UNA PRIMAVERA CON GLI OCCHIALI

Finalmente, dopo settimane indecise e gelide, che facevano venire poca voglia di uscire, è arrivata una primavera calda che ci spinge a mettere la testa fuori di casa. Uno dei must del nostro look per ogni stagione in cui il sole la fa da padrone è sicuramente un bel paio di sunglasses!

Per chi vuole solo sapere le ultime tendenze nel settore o per chi vuol farsi ispirare e spingere ad un nuovo acquisto, abbiamo preparato questa sequenza di occhiali che vengono dalle collezioni s/s 2018. Ce n’è per tutti i gusti, dalla funzionale mascherina sportiva a doppia lente di Moncler all’occhiale in acetato dalle sfumature particolari e dalle dimensioni oversize di DSquared2.
Prevale, osservando.i modelli che abbiamo scelto per voi, una forma più arrotondata, dal gusto retrò, ma senza eccessi. Forse non è tempo per le eccentricità, meglio essere ricordati per lo sguardo che sfoggiamo una volta tolti gli occhiali da sole, piuttosto che per una montatura troppo strana.
Eccovi le nostre proposte.

Green Carpet Fashion Awards Italia: quando la moda preserva il pianeta

La moda si fa ‘green’ ed è pronta a preservare il pianeta. La Milano Fashion Week si è, di fatto, conclusa con uno degli eventi più attesi della stagione: i Green Carpet Fashion Awards Italia, organizzati dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, in collaborazione con Livia Firth, founder e direttore creativo di Eco-Age, con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico, di ICE e con il patrocinio del Comune di Milano. Al Teatro alla Scala, trasformato per l’occasione in un giardino temporaneo, sono stati accolti i numerosi ospiti italiani e internazionali, nomi di punta del fashion system pronti ad assistere all’assegnazione di ben dodici premi. Una serata incentrata sui valori della sostenibilità ambientale e sociale, che ha acceso i riflettori sulla moda made in Italy e che ha riunito per la prima volta, in un’unica cerimonia, i più grandi stilisti, le case di moda, i designer italiani emergenti, le realtà artigiane e le aziende più innovative nel mondo della sostenibilità. Dal CNMI Recognition of Sustainability, consegnato da Colin Firth e Alessandro Cattelan – presentatore della serata – ai magnifici quattro della moda italiana, visti per la prima volta insieme sul prestigioso palco de La Scala: parliamo di Giorgio Armani, Miuccia Prada, Pierpaolo Piccioli e Alessandro Michele, all’Eco Laureate Award, designato alla modella e attivista brasiliana Gisele Bündchen, come riconoscimento del costante utilizzo della propria piattaforma per promuovere non soltanto le cause ambientali, ma anche le relative soluzioni. Il suo lavoro, in particolare per la preservazione del bioma amazzonico nel proprio Paese d’origine, ha infatti aiutato a cambiare il dibattito culturale sull’argomento in tutto il globo. Una serata che ha coinvolto tutti gli attori del sistema moda e che si fa portavoce di una nuova fase del settore stesso, più attento all’ecologia: perché preservare il pianeta non fa bene solo alla terra, ma anche a noi stessi. Persino l’award conferito è stato prodotto da Chopard in oro etico, estratto in modo responsabile e certificato Fairmined.

Ecco i vincitori:

  1. Community and Social Justice: conferito a Brunello Cucinelli, premiato da Colin Firth
  2. The Art of Craftsmanship: vincono le sarte di Valentino, premiate da Annie Lennox
  3. Best International Designer supporting Made in Italy: vince Tom Ford, ritira il premio dalle mani di Anna Wintour, Andrew Garfield
  4. Technology and Innovation:selezionati Orange Fiber e New Life, premiano Miroslava Duma e Derek Blasberg
  5. Supply Chain Innovation: Gucci premiato da Arizona Muse
  6. Eco Stewardship: Ermenegildo Zegna, premiato da Alessandro Roja
  7. The Franca Sozzani GCC Award for Best Emerging Designer: conferito a Tiziano Guardini, premiato da Naomi Campbell e Sara Sozzani Maino
  8. Sustainable Producer: Taroni premiato da Amber Valletta
  9. The Artisanal Laureate Award:Chiara Vigo premiata dall’attrice Vittoria Puccini
  10. The Social Laureate Award:Ilaria Venturini Fendi vince con il suo brand Carmina Campus, premiano Stefania Rocca e Bianca Balti
  11. The Vogue Eco Laureate Award: Gisele Bündchen riceve l’award da Emanuele Farneti, direttore di Vogue Italia
  12. The CNMI Recognition of Sustainability:Giorgio Armani, Miuccia Prada, Pierpaolo Piccioli e Alessandro Michele premiati da Colin Firth e Alessandro Cattelan

®Riproduzione Riservata

Giorgio Armani presenta la campagna ss17

La nuova campagna primavera/estate2017 di Giorgio Armani  è presentata con una serie di ritratti in bianco e nero scattati da Mert Alas e Marcus Piggott. Negli scatti vi sono pose naturali e un intimo gioco di sguardi, sottolineati  dalla leggerezza dei capi. La campagna riflette appieno l’iconico stile della maison. La campagna debutterà sulla stampa internazionale a partire da Marzo 2017.

www.armani.com/it

® Riproduzione Riservata

Cinema e moda complici nel nuovo revival

Café Society courtesy of Warner Bros. Pictures

Realtà e finzione, passato e presente, mito e quotidiano non sono termini di una dicotomia ma di un’endiadi. Lo conferma il fatto che il cinema che fa volare la nostra fantasia e la moda che appartiene al nostro vissuto reale, intrecciano i loro ruoli sempre più spesso, soprattutto per definire personaggi maschili che abbiano una solida credibilità, preferibilmente ambientati nel passato. Non a caso il vintage futuribile è la grande tendenza del gusto e del costume attuale e infonde nuova linfa non solo nella vita, ma anche in alcuni film sul grande schermo. Sull’onda di questo tormentone che volge lo sguardo al futuro con un occhio legato al passato e a un mondo a volte fantastico ricreato sulla base di spunti fumettistici collegati alla realtà attuale, le liaison fra moda maschile e cinema sono state e sono tuttora molteplici. Armani ha creato il guardaroba di Richard Gere per il film ‘American Gigolò’ manifesto della nuova virilità anni ‘80 e ha trionfato a Hollywood con i costumi del film ‘Gli intoccabili’, che si rifà all’epoca di Al Capone. Neanche una decade prima Ralph Lauren, negli anni ’70, rilanciò lo stile rétro dei ruggenti ’20, disegnando gli abiti di Robert Redford per ‘Il grande Gatsby’, che recentemente sono stati ideati da Brooks Brothers per il remake del film con Di Caprio. Poi c’è anche chi dall’ufficio stile di grandi maison è passato a dirigere film, transitando dietro la macchina da presa: è il caso del visionario texano Tom Ford, vincitore con il film da lui scritto e diretto ‘Animali Notturni’, del Gran Premio della Giuria al Festival di Venezia 2016, un riconoscimento importante per un cineasta alla sua seconda prova, dopo l’esordio con il multi premiato ‘A single man’ del 2009. Anche in questa seconda avventura, che forse condurrà i suoi attori protagonisti Amy Adams e Jake Gyllenhaal a vincere gli Oscar come migliori attori protagonisti, Ford ha voluto avvalersi della costumista Arianne Phillips, che ha collaborato spesso con Madonna e ha firmato già il guardaroba dei protagonisti di Kingsman con Colin Firth, tutto incentrato sulla sartorialità inglese di Savile Row. Il sequel sarà svelato nelle sale nel 2017 e prevede ancora i costumi della Phillips sul set. In ‘Animali notturni’, ambientato nel Texas e a Los Angeles, un film in cui la stessa idea di mascolinità si trova messa in discussione attraverso la visuale del protagonista, come osserva la Phillips, “Tom capisce che c’è un rapporto tra quello che indossiamo e la nostra identità”. E così gli abiti di scena diventano una seconda pelle alimentando una sorta di spirito di emulazione nello spettatore, incantato dalla visione estetizzante del regista, molto apprezzata in ‘The single man’ dove l’elegantissimo Colin Firth appariva un dandy anni ’60. Due film molto romantici e ambientati negli anni ’30, ‘Genius‘ di Michael Grandage e ‘Café Society‘ di Woody Allen, rinnovano l’alchimia fra cinema e moda maschile esaltando il ruolo del passato come guida e chiave di lettura del presente. Nel primo film i cappelli Borsalino anni ’30 e i cappotti doppiopetto con i revers a lancia di Colin Firth fanno da contrappunto agli abiti elegantemente sciatti e quasi logori di Jude Law nel ruolo di Thomas Wolfe, mentre in Café Society si descrive la mondana frivolezza della società dell’epoca jazz. Il film, che si svolge fra New York e Los Angeles, presenta il protagonista Jesse Eisenberg infilato in giacche da smoking immacolate, pantaloni a vita alta e con al collo cravatte ampie nel segno di un’esibita ed edonistica ricercatezza tipica di un’epoca dominata dallo charme del playboy da silver screen. E per chiudere il cerchio, non è raro vedere casi di attori che anche al di fuori dal set scelgono i canoni di un’eleganza un po’ vintage, ma in fondo senza tempo. Benedict Cumberbatch che sul set di ‘Doctor Strange‘ sfoggia un ampio mantello rosso molto costruito e icastico per far sognare le platee, sul tappeto (sempre rosso) sa interpretare abilmente la modernità di un completo blu scuro di Giorgio Armani Made to Measure che agli anni ’30 si ispira da sempre.

@Riproduzione Riservata

Con una nuova mostra Giorgio Armani rende omaggio ai grandi atleti

“Lo sport è da sempre una delle mie passioni. Credo che rappresenti quelle qualità che ci permettono di migliorarci: dedizione, spirito di sacrificio, perseveranza e forza di volontà. Lo sport fa bene al corpo ma anche allo spirito e dimostra che il successo non si raggiunge senza impegno”.
Così Giorgio Armani ha commentato le ragioni e lo spirito che animano l’esposizione “Emotions of the Athletic body”. Aperta al pubblico fino al 27 novembre nel nuovo Armani/Silos un grande spazio una volta adibito al deposito e serbatoio di cereali e foraggi, ristrutturato da Armani e inaugurato come archivio e spazio culturale nell’aprile del 2015 per i 40 anni di Giorgio Armani, la mostra presenta gli sportivi di tutte le discipline atletiche, uomini e donne, non sono solo come modelli di comportamento, ma anche come affascinanti soggetti fotografici perché all’apice della condizione fisica e della vibrante energia dello slancio fisico. E così gli sportivi diventano quasi degli eroi immortalati da maghi dell’obbiettivo come Aldo Fallai, Howard Schatz, Mert Alas e Marcus Piggott, Serge Guerand, Cliff Watts, Eric Nehr, Vangelis Kyris, Tom Munro, Richard Phibbs, Antoine Passerat, ma anche rappresentati con video istallazioni con filmati inediti, oltre a una selezione mai vista di Kurt e Weston Marcus. Oltre agli italiani Luca Dotto, Davide Zongoli, Angelo Bonsignore e Francesco Totti in mostra sono di scena i ritratti dei nerboruti e armoniosi corpi di David Beckham, Jason Morgan, Terrell Owens, Sean Townsend e molti altri ancora, senza dimenticare le campionesse del gentil sesso. La suggestiva raccolta di scatti, dal 1985 fino a oggi, occupa l’intero piano terra dell’Armani/Silos. Il design dello spazio è stato completamente ridefinito dallo stilista per dare il massimo risalto al tema: le immagini in bianco e nero sono stampate su enormi lastre rifinite a cemento, come le pareti dell’edificio, mentre i pavimenti sono rivestiti nello stesso materiale di colore rosso di cui sono ricoperte le piste di atletica. Nell’atrio, il visitatore viene accolto da un’enorme statua che riproduce a grandezza naturale un atleta in equilibrio su un globo di pietra. Ai primati e alle eccellenze raggiunte da questi campioni in campo atletico viene dedicata la quarta rassegna dell’Armani/Silos Film series che da ottobre presenta al pubblico una selezione di film legati al tema dello sport. “Attraverso la moda ho cercato di interpretare il senso dell’agonismo vestendo gli sportivi per le mie campagne pubblicitarie, scegliendoli tra gli atleti di fama mondiale, ma anche tra coloro che ancora aspirano alla gloria.” conclude Giorgio Armani.

®Riproduzione Riservata

Back to the city. I must-have per affrontare l’autunno!

Ha collaborato Orsola Amadeo

È iniziato ufficialmente l’autunno e l’estate con i suoi bagni al mare e la sua tintarella è solo un mero ricordo. Lo so che ogni scusa è buona per essere nostalgici e per farsi prendere dallo sconforto, visto che fine settembre è sinonimo di lavoro, primi freddi, per chi studia significa il ritorno ad esami e lezioni, ma se vogliamo affrontare tutto ciò ci dobbiamo rimboccare le maniche e trovare energia dovunque possiamo. E, perché no?, cercando anche quegli oggetti e accessori che ci accompagneranno per i prossimi mesi. Lo sappiamo tutti che lo shopping come antidepressivo funziona benissimo, no?

Vi proponiamo alcune scelte che siamo sicuri vi piaceranno e vi potranno far compagnia in questi mesi autunnali.

Partiamo dalle borse. Perché non regalarsi un nuovo must-have che venga con noi al lavoro o all’università? I professionisti cercano sicuramente qualcosa che trasmetta sicurezza e serietà, un oggetto di qualità e superchic. Optare per una ventiquattrore in pelle più easy della classiche borse da ufficio, come quella di Loewe. E a noi per questo fine 2016 piace nera, un po’ dark! Gli studenti, ma non solo loro, visto il grande ritorno di questo accessorio negli ultimi mesi, optano per un backpack. Perché non scegliere Eastpak, brand che la fa da padrone nel settore? E la nuova collaborazione con Timberland ci sembra davvero interessante. La capsule Eastpak X Timberland comprende 6 prodotti realizzati per soddisfare diverse esigenze di viaggio, Trolley Carry-On L, Big Backpack L, Small Backpack L, Briefcase, Toiletry Bag e Tote, ogni modello sfoggia un’originale etichetta con la dicitura “Exclusively crafted by EASTPAK, made for Timberland” e due tiralampo brandizzate. Ma è lo stile ‘old school’, con il tessuto nero impermeabile e bordo in pelle a contrasto destinato a invecchiare con l’uso, che ci ha fatto desiderare subito lo zainetto. In vendita, come le altre borse presso alcuni negozi Timberland selezionati.

C’è chi sta fremendo per il nuovo cellulare appena immesso sul mercato, c’è chi semplicemente decide di dare una nuova vita a quello che ha già. Perfetta la Blackboard cover, firmata Italia Independent, per vestire il tuo iPhone 6/6S con stile e creatività. Grazie all’effetto lavagna è infatti è possibile personalizzare la cover, disegnando o scrivendo, secondo i propri gusti, con i tre gessetti colorati presenti nella confezione.

Avete bisogno di rinnovare il guardaroba a partire dalle calzature, da veri shoe-addicted apprezzerete il classico grintoso di Santoni, in cui la doppia fibbia laterale dona un animo un pizzico retrò e sicuramente cool alla scarpa da ufficio, ma anche la più sportiva New Balance, in suede, col marchio in ton sur ton, dal colore perfetto per il freddo che verrà, un bianco-grigio ghiaccio davvero nuovo e curioso.

Ci vuol poco per sentirsi subiti cool e niente come un paio di occhiale da sole nuovi ha questo potere. Ci piacciono moltissimo quelli collezione Frames of Life di Giorgio Armani. Linee pulite e dettagli estremamente curati caratterizzano un design unico, con un sofisticato gusto retrò, reso contemporaneo grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. La collezione rappresenta l’essenza del brand, reinterpretata e costruita attraverso una lavorazione artigianale impeccabile, con una qualità senza compromessi.

Di Paul Smith le nuove sciarpe-foulard, caratterizzate da un disegno grafico in cui il classsico motivo paisley è diventato essenziale, ma si anima di tante cromie energetiche, per quella carica che ogni mattina ci serve per riprendere l’attività.

Ma in tal senso ci vengono in aiuto anche tutta una serie di prodotti per la cura del corpo che in momenti di ripresa come questi son dei veri toccasana.

Ad esempio i prodotti Assenzio per Lui de L’Erbolario. Come ad esempio il Bagnoschiuma alle 3 Artemisie, un detergente limpido che nasce dalla equilibrata com­binazione di sostanze tensioattive di derivazione vegetale da Cocco, Glucosio e aminoacidi della Pappa Reale, arricchito dagli estratti di 3 pregiate Artemisie – Assen­zio, Dragoncello e Genepì – e dagli aminoacidi dell’Orzo, per lasciare una pelle piacevolmente fresca e levigata. Mentre grazie al Pantenolo quaternizzato e alla betaina da Barbabietola da Zucchero, dalle virtù idratanti e rin­vigorenti, si trasforma in un delicato Shampoo per chio­me forti, lucenti e morbide. Delle stessa serie anche la Crema da Barba, l’Olio da Barba e il Fluido Dopobarba.
Anche EISENBERG ci ricorda di prenderci più cura di noi e propone quattro prodotti che consentono di avere una pelle sempre perfetta e uniforme anche dopo le vacanze estive. Duo Essentiel, il gel per radere e detergere, Exfoliant Visage Purifiant, l’esfoliante viso purificante, un gel con micro particelle micronizzate di Roccia Vulcanica e capsule di Vitamine A ed E, che rende la pelle morbida, liscia e pulita all’istante. Poi ancora Concentré Matifiant Régulateur, Regolatore Extra-Opacizzante per idratare la cute e normalizzare le secrezioni sebacee e rinforzare le difese della pelle, e infine Elixir De Jeuness, l’Elisir di Giovinezza, di cui siamo diventati grandi fan, un vero e proprio pieno di energia per il viso, con Estratti di Ginkgo Biloba e di Tè Verde dall’azione idratante e riparatrice. Un gel booster istantaneo anti-fatica e anti-stress.

Esattamente quello di cui abbiamo bisogno per questa ripresa dai ritmi veloci!

@Riproduzione Riservata

Djokovic & Friends, la tre giorni che unisce sport e solidarietà

Il 20 settembre avrà inizio la manifestazione Djokovic & Friends, la tre giorni che unisce sport e solidarietà organizzata e sponsorizzata dalla Novak Djokovic Foundation.
Novak Djokovic è conosciuto in tutto il mondo per i suoi successi e i suoi record da professionista del Tennis, ma prima che tennista, Novak è un uomo che fuori dal campo da gioco è sia marito sia padre e, soprattutto, mai dimentica le sue umili origini. La sua sensibilità che da sempre lo accompagna, l’ha portato a creare nel 2007, insieme alla moglie Jelena, la Fondazione che porta il suo nome: Novak Djokovic Foundation concentrata principalmente sull’educazione primaria dei bambini dai tre ai sei anni.
La sera del 20 settembre a Milano nello splendido Castello Sforzesco, si svolgerà l’esclusiva Charity Gala Dinner di cui Giorgio Armani sarà Sponsor Ufficiale. I due giorni successivi saranno animati da una serie di incontri sportivi mozzafiato, aperti al pubblico, a cui parteciperanno importanti nomi del mondo del tennis come Rafael Nadal, Serena Williams, Flavia Pennetta e Fabio Fognini.

I biglietti per questa manifestazione sportiva senza precedenti sono acquistabili sulla piattaforma multicanale di TicketOne. Acquistare un biglietto significa diventare protagonisti di un’esperienza senza confronto immergendosi in una vera e propria kermesse che coniuga professionalità, intrattenimento e passione.

@Riproduzione Riservata

EA7: l’incredibile campagna pubblicitaria per le Olimpiadi 2016

Dopo Londra 2012, EA7 sarà nuovamente Official Outfitter del Team Italia impegnato alle Olimpiadi e Paralimpiadi di Rio 2016: la campagna adv del marchio è stata realizzata, per l’occasione, da Serge Guerand.
Le immagini, in un bianco e nero eroico e luminoso, sono state realizzate a Fuerteventura. Su uno sfondo fatto solo di sabbia e cielo, i modelli Pietro Boselli e Penny Lane sono ritratti in pose tese e scattanti, colti nell’atto di liberare tutta la potenza dei loro corpi. Gli scatti comunicano energia e senso di condivisione, e sono una celebrazione dello sport vero, praticato con passione e abnegazione. I modelli nelle immagini indossano capi, accessori e occhiali del guardaroba formale e per il tempo libero appositamente creato da Giorgio Armani per gli atleti italiani, che saranno in vendita nei negozi Emporio Armani.

http://www.olimpiamilano.com
@Riproduzione Riservata

Dal 23 Giugno New York celebra l’eleganza del cibo italiana

Giovedi’ 23 Giugno al Chelsea Market di New York si è tenuta la serata inaugurale della mostra L’Eleganza del Cibo.
Curata da Stefano Dominella e Bonizza Giordani Aragno e sponsorizzata dall’Ice, Italian Trade Commission, in collaborazione con Unindustria, la mostra L’Eleganza del Cibo celebrerà fino al 4 Luglio al Chelsea Market di New York la contaminazione imprescindibile tra “moda” e “gusto” attraverso un’installazione visiva composta di oltre cinquanta capi, presentati in anteprima al pubblico americano.
In mostra abiti-opera e accessori creati sia da maison storiche come  Giorgio Armani, Valentino, Etro, Salvatore Ferragamo , Moschino e Gattinoni, e designers emergenti, tra cui Gianni De Benedittis ed Italo Marseglia.
A sottolineare l’importanza del connubio tra Moda e Gastronomia e a celebrare l’influenza che questi due aspetti emblematici della cultura italiana continuano ad esercitare sulla società  americana, è intervenuto, come padrino d’eccezione, l’attore Raoul Bova.

 

@Riproduzione Riservata

Giorgio Armani lancia la campagna ADV autunno/inverno 2016/2017

Giorgio Armani ha appena lanciato la campagna autunno/inverno 2016/2017, scattata da Mert Alas e Marcus Piggott.
I modelli Mathilde Brandi, Maartje Verhoef, Heather Kemesky, Julian Schneyder, Andrey Zakharov e André Bona sono ritratti in un’atmosfera tenue, introspettiva che trasmette un profondo senso di realismo e sottolinea perfettamente il senso della collezione.

www.armani.com

@Riproduzione Riservata

x

x