A Forte dei Marmi inaugura Madeo, più che un ristorante, uno stile di vita

Riapre rinnovato nel design e con una nuova formula di intrattenimento lo storico ristorante Madeo al Forte, uno dei salotti più rinomati della prestigiosa località toscana, frequentato negli anni d’oro della Dolce vita dalla famiglia Agnelli, dai Moratti e dal jet set internazionale. Rilevato da Blue Water Group, società di consulting internazionale attiva nel settore nautico, il nuovo locale di tendenza della Versilia, facilmente raggiungibile dal centro di Forte dei Marmi e dotato di ampio parcheggio interno, è un luogo di ritrovo per una clientela sofisticata e attenta al dettaglio.

Madeo al Forte
La sala interna del Madeo al Forte

Cucina di qualità, musica, arte e intrattenimento nel cuore della Versilia

“Mancava in Versilia un locale che proponesse anche dinner show in stile Saint-Tropez e Lío di Ibiza. Madeo al Forte – raccontano i nuovi investitori – affianca alla cucina tradizionale di pesce d’alta qualità, presentata in due ambienti dallo stile diverso (teatro all’aperto e locale al chiuso), arte, musica dal vivo e intrattenimento, con 14 artisti di fama internazionale che hanno collaborato con il Moulin Rouge, Le Lido e Paradiso Latino di Parigi. Ogni sera dal 1 luglio i nostri clienti rimarranno stupiti dalle acrobazie e dagli spettacoli in programma che accompagneranno la cena dalle ore 22”.

Madeo al Forte ristorante
Un particolare del ristorante

Le proposte culinarie di Madeo al Forte, tradizione mediterranea in chiave contemporanea

La cucina di mare, che reinterpreta in chiave contemporanea la tradizione mediterranea, gioca sulla seduzione della semplicità e sulla riconoscibilità del gusto; si avvale infatti della consulenza di Franco Bloisi, chef di grande esperienza e sensibilità.

La stagione del locale inaugura con gli imperdibili antipasti, tra cui il “Crudo Imperiale” (tartare di pesce bianco e tonno, gambero rosso, scampi, ostriche); quindi i primi con pasta fatta in casa come “Le Chicche della Nonna Madeo” (con crostacei, pecorino romano, datterini, basilico) seguiti da secondi scenografici nella presentazione ed equilibrati nel gusto, ad esempio la “Gran Catalana Madeo” (astice, scampi, mazzancolle, verdure croccanti e citronette). Classici e imperdibili le proposte dei dolci, su tutti il tiramisù scomposto, preparato sul momento dal personale di sala.

Il décor d’ispirazione nautica

Madeo al Forte cucina

L’ambiento interno è contraddistinto da un’eleganza sobria, discreta: il décor omaggia i leggendari Riva, Stradivari delle barche col loro primato di stile e bellezza. Immancabile, poi, il legno pregiato che sposa armoniosamente la raffinata mise en place dominata dal tovagliato bianco, col blu di Prussia che caratterizza le sedute.

Madeo al Forte bar
Un cocktail servito al bar del Madeo

Nel teatro esterno, incastonato in un curato giardino di piante e fiori, domina il rosso delle quinte, il palcoscenico ad angolo – delimitato da luci d’atmosfera- e il disegno originale delle sedute.
Grandi classici della mixology e un coinvolgente pianobar sotto le stelle, infine, renderanno le serate di Madeo al Forte davvero indimenticabili.

Madeo al Forte

Via G.B. Vico 75 – 55042 Forte dei Marmi (LU)

Telefono:  375 731 2555 

Orari: ristorante à la carte ore 19:30 – 23:30

Nell’immagine in apertura, gli ambienti interni del ristorante

Frutta esotica anche dopo l’estate: quale scegliere, quando e perché

Non solo mele del Trentino o arance di Sicilia: nella nostra alimentazione quotidiana possiamo oggi integrare anche una bella porzione di frutta esotica, sempre più diffusa sulle nostre tavole e apprezzata anche dai più “tradizionalisti” in fatto di gusti. Sebbene questo tipo di frutta sia disponibile ormai nell’arco di tutto l’anno, per via della grande distribuzione, non va dimenticato che anch’essa è soggetta a stagionalità. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Le stagioni della frutta esotica

Se inizialmente la frutta esotica veniva prodotta solo in Paesi molto lontani dall’Italia, oggi sono moltissimi i frutti che vengono coltivati sul territorio nostrano. Ciò rende decisamente più semplice (e meno esoso) il loro acquisto e assicura una qualità e sostenibilità ambientale ben maggiore rispetto al passato. Con la crescita dell’e-commerce nel settore alimentare, poi, che ha visto un’impennata particolare in questi ultimi mesi, un’ulteriore incoraggiamento al consumo di frutta tropicale sta nel fatto che è possibile ordinarla anche direttamente su internet; oggi è infatti possibile anche farsela recapitare direttamente a domicilio con la propria spesa tramite piattaforme come EasyCoop, che propongono una buona scelta di frutta esotica online da mettere nel carrello.

Per quanto riguarda la stagionalità, essa varia ovviamente a seconda del tipo di frutto in questione. L’avocado, a seconda della varietà, inizia ad avere frutti maturi tra ottobre e gennaio, e non è più disponibile dopo il mese di aprile; il mango ha un periodo di coltivazione che va da agosto fino a inizio novembre; il frutto della passione si raccoglie da luglio a inizio inverno; l’annona matura tra agosto e settembre ed è disponibile fino a dicembre, mentre il litchi si trova a partire da ottobre. La scelta è sicuramente varia e, in termini di stagionalità, la frutta esotica può essere mangiata tutto l’anno: basta saperne variare l’acquisto e scegliere i diversi frutti disponibili a rotazione nella propria dieta quotidiana, soprattutto se si considerano le innumerevoli proprietà benefiche che presentano.

Le proprietà benefiche della frutta esotica

Sono diversi i benefici che il corpo può ricevere dall’assunzione di frutta esotica, dunque può essere utile conoscerne alcuni per orientarsi meglio nell’acquisto: in presenza di particolari problemi o anche se si vuole semplicemente migliorare il proprio benessere generale, mangiare questi alimenti può sicuramente dare una mano.

Cominciamo dall’ananas, ad esempio, uno dei frutti esotici più apprezzati in assoluto in Italia, soprattutto da chi è più attento alla linea: al suo interno si trova infatti la bromelina, un enzima che aiuta la digestione delle proteine. Il mango invece è ricco di vitamina A e C, senza contare che ha anche proprietà antibiotiche, diuretiche e lassative. Altro frutto molto popolare in Italia è l’avocado, che possiede molte calorie in quanto ricco di grassi e proteine; in più, fornisce un’ampia varietà di vitamine al corpo umano. Chi soffre di stitichezza o ha difficoltà nella digestione dovrebbe invece optare per il frutto della passione, che presenta un altro contenuto di fibre oltre che di ferro e fosforo; se invece il problema è la digestione può aiutare la papaya, che similmente all’ananas ha un enzima che facilita l’intero processo. Molto nutriente anche il litchi, che fornisce zuccheri semplici, vitamina C e sali minerali come potassio, ferro e magnesio.

Mangiare frutta esotica è quindi una scelta giusta, specie quando sta arrivando l’inverno: praticamente tutti gli alimenti citati in precedenza possono aiutare l’organismo a prepararsi alla stagione più dura per la salute, fungendo da veri e propri integratori alimentari naturali.

Frullati per l’estate: 3 ricette per rinfrescarsi in tutta salute

L’estate porta con sé il caldo e con lui arriva la voglia costante di rinfrescarsi anche consumando cibi più leggeri e freschi, una valida alternativa ad un pasto abbondante e ricco di grassi sono i frullati.

I frullati sono ottimi anche per una colazione o per gli spuntini durante la giornata, ideali anche per essere proposti ai bambini al posto di merendine non salutari.

Ecco 3 ricette di frullati per l’estate per rinfrescarsi in tutta salute e ricchi di nutrienti.

3 Ricette frullati per l’estate

Frullato rinfrescante e abbronzante

Questo frullato per l’estate permette di rinfrescarsi e allo stesso tempo stimolare la produzione di melanina necessaria per un’abbronzatura perfetta.

Ingredienti per 1 persona

  • 1 carota
  • 1 limone
  • 1 pompelmo rosa
  • 2 fette di melone congelate
  • 5 foglie di menta piperita
  • Zenzero q.b.

Preparazione

Tirate fuori dal freezer 15 minuti prima le fette di melone congelate, nel frattempo pulite la carota e spremete il limone.  Tagliate ora a pezzetti la carota e il melone e mettete tutto nel frullatore insieme al succo di limone e del pompelmo, aggiungete le foglie di menta piperita e una grattuggiata di zenzero. Ora frullate tutto e servite in un bicchiere con del ghiaccio per mantenerlo più fresco più possibile.

Frullato di fragole e ananas

Le fragole sono depurative e diuretiche oltre a contenere licopene un ottimo antiossidante, mentre l’ananas ha proprietà anticellulite e grazie alla bromelina contenuta permette una facile digestione.

Ingredienti per una persona

  • 10 fragole congelate
  • 3 fette di ananas congelate

Tirate fuori dal freezer le fragole e l’ananas 10 minuti prima, tagliate poi a pezzetti se non lo avete già fatto prima di congelare e frullate il tutto. Servite con del ghiaccio e guarnito con foglie di menta piperita altamente rinfrescante.

Frullato di pesche anguria e menta

Questo frullato è depurativo, drenante e allo stesso rimineralizzante, grazie alla presenza delle pesche che favoriscono la motilità intestinale. L’anguria invece è diuretica ma favorisce anche una buona integrazione di Sali minerali e vitamine.

Le foglie di menta invece sono rinfrescanti.

Ingredienti per una persona

  • 1 pesca gialla o bianca a piacere
  • 1 fetta media di anguria fresca
  • 10 foglie di menta piperita

Preparazione

Sbucciare e tagliare a pezzetti la pesca, proseguire con l’anguria e versare tutto nel frullatore, aggiungere le foglie di menta e frullare.

Servire con ghiaccio per un effetto rinfrescante più a lungo.

Verso l’estate: i profumi per questa stagione

Anche se il vero caldo non è ancora arrivato, noi abbiamo già pensato ai nuovi profumi per l’estate. Le nuove fragranze per questa stagione si alternano tra note frizzanti e altre più calde adatte per le serate più fresche. Che siate alla ricerca della brezza marina o meno, è il momento di scoprirle subito.

®Riproduzione riservata

10 orologi da avere subito

L’orologio è uno degli accessori maschili a cui tutti teniamo di più e che rappresenta meglio il nostro stile e la nostra personalità. Per non farci trovare impreparati questa stagione, ecco alcune nuove proposte da portare con noi durante la prossima estate.

®Riproduzione riservata

Beachwear per l’estate

È innegabile, prima ancora di metterci in forma per la prova costume pensiamo già ai nuovi modelli da acquistare e tra colori, stampe, patch e fantasie anche per questa stagione avremo l’imbarazzo della scelta. Abbiamo selezionato per voi alcune delle migliori proposte per l’estate 2019, dalle stampe iconiche alle più recenti collaborazioni.

All’insegna della semplicità
Dagli scacchi, presenti in diverse varianti di Intimissimi agli shorts mono-color di Ralph Lauren presenti, oltre che nell’iconico hammond blue della casa americana, in rosso, nero e blue navy. E perché no? Anche l’intramontabile fantasia Burberry darà un tocco di stile alle vostre vacanze.

Colore e fantasie
Per chi ha voglia di indossare un po’ di colore ed osare con qualche fantasia ecco gli shorts con vibranti stampe di Missoni e la vegetazione tropicale di Moncler. La novità 100% Made in Italy è Gandhara, che si ispira per agli antichi capolavori artistici della Thailandia.

Flower power
Fiori e piante sono un motivo instancabile e ormai un evergreen di tutte le stagioni estive. Per chi vive di buon umore e vuole portarlo sulle spiagge delle proprie vacanze. Dalle palme di Hartford, ai fiori di Onia.

Logomania
Per chi non vuole passare inosservato ecco una serie di costumi dove Logo-mania è la parola d’ordine anche per l’estate 2019. Dagli accesi colori di Dsqaured2 al total black di Valentino.

Camouflage
Rivisitata, colorata, trasformata. La fantasia militare è diventata ormai un must. Lo stile di Sundek, con le sue linee arancioni, Moncler e le stampe di Tom Ford.

In copertina: Safe Milano SS19

®Riproduzione riservata

SUMMER 2018: ESPADRILLES IN THE CITY

Nonostante gli ultimi trend propongano modelli di sneakers per tutte le stagioni, ogni estate le città (e non solo) si popolano di sandali ed espadrillas. Una scelta legittima, anche se il tabù dello stile vuole che l’uomo non debba avere mai, o quasi mai, i piedi nudi. Un tabù che Havaianas, per esempio, ha contribuito ad abbattere con il successo delle sue infradito. Quando è preferibile portare i sandali e quando le espadrillas? E come abbinarli al nostro look? Qui alcuni suggerimenti per i vostri look estivi.

Breve storia dei sandali
milan-streetstyle1-male-1533890604

Come si legge nel dizionario Treccani: “È una forma assai antica di calzatura (affreschi minoici del 2° millennio a.C.) e fu di uso generale, sia presso i popoli orientali (Egizi, Assiri, Babilonesi, Arabi, Persiani), sia presso i Greci e i Romani… Nella forma più semplice, il sandalo è la calzatura ordinaria di religiosi, e in particolare dei frati francescani e cappuccini”. Una prima versione di sandalo, nello specifico infradito, risale a oltre 3500 anni fa e se ne ha notizia dall’Antico Egitto. Erano calzature designate agli uomini più potenti, solo faraoni e sacerdoti potevano portare calzari in cuoio o papiro intrecciato. Con il passare dei secoli, il sandalo si è diffuso sempre di più arrivando fino ai giorni nostri.

Come e quando indossare i sandali

Per molto tempo i sandali sono stati considerati un accessorio fuori moda, soprattutto per l’immediata connessione con i turisti nord europei, che si ostinavano a portarli, in vacanza, con l’immancabile calzettone di spugna bianco. Oggi i sandali maschili sono tornati di moda e hanno iniziato a varcare le passerelle. Rappresentano una soluzione per gli outfit estivi, sia al mare sia a spasso per la città. Lo dimostra il successo planetario di Birkenstock, che da sandalo ortopedico (la cui origine risale al 1774) è passato a icona con il modello Madrid in suola di lattice e sughero con plantare sagomato e cinturino con fibbia che copriva trasversalmente le dita dei piedi.

Un modello che poi è stato interpretato dai più importanti fashion designer, da Phoebe Philo e Riccardo Tisci fino a Rick Owens. Oggi i sandali iconici del brand sono disponibili in tantissime varianti di colore e pattern, come il camouflage che si estende su straps e suola. Non solo comfort, Birkenstock presta più attenzione al design con la capsule di sandali con il velcro a una fascia e il modello Rotterdam a due fasce. Di natura più tecnica e uso sportivo i sandali Teva, marchio nato dall’intuizione di Mark Tatcher, uno studioso di geofisica, che mentre lavorava come guida per un’attività di rafting, si rese conto della mancanza di una calzatura che potesse garantire una perfetta aderenza sulle superfici bagnate e al tempo stesso assicurasse leggerezza e comfort a chi la indossava.

L’idea, semplice ma geniale, fu quella di abbinare ai tradizionali sandali infradito un’allacciatura alla caviglia, che impedisse al piede di scivolare e lo mantenesse sempre in una posizione idonea per evitare gli infortuni. Da qui sono nate una serie di calzature pensate per tutti gli uomini che amano dedicarsi attivamente allo sport, come gli appassionati di trekking, mountain bike e walking.

I modelli Teva sono stati rivisti da alcuni brand, come Valentino, che li ha trasformati in sandali urban per attraversare la città con semplici cinturini in velcro con logo VLTN da abbinare con camicia leggera e shorts sartoriali. Per scegliere e abbinare il sandalo bastano poche avvertenze da tenere a mente, per evitare cadute di stile. Di sicuro in estate l’abbinamento sandalo e pantaloni corti è un’accoppiata vincente, un binomio perfetto per un look casual da città o da mare. I pantaloni possono avere una lunghezza variabile a seconda del fisico e dei gusti, mentre il modello di sandalo scelto condiziona il tipo di shorts o pantaloni da indossare.
valentino-black-garavani-vltn-sandals-1533890684

L’idea, semplice ma geniale, fu quella di abbinare ai tradizionali sandali infradito un’allacciatura alla caviglia, che impedisse al piede di scivolare e lo mantenesse sempre in una posizione idonea per evitare gli infortuni. Da qui sono nate una serie di calzature pensate per tutti gli uomini che amano dedicarsi attivamente allo sport, come gli appassionati di trekking, mountain bike e walking.

I modelli Teva sono stati rivisti da alcuni brand, come Valentino, che li ha trasformati in sandali urban per attraversare la città con semplici cinturini in velcro con logo VLTN da abbinare con camicia leggera e shorts sartoriali. Per scegliere e abbinare il sandalo bastano poche avvertenze da tenere a mente, per evitare cadute di stile. Di sicuro in estate l’abbinamento sandalo e pantaloni corti è un’accoppiata vincente, un binomio perfetto per un look casual da città o da mare. I pantaloni possono avere una lunghezza variabile a seconda del fisico e dei gusti, mentre il modello di sandalo scelto condiziona il tipo di shorts o pantaloni da indossare.
05-1533889488

Star del jet set internazionale le scelgono come scarpe estive e vacanziere, personaggi come Salvador Dalì e Grace Kelly. Nel 1972 grazie alla collaborazione con Yves Saint Laurent, viene disegnato il modello femminile con la zeppa, una tappa che segna il successo della scarpa in tutto il mondo. Oggi le espadrillas sono proposte in mille varianti, dalle più classiche con gamma di colori brillanti, a quelle in camoscio traforato di Bottega Veneta rinforzate con suola in gomma; canvas e cotone nei modelli di Riviera che le propone con suole rivestite in pelle e colori che evocano lo stile della Costa Azzurra degli anni 50.

Nella rivisitazione dei classici le espadrillas di Thomas Mennell sono in camoscio dai colori intensi, suola rinforzata e nappino per aggiungere un twist imprevisto. Tra i modelli più modaioli quelli con stampe di Gucci o in morbida pelle scamosciata nera e occhi monster di Fendi, che alla suola di iuta ha aggiunto uno strato di gomma per affrontare al meglio le strade della città o la spiaggia.

Quando indossare le espadrillas
gettyimages-697974262-1533889442

Il primo consiglio per l’abbinamento delle espadrillas maschili è quello di indossarle, soprattutto se di colore chiaro o neutro, sotto un pantalone scuro, anche gessato, purché lasci la caviglia scoperta. La camicia bianca è d’obbligo se vi state preparando a una serata elegante, se preferite uno stile più casual, invece, optate per una semplice T-shirt. Naturalmente, quando si parla di abbinamento, non ci si riferisce soltanto ai modelli e ai colori degli abiti da accostare alle vostre scarpe, ma si tratta anche di capire quali tipi di corporatura siano più adatti al tipo di scarpa che stiamo considerando.
L’uso delle espadrillas è sconsigliato, infatti, a tutti coloro che hanno caviglie robuste. Per gli amanti dei colori accesi, le espadrillas sono le scarpe perfette per esprimere la propria creatività. Abbinarle non è affatto difficile: un semplice jeans metterà in risalto il colore scelto. Le espadrillas con i pantaloni più corti, come i bermuda, sono perfette per ottenere un look casual. Anche in questo caso la camicia serve a dare un po’ di charme in più, soprattutto se si vuole evitare il cosiddetto stile da spiaggia.

gettyimages-973467372-1533889550
Per i più sportivi basta una polo colorata per completare l’outfit all’insegna della praticità. Non bisogna tralasciare nemmeno il materiale con cui le vostre espadrillas sono confezionate, pelle o suede saranno indispensabili per avere un look più ricercato, mentre per il tempo libero e i look più casual date libero sfogo con denim o canvas.

®Riproduzione riservata

FRAGRANZE MEDITERRANEE

È un dato di fatto, baie e calette italiane sono tra le più belle del mondo, così il mediterraneo diventa una fonte inesauribile d’ispirazione. Ogni terra che si affaccia sul mare porta con sé aromi particolari, legati alle tradizioni e alla flora del luogo. Perché non ritrovare questi profumi anche nelle fragranze che ci accompagneranno questa stagione? Eccovi alcuni suggerimenti dal cuore meditarraneo da scoprire:

Acqua di Parma, Chinotto di Liguria

L’ingrediente principale di questa fragranza ha leggendarie origini orientali, ma è italiano da secoli, anzi ligure. Amaro e dolce al tempo stesso, è il centro di delizie di pasticceria e irresistibili bevande amaricanti. Chinotto di Liguria è il respiro della natura ligure che cresce rigogliosa sulle rocce a picco sul mare. Il cuore della fragranza fiorisce di gelsomino e geranio, rinfrescandosi con le note dinamiche e vibranti del cardamomo e rosmarino. Nel fondo sopraggiungono il silenzio e la pace del patchouli e del muschio.

Hermes, Un Jardine en mediterranee

Il primo Parfum-Jardin Hermès creato nel 2003, in sintonia con il tema dell’anno: il Mediterraneo. Un viaggio emozionale, una passeggiata olfattiva in un giardino in riva al mare, traboccante di alberi e di fiori, pieno d’ombra e di luce, di mormorii e di silenzi, di emozione e di pace. L’alchimia della creazione ne fa un luogo immaginario accessibile a tutti tramite la magia del profumo. Con la sua fragranza legnosa, verde, fruttata, è un mosaico di sensazioni olfattive, visive e tattili.

Chanel, Eau de Cologne

Appartiene alla collezione Les Exclusifs che racconta una storia di fragranze che parlano tutte il linguaggio di Chanel. Questo significato singolare e universale fonde, come nessun altro, il passato, il presente e il futuro.  Notiamo subito Esperidi e il neroli che per tradizione rappresentano la colonia, ma la qualità è così rara e i composti sono così finemente assemblati da farle perdere un po’ della sua modestia. Più fine, più nervosa, ha già un tono fiorito e leggero. Ma sempre generosa, regala grandi spruzzi di innocente voluttà.

Dolce&Gabbana, Velvet Cypress

Una fragranza legnosa, agrumata e fresca ispirata al cipresso italiano dei paesaggi mediterranei. La dose vigorosa di cipresso riflette la sua sfaccettatura frizzante in un’elegante essenza legnosa agrumata fresca. Il cipresso italiano è uno dei tratti più iconici dei giardini mediterranei. A chiudere l’eleganza del legno di Cedro per un omaggio alla campagna italiana di fine estate.
DG-VELVET-CYPRESS-e1488445003434

Tom Ford, Neroli Portofino

È la rivisitazione di un’Eau de Cologne classica ispirata alle acque azzurre e splendenti, alla freschezza della brezza marina e alla verde della vegetazione che fa da cornice alla Riviera italiana. L’esordio è di olii agrumati come il neroli tunisino, limone siciliano, mandarino invernale siciliano e bergamotto. Lavanda, fiore d’arancio, rosmarino e ambra conferiscono alla fragranza la ricca complessità che la contraddistingue creando un effetto che non può passare inosservato.

Kilian, Intoxicated e Vodka on the rocks

Appartengono alla collezione Addictive State of Mind e sono l’ideale per accompagnare con un tocco lussuoso e irriverente le serate estive. Del resto, questi profumi accattivanti con ingredienti e oli squisiti non possono che suscitare pensieri pericolosi. Come la miscela afrodisiaca di Intoxicated con vaniglia, geranio e bergamotto, oppure Vodka on the rocks con la suggestione orientale del cardamomo e del coriandolo uniti a rosa e mughetto.

®Riproduzione Riservata

QUEST’ESTATE DISTINGUITI CON IF BAGS

Quando arriva l’estate, arriva il tempo delle vacanze e allora come non pensare al bagaglio che ci accompagnerà in questa nuova avventura, sia essa all’insegna del puro relax, del puro divertimento o alla scoperta della natura.
La scelta di praticità accompagnata dalla voglia di distinguersi è ben espressa dal claim del brand IF Bags: It’s hard to be easy.
IF Bags è lo zainetto in ecopelle, 100% made in Italy, cucito e assemblato a mano, completato e chiuso da una corda, con elementi in legno fresato, disponibile in 23 colori diversi abbinabili a 4 tipi di corde. Personalizzandolo secondo i tuoi gusti grazie alle infinite combinazioni possibili, IF Bags si distingue per il suo design minimal ed è parte della linea di accessori che comprende anche zaini bicolor IF Double, zaini in jeans IF Denim, borselli IF Pocket, pochette, borsoni e collezioni stagionali in linea con le tendenze più attuali.

www.ifbags.it

@Riproduzione Riservata

x

x