TUDOR: NATO PER OSARE

La marca svizzera di orologi Tudor ha presentato il suo nuovo testimonial per la campagna #BornToDare: David Beckham. Il calciatore inglese ha saputo imporsi come uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi, ma non solo. Imprenditore, filantropo, icona di stile, David Beckham incarna l’uomo audace che ha reso Tudor ciò che è oggi. La nuova campagna omaggia la storia del marchio e racconta le avventure di uomini che hanno compiuto delle imprese sulla terra, in aria, sott’acqua e tra i ghiacci, con un Tudor al polso. Un riferimento elegante alla visione del fondatore del brand Hans Wilsdorf, che ha concepito degli orologi resistenti alle condizioni più estreme. Osare è la parole chiave della campagna e del sentimento che ha ispirato e guidato tutte le innovazioni introdotte da Tudor nell’industria dell’orologeria e che tuttora costituiscono dei punti di riferimento.

www.tudorwatch.com

®Riproduzione Riservata

Se da una camicia nasce un resort

Prendete una splendida villa padronale di fine ‘800, conservata eccellentemente, come se non fosse passato neanche un anno dalla sua costruzione. Prendete, poi, un artigiano/imprenditore che ama la sua terra, lo stile e la raffinatezza. Scegliete una regione meravigliosa dello Stivale, la Puglia e mescolate con cura il tutto. Il risultato sarà Mazzarelli Creative Resort, un elegante 5 stelle a pochi passi da Polignano a Mare.
L’idea è di Domenico Mazzarelli, artigiano della camicia, conosciuto in tutto il mondo per la qualità impeccabile della manifattura, la ricercatezza dei filati e l’inconfondibile stile italiano delle sue camicie da uomo, cucite a mano da circa 60 anni. La tecnica e la passione risalgono di generazione in generazione e hanno fatto sì che proprio l’abilità artigianale, l’esperienza e la conoscenza dei filati, assieme alla maestria nella produzione, siano diventati i punti di forza dell’azienda.
Ora la storia si arricchisce di nuovi elementi, che esulano dalla moda e dall’artigianalità, ma che non si discostano molto dall’esclusività e dall’amore per la propria terra: la villa, trasformata in un hotel dal design esclusivo, è pensata, infatti, per chi sceglie di visitare la Puglia in tutta la sua bellezza e per chi ama immergersi nell’affascinante realtà di un’azienda storica, baluardo dell’alta sartorialità Made in Italy. Circondati da 2400 alberi di ulivo, gli interni e le 12 suite sono lavorati con evocazioni del mondo dell’ago e filo, mentre l’esterno, nella caratteristica pietra bianca locale, si affaccia sui giardini all’italiana. Oltre alla sala lettura e alla cantina, la stanza del sarto merita una visita speciale.

Mazzarelli Creative Resort

®Riproduzione Riservata

TUTTE LE SFUMATURE DEL DENIM

La tribù di Lee, riunita con un evento al TOM- The Ordinary Market a Milano, ha partecipato al progetto social del brand di jeans di tendenza, affidando ad alcuni influencer del momento dei capi in denim da interpretare. Questa settimana si raccontano per MANINTOWN Carlo Sestini, dandy influencer fiorentino dal curriculum internazionale con più di 160mila follower, e Roberto De Rosa, fashion influencer e globe trotter conosciuto in tutto il mondo.

Come declinate il jeans nella quotidianità?

CS: Mi piace molto spezzarlo con una giacca, mixare il casual con qualcosa di più formale ed elegante.
RDR: Il denim è un capo che ci accompagna e invecchia con noi: personalmente lo indosso sempre.

Un ricordo legato al denim?

CS: Ne ho molti. Così, a sensazione, mi viene da dirti di quando a Ginevra, qualche anno fa, prima di andare in discoteca, mi preparavo e indossavo il denim con la camicia bianca, creando un look più sportivo e sbarazzino. Bei tempi!
RDR: Sicuramente li associo a quando abitavo a Brooklyn, indossando spesso denim&denim.

www.lee.it

www.carlosestini.com

www.robertoderosa.com

®Riproduzione Riservata

Be True: il migliore augurio che Nike possa farvi

Nel 2012 Nike decise di rinnovare l’impegno verso la comunità LGTBQ per l’uguaglianza dei diritti e il rispetto delle diversità. Nasce così la collezione BeTrue con modelli iconici, nei quali sono inseriti i colori dell’arcobaleno, in omaggio alla Rainbow Flag, comparsa per la prima volta a San Francisco nel 1978. La nuova collezione BeTrue per il 2017, in vendita dai primi di giugno, comprende una linea di abbigliamento e una di scarpe, unisex e con i simboli che contraddistinguono il movimento Pride: il colore rosa e il simbolo del triangolo oltre alla scritta RON FIERCE, per evidenziare che lo sport accomuna tutti gli atleti senza pregiudizi sull’identità sessuale.

www.nike.com

®Riproduzione Riservata

Cinecult: Alien: Covenant di Ridley Scott

Nello spazio nessuno può sentirti urlare. Ne sa qualcosa Ridley Scott, artefice di Alien. Tornano al cinema i mostri cosmici inventati da Giger, gli orribili xenomorfi che attentano alle vite di coloro che navigano nello spazio ignari dei pericoli che incombono su di loro. Esplora nuovi orizzonti della paura il nuovo capitolo della saga epico-horror di Ridley Scott ‘Alien: Covenant’ il sequel del film ‘Prometheus’ del 2012 e secondo prequel della saga di Alien. Nel cast della pellicola distribuita da 20th Century Fox, il sesto episodio della serie c’è ancora Michael Fassbender che si sdoppia e scopre di avere un gemello : l’attore impersona due ruoli, David l’androide creato da Peter Weyland (interpretato da Billy Crudup), fondatore della Weyland Corporation e Walter l’altro androide che invece si trova a vigilare sulla nave spaziale Covenant che ha il compito di portare 2.000 persone a colonizzare il pianeta Origae 6: l’azione si svolge nel 2104. Dopo essere stata colpita da una tempesta di neutrini la nave perde alcuni coloni e il team che guida il vascello spaziale decide di indagare su un altro pianeta intercettato tramite un’interferenza ma la scelta si rivelerà fatale. Nella vegetazione del nuovo pianeta si trovano delle spore che incorporate nell’organismo umano danno vita a degli spaventosi neomorfi che si fanno largo in modo cruento fra le viscere dei corpi posseduti. Centrale il duello dei due androidi: Walter e David rispettivamente ‘il robot buono’ e quello ‘cattivo’. Entrambi sono immortali, citano Byron e Shelley, sanno amare e creare, ma solo uno dei due, David, si crede superiore agli esseri umani e mira a creare una razza sovrumana di corpi alieni capaci di controllare lo spazio. Fra il grand guignol dellle scene più d’effetto e la tensione narrativa che fa irruzione nel plot come un fiume in piena emergono spunti New Age nella concezione di Ridley Scott di una natura ciclopica e misteriosa pervasa da una sua spiritualità mentre i robot assumono un ruolo demiurgico, anche contro gli interessi di chi li ha creati. Una bella prova, appassionante e ricca di sorprese dove spunta anche il mito di Narciso con i due gemelli. Azione e sangue si intrecciano a una riflessione filosofica che fa meditare sui risvolti della cibernetica.

®Riproduzione Riservata 

Dieci per Dieci

Dieci capi per dieci anni di qualità, funzionalità e modernità. Cos celebra il suo decennio di successi con una capsule collection dedicata alla donna, all’uomo e al bambino rimanendo fedele alla propria filosofia e i propri valori. Da sempre ispirate al mondo dell’arte, le collezioni firmate Cos hanno fatto del capo basico un vero e proprio oggetto del desiderio creando una reale connessione tra mondo della moda e quello del design, dove continuità, coerenza, progetti e collaborazioni hanno fatto si che il brand diventasse una vera e propria istituzione in continua crescita stilistica e concettuale. In occasione del suo decimo anniversario il brand ha creato dieci item, dall’evidente influenza giapponese, utilizzando l’intera larghezza del tessuto, e ricavando una forma dall’altra, come un puzzle, in modo da limitare ogni eccesso e spreco. Questo approccio ha dato vita ad una collezione pulita dai volumi ampi e silhouettes lineari caratterizzata da tessuti leggeri come il cotone e il poliestere tecnico nelle nuance dei sabbia e dei bianchi. La creazione della capsule è stata anche un’opportunità per il marchio a sperimentare nuovi e antichi processi tecnici di modello-taglio, da utilizzare anche in un futuro, su un uso efficiente e senza sprechi delle materie prime. È possibile scoprire la collezione presso le boutique COS di Milano, Verona, Firenze, Roma o online sul sito cosstores.com.

@Riproduzione Riservata

Riva 100’ Corsaro debutta a Montecarlo

Da un lato la velocità in pista, dall’altro lo stile in acqua: Ferrari e Riva di nuovo insieme durante il Grand Prix di Monaco, che ha avuto luogo domenica 28 maggio e che ha fatto sognare, come sempre, tutto il mondo interessato alla Formula1. Una collaborazione vincente culminata con la presentazione europea del nuovissimo flybridge Riva 100’ Corsaro e con il podio per i 2 piloti della Scuderia Ferrari, Sebastian Vettel (primo posto) e Kimi Raikkonen (secondo posto). La magia della città di Montecarlo ha aiutato, è vero, ma quello che è certo è che questo nuovo debutto rappresenta un capitolo interessante per i 175 anni della Fondazione Riva, incarnando ancora una volta, la sintesi perfetta di comfort, prestazioni, stile e sicurezza, creata in collaborazione con Officina Italiana Design. Ferrari e Riva dunque, due marchi italiani sinonimi di eccellenze, tradizione e modernità, che hanno rinnovato questo connubio perfetto di lifestyle e lusso italiano.

®Riproduzione Riservata

“Strapped for Stripes” by Lucie Hugary

 

stylist: Nicholas Galletti
grooming: Celine deCruz
model Sacha Celaya @16Men

New Pittan Studio: Bellezza controcorrente

Ieri, giovedì 25 maggio ha avuto luogo a Milano, in via Vetere 10, l’inaugurazione dello studio del più celebre tatuatore italiano, Claudio Pittan. Per i suoi trent’anni di carriera, il tatuatore si è regalato una nuova location nel cuore di Porta Ticinese, il New Pittan Tattoo, dedicato a tutti gli amanti e non solo, dell’arte del tatuaggio, quell’arte da indossare. Il nuovo spazio, una via di mezzo tra una galleria e uno showroom, ha arredi essenziali fra pareti di mattoni lucidi, è un luogo minimal chic per un’artista che ha avuto riconoscimenti internazionali, non solo nel campo tattoo, ma anche nella pittura, grazie alla sua frequentazione dell’Accademia di Belle Arti, di Brera. Pittan ha frequentato, inoltre, studi di artisti di tatuaggi in Europa, New York, Messico e Brasile. La sua specializzazione nell’IREZUMI, famoso tatuaggio giapponese, lo ha portato a una conoscenza importante nelle tecniche di realizzazione con significati specifici. Sul biglietto d’invito, la dice lunga l’immagine della famosa carpa giapponese, pesce apprezzato non solo per la sua bellezza, ma anche per la sua forza ed energia, capace di nuotare controcorrente grazie alla volontà. Chi lavora con passione, sforzo e sacrificio può compiere grandi imprese, proprio come Claudio Pittan

www.claudiopittantattoo.com

®Riproduzione Riservata

Il potere delle illustrazioni

“Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell’estremo limite della Spirale Ovest della Galassia, c’è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c’è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro-verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un’ottima invenzione.”
Inizia così uno dei libri più straordinari di sempre, nato dalla penna di Douglas Adams nel 1979: “Guida Galattica per gli Autostoppisti”. Nei più ampi festeggiamenti del Towel Day (25 maggio), quest’anno ci sarà una chicca in più per celebrare il romanzo. Si tratta della bellissima versione illustrata della Guida, ideata da Gomma Festival. 6 artisti hanno scelto e riprodotto 6 scene del libro: ognuna delle 30 tavole formato A5 che compone la Guida è un’illustrazione con descrizione ed è stampata su carta pregiata.
Dove comprare questa meraviglia? In Santeria Paladini a Milano, domenica 28 maggio, dalle 16 alle 22.30. Per tutta la sera ci sarà una mostra mercato degli illustratori che hanno partecipato alla rivisitazione della Guida, la presentazione della box, un reading, diversi dj-set e, per l’occasione, Santeria preparerà una lista cocktail ad hoc. Infine, proprio come sarebbe piaciuto ad Adams, per chi si presenterà con un asciugamano è previsto un piccolo sconto. Da non perdere!

www.gommafestival.it
®Riproduzione Riservata