

NIKE PRESENTA LUNAREPIC FLYKNIT SHIELD PER AFFRONTARE OGNI CONDIZIONE CLIMATICA

Trova una strada, non una scusa. Con la nuova linea LunarEpic Flyknit Shield di Nike allenarsi durante i mesi invernali non sarà più un problema. La punta di diamante della collezione è rappresentata dalle scarpe da running, che, rispetto alle versioni precedenti, sono progettate appositamente per affrontare acqua, neve e fango senza compromettere la prestazione sportiva.
Le scarpe presentano delle suole con una scanalatura simile agli pneumatici delle auto, in grado di adattarsi a qualsiasi terreno in qualsiasi condizione atmosferica, aumentando l’aderenza al terreno e ottimizzando la trazione. La tomaia Flyknit è realizzata con DWR, un materiale resistente e impermeabile, rivestito di filati TPU e con una parte interna impermeabile per mantenere il piede caldo e asciutto. Il collare alto offre un comodo sostegno, garantendo una calzata dinamica e facilitando il movimento naturale dalla caviglia al piede. Le incisioni a laser nella suola in schiuma UI, infine, consentono la canalizzazione dell’acqua, preservando la spinta tra tacco-punta e il ritorno di energia. Just do it!
Nike.com

@Riproduzione Riservata

Incontro di stile con la nuova promessa del calcio Federico Bernardeschi

Federico Bernardeschi, la giovane promessa italiana del calcio, attaccante della Fiorentina e della Nazionale, è stato uno dei protagonisti della campagna Nike Tech Fleece per Foot Locker: ‘Remember The Name’. Lo abbiamo incontrato a Milano, nello store Foot Locker di corso Vittorio Emanuele II, dove si è tenuto il lancio di questo sportswear che combina tecnologia, innovazione e cura dei dettagli. Visto che Federico, come giocatore, di talento e determinazione ne ha da vendere e lo sappiamo, abbiamo voluto scoprire qualcosa di più su di lui, anche in termini stile. Ecco qui qualche curiosità.

Come nasce la tua passione per il calcio? Hai sempre sognato di fare il calciatore?

Sì, fin da piccolino avevo il pallone tra i piedi, per cui penso sia una passione innata e credo sia bellissimo essere riuscito a trasformarla in un lavoro. Mi ritengo estremamente fortunato e sono molto contento.

Se non fossi diventato un calciatore?

Molto probabilmente sarei andato con mio padre nelle cave di marmo. Avrei lavorato con lui come cavatore, ma ho sempre voluto giocare a calcio ed ho sempre creduto nei miei sogni. Ne ho realizzati molti, anche se, certamente, ne ho ancora tanti da realizzare.

Qual è il tuo rapporto con la moda?

È un bel rapporto. Mi piace vestirmi bene, stare attento alle nuove tendenze ed esprimere la mia personalità.

Cosa ha significato per te essere scelto come testimonial da due colossi come Nike e Foot Locker?

È un grandissimo onore, oltre a che un orgoglio personale, essere scelto da due gruppi così grandi a livello mondiale. Non è facile e io sono davvero onorato che abbiamo voluto me.

Si portano tantissimo le sneakers, di ogni tipo e modello. Tu che uso ne fai?

Mi piacciono moltissimo e le porto più o meno tutti i giorni. Questo non vuol dire che non indossi altri tipi di scarpe. Se vado fuori a cena mi piace metterne una più elegante, uno stivaletto, ad esempio.

Il sogno nel cassetto?

Crescere professionalmente e diventare un grande giocatore. A livello mondiale.

www.nike.com

www.footlocker.it

@Riproduzione Riservata

https://youtu.be/rjElUomRi0k

NikeLab x Stone Island: una giacca che lascia il segno

La prima incursione di Nike nell’outerwear atletico risale al 1979, con la nascita della Nike Windrunner.
Tre anni più tardi, in Italia nasceva Stone Island, marchio di abbigliamento mosso da una fortissima spinta all’innovazione. Sovvertendo gli standard di lavorazione dei materiali, il marchio ha introdotto sul mercato le sue giacche dalle straordinarie sfumature cromatiche, capi tecnici ma pensate per la vita di tutti i giorni. Le competenze individuali e originali delle due aziende si fondono oggi nella NikeLab x Stone Island Windrunner. Seconda tappa di una proficua collaborazione, la giacca dimostra il comune interesse di Nike e di Stone Island per l’innovazione, e al tempo stesso mette in luce una nuova realtà: le competenze combinate dell’artigiano, dell’artista, dell’ingegnere e del produttore, che in passato s’incontravano raramente, sono la vera chiave dell’evoluzione.

nike.com

@Riproduzione Riservata

NikeLab Gyakusou si ispira a Rio per la collezione Autunno 2016

Da ormai sei anni la collezione NikeLab Gyakusou, collaborazione nata dall’incontro tra Nike ed il fondatore di Undercover Jun Takahashi, ha usato la corsa come lente di ingrandimento per monitorare le aspettative sull’equilibrio stile-prestazione. In occasione dei Giochi Olimpici 2016 la nuova collezione si sposta dalla sua tipica palette di tenui a una gamma di colori primari più accesi, alternati con colori al neon, che catturano ed esprimono la vitalità di Rio de Janeiro. L’abbigliamento invece, che comprende la canotta Distance NikeLab Gyakusou Dri-FIT e gli shorts Distance NikeLab Gyakusou Dri-FIT, si ispira ai capi indossati dai fondisti.
La collezione NikeLab Gyakusou Autunno 2016 sarà disponibile in esclusiva a partire dal 4 agosto presso lo store Nike di Ipanema nello speciale spazio NikeLab Rio. Sarà inoltre disponibile a livello globale a partire dal 18 agosto sul sito nike.com e nei negozi NikeLab.

www.nike.com

@Riproduzione Riservata

NIKE PRESENTA AN UNLIMITED FUTURE: SPERANZA PER IL DOMANI

Nike celebra la perseveranza dei più grandi atleti del mondo e esalta l’estate dello sport con la sua “Unlimited Campaign” che estende la recente serie dedicata agli atleti e incoraggia tutti ad abbracciare una mentalità “illimitata”.

Unlimited Future” è stata creata da Weiden + Kennedy, diretta da Damien Chazelle e dalla star americana Bobby Cannavale. Gli atleti rappresentati sono Neymar Jr, Serena Williams, LeBron James, Mo Farah e Zhou Qi.

nike.com

@Riproduzione Riservata

https://youtu.be/ivqhMxjV7j8

x

x