PEOPLE WE LIKE: THOMAZ DE OLIVEIRA

Photographer: Alisson Marks 
Stylist: 3 
Stylist assistant: Cristina Florence Galati and Emanuela Cinti
Grooming: Gianluca Casu
Model: Thomaz De Oliveira @I Love Models Management

®All Rights Reserved

DA EMPORIO ARMANI EVERYONE WEARS A DIFFERENT STORY

Everyone has a different story…and everyone wears Emporio Armani. Con questo claim Emporio Armani lancia la nuova campagna, per la primavera/estate 2018. Ciò che viene messo in risalto con il format pubblicitario è l’attitude, il modo di essere di ciascuna persona fotografata: l’essere indipendente, la possibilità di interpretare stili diversi, dal formale, allo sportivo al più fashion, ognuno secondo la propria personalità. Per questo motivo compare sui cartelloni – nelle vie più trafficate del centro di Milano, da via Cusani a corso Garibaldi – una galleria di personaggi veri, di diverse età, etnie e professioni, selezionati attraverso uno street casting in Italia e in alcune grandi città d’Europa. I volti immortalati sono primi piani di persone comuni e gli scatti, realizzati tutti nel capoluogo lombardo, sono dei giovani fotografi Ben Weller, Mark Peckmezian e Pawel Pysz.

®Riproduzione Riservata 

Caccia al costume

C’è chi dice che siano solo un accessorio utile, chi invece ne è proprio ossessionato, una cosa è certa, che sia mare o piscina, questa stagione la nostra attenzione si concentra inevitabilmente sui costumi da bagno, e come ogni anno, inizia la ricerca pazza di quello che diventerà il nostro miglior amico durante la stagione estiva. Ecco che, anche per il 2017 i brand si sono sbizzarriti, creando per voi costumi dai mille colori. Guardando in giro vi renderete subito conto che trend di stagione sono sicuramente due, il color-block e le micro-fantasie, tutto accomunato da un sapore rètro; basta solo scegliere quello che più vi si addice. Cos, Emporio Armani, Invicta, Plein été e Sergio Tacchini puntano sulle monocromie a contrasto per modelli classici, ma con un twist, mentre Coast Society, Pepe Jeans, Eden Park, Marina Yachting e Intimissimi dedicano le loro collezioni ai più spiritosi, proponendo motivi psichedelici, pattern e stampe floreali per chi in vacanza non ama prendersi troppo sul serio. E voi da che parte state?

@Riproduzione Riservata

Campagna ADV Emporio Armani AI 17/18

La nuova campagna pubblicitaria di Emporio Armani A/I 2017-2018 è stata realizzata da fotografo Matteo Montanari scelto da Giorgio Armani per raccontare la nuova collezione. Grazie ad uno sfondo neutro, il fotografo concentra l’attenzione sull’abbigliamento, sulle personalità dei soggetti con gioco di sguardi, luce e atteggiamenti. Le foto in bianco nero e sprazzi di colore ritraggono i famosi modelli protagonisti: Chiharu Okunugi, Londone Myers, Valery Kaufman, Romy Schonberger, Julian Schneyder, Jegor Venned e Alessio Pozzi ricreando atmosfere eleganti e classiche come è nel dna della Maison Armani, sinonimo di raffinatezza e bellezza nel panorama internazionale della moda.

www.emporioarmani.it

®Riproduzione Riservata

Il nuovo umanesimo secondo l’uomo che verrà

Semplicità, umanità, modestia, amicizia, fratellanza. Non è il manifesto di un clan o di una società segreta ma il complesso dei messaggi antropocentrici che sono circolati con dovizia nelle ultime sfilate uomo per l’autunno-inverno 2017-18. In passerella non è solo la giacca, sempre con spalle scese e coulisse in vita come un parka, a subire un processo di decostruzione. Destrutturata è anche la nuova identità maschile pure secondo Giorgio Armani, che da sempre professa una fede incrollabile nell’essenzialità e lo riconferma con la sua idea cool di una sciarpa che avvolge un braccio e fascia il busto. Semplice ma sexy. Ritornare a un linguaggio essenziale significa recuperare la verità e la modestia di un completo da artista bohémien in velluto a coste da alternare a una maglia con disegni da pittore naïf: è il Miuccia Prada pensiero che opta per una mascolinità un po’ acerba e ribelle a base di collane con conchiglie e pantofole di pelo. Giocano la carta dell’essenzialità che riporta in auge il montone in tutta la sua declinazioni anche Fendi e Dirk Bikkembergs dove è approdato Lee Wood. Silvia Venturini Fendi difende l’idea di un uomo molto moderno e gentile, amante del nylon reversibile spesso lavorato e accoppiato con la pelliccia, visone o shearling poco importa e degli accessori multitasking come lo zaino che può diventare sgabello. La vera eleganza che si nutre di sobrietà e di una nuova umanità circola anche nelle proposte maschili di Donatella Versace che alterna un lato più classico a uno decisamente selvaggio e quasi street mettendo insieme un cast multietnico “perché i ragazzi di varie parti del mondo devono dialogare fra loro”. Meglio allora disegnare per loro completi tailored snelliti ed epurati con belle borse da meeting d’affari alternativo, come quelli del Signor Finestra protagonista della serie televisiva ‘Vinyl’, dalla graffiante anima rock come quello della bionda anima creativa della Medusa. Da Dirk Bikkembergs Lee Wood, nuovo direttore creativo del brand distilla un guardaroba che sembra emulare Jil Sander anni’90 con una grande passione per la pelle spesso dark e per il montone che denuda le spalle, con abiti strutturati ed eleganti in colori chiari. Regale e signore del web e del grande e piccolo schermo è l’interlocutore privilegiato di Dolce & Gabbana che pensano a Cameron Dallas e a Lucky Blue Smith battezzati ‘nuovi principi’ con tanto di corona, fra i protagonisti di uno show faraonico nel cast e nella messinscena che ha premiato l’opulenza di abiti damascati e la vena funny di borse-zaino in peluche a forma di testa d’animale. Perché ciò che conta in un’epoca complessa come la nostra è giocare la carta dell’ironia e della leggerezza per sdrammatizzare il più possibile senza perdere di vista la necessità di uno storytelling solido e gravido di contenuti plausibili per il pubblico maschile.

®Riproduzione Riservata

Emporio Armani lancia la campagna advertising autunno/inverno 2016/2017

Pareti di cemento, texture tattili e scabre, una scaffalatura riempita di libri, una scala di metallo e un divano di pelle dalle linee moderniste: sono tutti gli elementi di una rappresentazione insieme scarna e intensa, realizzata a Milano dal fotografo Lachlan Bailey.

La fisicità dei modelli (Luna Bijl, Damaris Goddrie, Ophelie Guillermand, Jordy Baan e Kit Butler) è spontanea e rilassata, le immagini esprimono una nonchalance urbana che rinnova il senso di appartenenza da sempre associato a Emporio Armani.
Le fotografie descrivono un ambiente raccolto: forse un club underground, situazioni di socialità metropolitana senza una precisa caratterizzazione geografica, fluida e intima, un non-luogo di spiriti simili.

www.armani.com

@Riproduzione Riservata

EA7: l’incredibile campagna pubblicitaria per le Olimpiadi 2016

Dopo Londra 2012, EA7 sarà nuovamente Official Outfitter del Team Italia impegnato alle Olimpiadi e Paralimpiadi di Rio 2016: la campagna adv del marchio è stata realizzata, per l’occasione, da Serge Guerand.
Le immagini, in un bianco e nero eroico e luminoso, sono state realizzate a Fuerteventura. Su uno sfondo fatto solo di sabbia e cielo, i modelli Pietro Boselli e Penny Lane sono ritratti in pose tese e scattanti, colti nell’atto di liberare tutta la potenza dei loro corpi. Gli scatti comunicano energia e senso di condivisione, e sono una celebrazione dello sport vero, praticato con passione e abnegazione. I modelli nelle immagini indossano capi, accessori e occhiali del guardaroba formale e per il tempo libero appositamente creato da Giorgio Armani per gli atleti italiani, che saranno in vendita nei negozi Emporio Armani.

http://www.olimpiamilano.com
@Riproduzione Riservata

x

x