PARIS MEN’S FASHION WEEK F/W 2018

La settimana della moda maschile a Parigi, per la nuova stagione autunno-inverno 2018/19 ha catalizzato l’attenzione su cinque brand, capaci di conquistare le passerelle parigine.
Al primo posto lui, Monsier Oliver Rousteing, il talentuoso direttore creativo di Balmain, che ha presentato Balmain Army: pantaloni super attillati in latex effetto seconda pelle e giacche a maglia larga di lamé, bomber e giubbini in panno di lana, con inserti in pelle e maglioni oversize o dolcevita aderenti di paillettes iridescenti. Nero, oro, verde scuro, grigio i colori scesi in passerella. L’uomo “soldato” di Balmain è sexy e languido. Audace.
Al secondo posto l’inglese Paul Smith, che ha creato una collezione puntando sul total black. Cappotti doppio petto lunghi fino alla caviglia, pantalone a sigaretta e camicia aderente. Tocchi di colore blu elettrico sui maglioni larghi e morbidi. Very Britsh.
Terzo assist di stagione l’emergente Pigalle, marchio francese al suo debutto sulle passerelle parigine. Rosso fuoco per i pantaloni larghi e le casacche preziose, fatte di velluto e broccato. L’uomo di Pigalle, usa le righe e i tessuti damascati per dare fluidità ai movimenti, giocando con gli accostamenti di nero e grigio, fino ad arrivare ai bomber porpora o ai giubbini con stampa animalier. La danza come tema principale della sfilata è un ricordo d’infanzia del direttore creativo Stephane Ashpool, che continua a fondere capi sportivi con l’eleganza sartoriale del Made in Paris. Artistico.
Al quarto posto l’italianissimo Antonio Marras che, per la nuova stagione 2018/19, scende in pista con tradizione ed eleganza tutte italiane. Grigio perla per i cappotti e i panciotti, marrone caldo per gli impermeabili con dettagli a quadri, maglioni stampati e righe su camicie dal taglio sartoriale. I pantaloni in lana pregiata spaziano dalla tinta unita ai tessuti intarsiati color oro. Gentiluomo.
Quinto e ultimo atout d’Oltralpe il marchio Kenzo, che veste l’uomo dei colori dell’autunno: giallo, rosso, testa di moro e azzurro cielo. Pezzo forte della collezione il montgomery color senape da portare sopra ai maglioni leggeri a colto alto metallizzati. I pantaloni si accendono di rosso o giallo e sono aderenti, ma non troppo, dal taglio sartoriale e senza tanti fronzoli. Il punto forte: il twin-set celeste per un effetto bon-ton. Romantico.

®Riproduzione Riservata

Dimmi dove vai e ti dirò con che scarpe

Spiaggia, viaggio on the road o villeggiatura; la giusta scarpa può fare la differenza. Ormai da qualche estate la suola in corda, declinata nei modelli più disparati, è diventata un vero e proprio passepartout, la ritroviamo nel mocassino LOEWE, per una serata in riviera; nell’espadrillas multicolor di Paul Smith, per una giornata in compagnia, o nella scarpa da vela firmata Castañer. Oltre alla corda, must have di quest’estate sono ciabatte e sandali, accessorio fresco, utile e, perché no, anche di tendenza; con la classica Havaianas non si sbaglia, ma perché non lanciarsi anche su una colorata Prada? Se, invece, anche nella calda stagione cercate eleganza ed eccentricità state pensando alle calzature firmate Diego Vanassibara, con quelle ai piedi non passerete certo inosservati. Le proposte dell’estate S/S17 pensano, però, anche a chi ama viaggiare, visitare città e culture lontane ed è alla ricerca di una calzatura comoda, funzionale, che non tralasci lo stile, ma che magari sia impermeabile e resistente, ecco allora cosa fa per voi: i modelli proposti da Paul&Shark, Clarks, Bally e Guardiani rispondono a ogni vostra esigenza.

®Riproduzione Riservata

Tutti pazzi per la leather jacket

Colorate, a quattro tasche, con inserti o in tinta unita, dopo l’inverno è tornata la stagione della giacca di pelle, un evergreen per le mezze temperature. Quest’inverno in passerella ne abbiamo viste davvero di tutti i tipi. Un trend intramontabile, sposato da molti dei brand più in voga degli ultimi tempi. Paul Smith, così come Tommy Hilfiger e Bally, non abbandonano i colori intensi, proponendo item giovanili dai toni accesi; rimangono invece classiche, di tendenza e con un immancabile twist le giacche firmate Loewe, Marni, CanaliGucci e Lanvin. Gusto rétro per Leitmotiv, che rilancia la giacca in camoscio per un look casual e raffinato, la biker jacket per eccellenza porta il nome di The Am Crew, dove materiali di alta qualità si fondono a un design pulito e grintoso. Insomma, sbizzarritevi!

Paul Smith is back at Pitti Uomo

Un grande sorriso e un entusiasmo travolgente. Così si presenta Paul Smith, che torna a Pitti Uomo, dopo più di vent’anni, come special guest per il lancio della collezione PS by Paul Smith per l’Autunno/Inverno 2017. La collezione celebra l’essenza del brand “Classic with a twist” e propone abiti dalle linee classiche ma con inconfondibili dettagli inaspettati che rendono ogni capo unico e particolare. Paul Smith è stato il primo designer ad essere invitato nel 1991 a sfilare a Pitti Uomo, come racconta lui stesso durante l’intervista in esclusiva per MANINTOWN, e questo lo rende ancora più contento e orgoglioso di tornare a Firenze. In questi anni la moda è cambiata radicalmente e ha acquistato una dimensione fortemente internazionale, diventando accessibile in qualsiasi luogo e momento con un semplice click. Lo stilista britannico ammette, con un po’ di rammarico, che l’avvento di internet ha rivoluzionato completamente le modalità di acquisto, determinando di fatto una crisi dei negozi fisici, a favore dell’online shopping. Per scoprire altre curiosità, guarda la video intervista.

www.paulsmith.co.uk

®Riproduzione Riservata

Ispirazione anni ’60 per Paul Smith

La nuova campagna pubblicitaria della SS17 di Paul Smith celebra la città di Londra e la forza della positività, ispirandosi alle sontuose feste nella case d’estate e allo spirito after party del carnevale di Notting Hill. Protagonisti del video sono i danzatori, che si incontrano generando un’esplosione di energia. Paul Smith fonde le colorazioni calde dell’India ispirandosi alla Londra cosmopolita degli anni ‘60,  in cui il designer era solo un ragazzo che apprezzava incuriosito le varie influenze presenti nella City per eccellenza.  Nella collezione maschile, ai dettagli della sartoria sono accostate tonalità vivaci e pregiate lane italiane. Paul Smith realizza una collezione attuale, i  suoi capi, attraverso la scelta di colori intensi, vogliono essere un raggio di sole in un periodo storico drammatico.

WWW.PAULSMITH.CO.UK

® Riproduzione Riservata

https://youtu.be/y2FyMJZRFPA

 

FEELING SUPERSONIC

From left: Neil Barrett shirt; From right: A.N.G.E.L.O. Vintage T-shirt
“I need to be myself, I can’t be no one else” – Lyrics for Supersonic by Oasis

Photographer| Fabrizio Martinelli
Stylist| Martina Verità
Model| Andrew @bravemodelmanagement
Hair And Make Up| Roberto Mambretti @auraphotoagency
Digital and Photo Assistant| Ennio De Cola

®Riproduzione Riservata

UP IN THE SKY

Sporty vibes and technical apparel to champion in the city.

Photographer| Julien Boudet (Bleu Mode)
Stylist| Giorgia Cantarini
Model| Thomas Barry @2morrow models
Stylist Assistant| Orsola Amadeo
Photographer Assistant| Andrea Benedetti

®Riproduzione Riservata

TRENDS A PORTER

Our suggestions to step into the new season with great style

Photographer| Stefania Paparelli
Stylist| Nicholas Galletti
Stylist Assistant| Alexandre Roy
Grooming| Josefin Gligic
Casting| Eleonora Laureti @simobart casting
Models| Paul Alexandre Haubtmann @ marilyn; Djavan Mandoula @ success; Sacha Celaya @ 16men; Norman Grossklaus @ success
Location| Hotel Particulier 6 rue Tiquetonne

®Riproduzione Riservata

 

Alone without you

The accessories essentials never to leave behind

Photographer | Simon
Stylist | Orsola Amadeo
Photographer Assistant | Simona Pavan
Stylist Assistant | Chiara Troiani
Location | Robertaebasta

® Riproduzione Riservata

 

CHRISTMAS WISHLIST BY FRANK GALLUCCI

Il Natale è alle porte e i tempi per i regali si abbreviano: 5 idee regalo per il gentleman 2.0 che vive tutti i giorni un lifestyle a 360 gradi.

1.Orologio con nato strap

Siamo già pieni di orologi con cinturini in pelle e in acciaio…il nato strap rappresenta un concetto di heritage che proviene da lontano.

 2. Portacarte

Diamo un taglio netto a tutti i portafogli gonfi di carte e biglietti da visita.. nell’era digitale tutto gira su smartphone: è arrivata l’ora di non alterare le tasche dei nostri abiti con i volumi già ridimensionati.

3.Valigia

Un tocco di importanza in più denota una certa cura verso se stessi per cui perché non darla nei confronti di un elemento al quale pochi rivolgono massima attenzione?

 4. Cappotto grigio

Cappotto nero, blu o camel? No, il nuovo che avanza è assolutamente il grigio chiaro, colore poco convenzionale ma che apre le porte ad una nuova tipologia di inverno, cioè una stagione cupa avvolta da colori vivi.

5. Coffe table book

Oggi come non mai anche l’universo maschile è alquanto attento al mondo dell’interior design…divenuto un elemento di arredamento, questo libro molto spesso più fotografico che da lettura ne riempie alcuni spazi arricchendoli grazie ai propri volumi.

@Riproduzione Riservata

IL POLSO DELLO STILE

Essere uomini di polso vuol dire avere in pugno l’eleganza. A cominciare dai gemelli. In italiano si chiamano, appunto così, in francese bouton de manchette (letteralmente bottoni da polsino), in inglese cufflinks (che può significare anche manette). Già le sostanziali differenze semantiche mettono in evidenza le nebulose origini di questo elegantissimo accessorio maschile. Alcuni fanno risalire la loro creazione al periodo post-rinascimentale, altri spostano in là di qualche decennio la fortunata ideazione, ma sono tutti concordi nell’attribuirne la patria potestà all’Inghilterra. Come sempre, gli stilemi di eleganza maschile più significativi provengono da oltre Manica. E poi si spargono a macchia d’olio a tutte le latitudini, anche se la successiva e definitiva denominazione di “gemelli da polso”, tutt’ora in uso, scaturisce a Versailles nel 1778, agli albori della rivoluzione francese. Pari e patta, perciò, tra le due nazioni nella guerra dello stile. Tacciati di scarsa praticità o di presuntuosa eleganza, in realtà i gemelli sono fra i dettagli di abbigliamento più significativi per l’uomo, perché sono anche simboli di legame duraturo forgiato nel metallo, meglio se prezioso, dato che la loro forma primaria prevedeva due coppe o bottoncini uniti da una catena. Relegati per molto tempo nella sfera dell’accessorio da cerimonia – oggi fanno quasi sorridere quelle immagini seppiate degli sposi immortalati sul sagrato della chiesa forniti d’immancabile coroncina, per lei, e gemelli d’ordinanza, per lui – oppure semi dimenticati in un cassetto del secrétaire, in attesa di essere tramandati di padre in figlio, adesso i gemelli brillano di luce nuova e, soprattutto, di una diversa chiave interpretativa. Accanto agli immancabili di forma squadrata o a scudo con decorazioni classiche da fin de siècle, magari preziosamente smaltate, diventano protagonisti quelli più ironici e scanzonati, soprattutto da quando li hanno scoperti gli stilisti a completamento dei loro total look. Ed eccoli, quindi, riapparire riletti in chiave ironica, dove si trasformano in piccole matite o rappresentano mini ombrelloni da spiaggia; in versione guerrafondaia, con abbondanza di biplani e cingolati da prima Guerra Mondiale; in dandy style, con le bombette british o gli stivali da caccia alla volpe. Non mancano nemmeno i richiami al fast food più fashion, con hamburger e patatine fritte che occhieggiano golosi sui polsini. Comunque, e in ogni caso, rappresentano anche una significativa espressione di perizia interpretativa, basti pensare a cosa si riesce a rappresentare su superfici e dimensioni così contenute. Temprati nell’acciaio, cesellati nell’oro o nell’argento, intinti negli smalti o illuminati da piccole pietre preziose, i gemelli sono, oggi più che mai, anche una forma di linguaggio per immagini, che può discretamente rappresentare emozioni e stati d’animo.

@Riproduzione Riservata

Back to the city. I must-have per affrontare l’autunno!

Ha collaborato Orsola Amadeo

È iniziato ufficialmente l’autunno e l’estate con i suoi bagni al mare e la sua tintarella è solo un mero ricordo. Lo so che ogni scusa è buona per essere nostalgici e per farsi prendere dallo sconforto, visto che fine settembre è sinonimo di lavoro, primi freddi, per chi studia significa il ritorno ad esami e lezioni, ma se vogliamo affrontare tutto ciò ci dobbiamo rimboccare le maniche e trovare energia dovunque possiamo. E, perché no?, cercando anche quegli oggetti e accessori che ci accompagneranno per i prossimi mesi. Lo sappiamo tutti che lo shopping come antidepressivo funziona benissimo, no?

Vi proponiamo alcune scelte che siamo sicuri vi piaceranno e vi potranno far compagnia in questi mesi autunnali.

Partiamo dalle borse. Perché non regalarsi un nuovo must-have che venga con noi al lavoro o all’università? I professionisti cercano sicuramente qualcosa che trasmetta sicurezza e serietà, un oggetto di qualità e superchic. Optare per una ventiquattrore in pelle più easy della classiche borse da ufficio, come quella di Loewe. E a noi per questo fine 2016 piace nera, un po’ dark! Gli studenti, ma non solo loro, visto il grande ritorno di questo accessorio negli ultimi mesi, optano per un backpack. Perché non scegliere Eastpak, brand che la fa da padrone nel settore? E la nuova collaborazione con Timberland ci sembra davvero interessante. La capsule Eastpak X Timberland comprende 6 prodotti realizzati per soddisfare diverse esigenze di viaggio, Trolley Carry-On L, Big Backpack L, Small Backpack L, Briefcase, Toiletry Bag e Tote, ogni modello sfoggia un’originale etichetta con la dicitura “Exclusively crafted by EASTPAK, made for Timberland” e due tiralampo brandizzate. Ma è lo stile ‘old school’, con il tessuto nero impermeabile e bordo in pelle a contrasto destinato a invecchiare con l’uso, che ci ha fatto desiderare subito lo zainetto. In vendita, come le altre borse presso alcuni negozi Timberland selezionati.

C’è chi sta fremendo per il nuovo cellulare appena immesso sul mercato, c’è chi semplicemente decide di dare una nuova vita a quello che ha già. Perfetta la Blackboard cover, firmata Italia Independent, per vestire il tuo iPhone 6/6S con stile e creatività. Grazie all’effetto lavagna è infatti è possibile personalizzare la cover, disegnando o scrivendo, secondo i propri gusti, con i tre gessetti colorati presenti nella confezione.

Avete bisogno di rinnovare il guardaroba a partire dalle calzature, da veri shoe-addicted apprezzerete il classico grintoso di Santoni, in cui la doppia fibbia laterale dona un animo un pizzico retrò e sicuramente cool alla scarpa da ufficio, ma anche la più sportiva New Balance, in suede, col marchio in ton sur ton, dal colore perfetto per il freddo che verrà, un bianco-grigio ghiaccio davvero nuovo e curioso.

Ci vuol poco per sentirsi subiti cool e niente come un paio di occhiale da sole nuovi ha questo potere. Ci piacciono moltissimo quelli collezione Frames of Life di Giorgio Armani. Linee pulite e dettagli estremamente curati caratterizzano un design unico, con un sofisticato gusto retrò, reso contemporaneo grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. La collezione rappresenta l’essenza del brand, reinterpretata e costruita attraverso una lavorazione artigianale impeccabile, con una qualità senza compromessi.

Di Paul Smith le nuove sciarpe-foulard, caratterizzate da un disegno grafico in cui il classsico motivo paisley è diventato essenziale, ma si anima di tante cromie energetiche, per quella carica che ogni mattina ci serve per riprendere l’attività.

Ma in tal senso ci vengono in aiuto anche tutta una serie di prodotti per la cura del corpo che in momenti di ripresa come questi son dei veri toccasana.

Ad esempio i prodotti Assenzio per Lui de L’Erbolario. Come ad esempio il Bagnoschiuma alle 3 Artemisie, un detergente limpido che nasce dalla equilibrata com­binazione di sostanze tensioattive di derivazione vegetale da Cocco, Glucosio e aminoacidi della Pappa Reale, arricchito dagli estratti di 3 pregiate Artemisie – Assen­zio, Dragoncello e Genepì – e dagli aminoacidi dell’Orzo, per lasciare una pelle piacevolmente fresca e levigata. Mentre grazie al Pantenolo quaternizzato e alla betaina da Barbabietola da Zucchero, dalle virtù idratanti e rin­vigorenti, si trasforma in un delicato Shampoo per chio­me forti, lucenti e morbide. Delle stessa serie anche la Crema da Barba, l’Olio da Barba e il Fluido Dopobarba.
Anche EISENBERG ci ricorda di prenderci più cura di noi e propone quattro prodotti che consentono di avere una pelle sempre perfetta e uniforme anche dopo le vacanze estive. Duo Essentiel, il gel per radere e detergere, Exfoliant Visage Purifiant, l’esfoliante viso purificante, un gel con micro particelle micronizzate di Roccia Vulcanica e capsule di Vitamine A ed E, che rende la pelle morbida, liscia e pulita all’istante. Poi ancora Concentré Matifiant Régulateur, Regolatore Extra-Opacizzante per idratare la cute e normalizzare le secrezioni sebacee e rinforzare le difese della pelle, e infine Elixir De Jeuness, l’Elisir di Giovinezza, di cui siamo diventati grandi fan, un vero e proprio pieno di energia per il viso, con Estratti di Ginkgo Biloba e di Tè Verde dall’azione idratante e riparatrice. Un gel booster istantaneo anti-fatica e anti-stress.

Esattamente quello di cui abbiamo bisogno per questa ripresa dai ritmi veloci!

@Riproduzione Riservata

Yooxsoccercouture: una capsule esclusiva dedicata agli Europei di calcio

A partire dal 10 giugno, yoox schiera una squadra di designer d’eccezione per una capsule collection esclusiva a celebrazione dello sport più amato al mondo!
Lo store online di lifestyle leader nel mondo di moda, design e arte, in partnership con Sepp, offrirà a tutti gli appassionati di calcio una collection esclusiva composta da dieci felpe e t-shirt unisex.
Alcuni tra i designer più amati al mondo scendono in campo con yoox.com, divertendosi a reinterpretare, attraverso stampe e combinazioni di linee e colori unici, le maglie delle proprie nazionali di appartenenza, che si contenderanno il titolo di campione europeo: da J.W.Anderson a Dries Van Noten, da Paul Smith a Peter Pilotto, solo per citarne alcuni.
Scoprite online le divertenti e iconiche felpe della capsule e che il match abbia inizio!

@Riproduzione Riservata

Tutti al mare! Pronti per godervi un po’ di sole e di mare?

Ha collaborato Orsola Amadeo

È arrivato il periodo dell’anno in cui, almeno nei week end, le città si svuotano e si riempiono invece le spiagge. In realtà dovremmo usare il condizionale, perché il meteo in questo periodo non ci è sempre stato favorevole. Noi proviamo a sfidare piogge e affini, ma anche il caldo che, almeno durante la settimana, ci attanaglia dentro a case ed uffici o, se proviamo a mettere fuori il naso dalla porta, nei nostri percorsi sull’asfalto bollente, ci fa immaginare vicino all’acqua, che sia quella del mare o quella di una piscina, magari con un leggerissimo venticello ad alleggerire la calura e con una bevanda fresca in una mano. Avete presente il quadro?
Con questa gallery, divisa in due parti, vi raccontiamo cosa dovete avere con voi se opterete per un week end by the sea!

Se, come chi scrive, non riuscite ad essere essenziali e portate sempre un sacco di cose, il primo step è scegliere una borsa adatta. Noi ve ne proponiamo tre! La prima è di Berluti e fa parte di una capsule il cui nome spiega già tutto: Beach Essentials! Una tote bag elegantissima, dalle linee pulite, in un discreto beige, ma c’è anche in blu navy,è in tela di cotone e lino, con profili in pelle e lunghi manici che consentono di portarla sia a mano che a spalla. Perfetta per chi anche nei momenti di relax non rinuncia ad essere elegante e ricercato. I più sportivi forse preferiranno portare uno zaino. Decisamente tecnico quello della linea Revenge di Mandarina Duck, in tessuto di lino spalmato con gli spallacci in corda da arrampicata. Più colorato è quello di Dirk Bikkembergs Sport Couture, composto per il 60% da neoprene, come le mute dei sub, piacerà a chi ama un tocco di colore acceso anche negli accessori.

Per asciugarsi dopo un tuffo in acqua o per chi va in spiaggia per imitare le lucertole e passare ore steso al sole, un must-have è il telo. Noi ve lo proponiamo colorato e pieno di brio. Ci piace quello con i disegni geometrici di Paul Smith e quello più marinière, con le sue mille righe, in morbido cotone di Arena.

Ovviamente non si può immaginare una giornata in spiaggia senza pensare al costume, anzi a più di uno! E noi vi diamo un po’ di opzioni. I nuotatori incalliti, che preferiscono lo slip classico da mare, sceglieranno il costume Arena, che per la s/s 2016 si ispira all’Amazzonia, il dettaglio verde dona a questo modello un animo sicuramente grintoso.
Il costume a bermuda è un grande classico e rimaniamo in zona carioca, con la grafica Parrot della collezione Jolly Rogers, ispirata al mondo dei pirati, proposta dal brand Dolly Noire. Spiritosi anche quelli proposti da Paul Smith con la stampa che riproduce tanti coni gelato, mentre più corto è il pantaloncino di Missoni, che riproduce il classico motivo zig-zag caro al brand. A pantaloncino e con una stampa dal sapore retrò, che rimanda alle icone di stile maschile della Hollywood anni Cinquanta, il costume di Coast Society tailored by The BespokeDudes, mentre più sportivo, quasi da college americano quello di Tommy Hilfiger. Chiude la nostra rassegna di proposte il costume di Sweet Years, un modello di boxer aderente in black and white.

Per una giornata estiva all’aperto non possono mancare gli occhiali da sole. Il gentleman di Dolce&Gabbana sceglie un modello dalla forma pilot, caratterizzato dall’iconica silhouette “taglio sartoriale” a 45° sull’arco cigliare laterale. Frontale e terminale sono in nero opaco e le lenti grigio scuro. In fibra di nylon e caratterizzati da un vivace pattern “palm” sulle aste quelli di Boss Orange, abbiamo scelto quelli proprio in arancione, per chi d’estate vuole divertirsi un po’ con lo stile! Colori accesi anche per gli occhiali Lacoste, ma la caratteristica più importante è che questo modello unisex, dalla forma rettangolare, è realizzato con una tecnica di iniezione all’avanguardia che consente alla struttura di galleggiare! Le montature da sole maschili di Tom Ford comprendono Trevor, un modello aviator di ispirazione vintage, la montatura è leggera, in sottile acetato, ed ha un piccolo doppio ponte che lo rende ancor più elegante. Stile retrò anche per Lanvin, il modello ricorda “Mad Men”, per sentirsi come Don Draper, caratteristico il dettaglio delle viti sul front dell’occhiale. Una tendenza nel mondo dell’ottica è sicuramente quello della lente arrotondata, se poi è anche colorata l’immagine che ne risulta è fresca e giovane, ne è un esempio il modello di Pugnale & Nyleve.

@Riproduzione Riservata

CAMICIA D’IDENTITÀ

Mostrami la tua camicia e ti dirò chi sei. Elegante, sportiva, ironica, spigliata la primavera/estate 2017 di questo capo si fa spazio tra colori vividi e tagli asciutti, tra tessuti naturali e nuance classiche in un caleidoscopio di opportunità eclettiche tutte da indossare

Risolutamente. Così si dovrebbe indossare una camicia. Perché è uno dei più importanti capi d’abbigliamento presenti nel guardaroba maschile. Perché può essere paragonata, quasi, a un documento d’identità per chi la indossa. Perché d’estate, quando riaffiora in superficie dopo un inverno passato al coperto di maglioni e cappotti, diventa protagonista di stagione, anche al posto della giacca. Perciò, mostrami la tua camicia e ti dirò chi sei. Xacus, brand vicentino di camiceria, tocca la soglia dei 60 anni di attività e festeggia l’anniversario con una capsule ispirata al mondo di celluloide. A shirt a star è una carrellata tra i divi di ieri e di oggi, tra lo scanzonato Elvis Presley, seduttore alle Hawaii e la grinta manageriale di Michael Douglas a Wall Street, passando per l’aplomb di James Bond e la tenerezza di Tom Hanks in Forrest Gump. Da Bagutta il cotone si tinge di nuovo. Accanto alle intramontabili camicie bianche, interpretate con un esprit sempre diverso, spiccano inedite stampe full color, che rubano gli accenti cromatici a Flora e Fauna e trasformano chi le preferisce in una rappresentazione dell’allegria. L’eleganza di Sonrisa non si discute, s’indossa. La griffe italiana aggiunge un ulteriore capitolo alla propria shirtpedia e presenta Fior di cotone, una camicia che punta sulla profumazione. La rassegna estetica per la prossima stagione calda punta anche sul lino puro e sui tessuti placcati, mentre la palette spazia dalla vivacità dei tipici colori estivi alle rarefatte atmosfere dei verdi più intensi, dei grigi e degli azzurri. Neil Barrett legge tra le righe, spezzate, della sua collection che attraversa le culture e racchiude input creativi provenienti dai quattro angoli del mondo. La sua è una camicia cosmopolita. Questo caposaldo dell’abbigliamento acquista nuovo significato nella lettura di Shirt Studio, dove viene messa in risalto l’individualità di ognuno grazie alle sofisticate interpretazioni dal taglio sartoriale che lo stilista Alfredo Fabrizio regala ai suoi modelli.

x

x